Carretta risponde al goal lampo di Rosafio. Per il Cosenza terzo pareggio consecutivo

Finisce uno a uno tra Cosenza e Cittadella al termine di un match bello e combattuto nel primo tempo, confusionario e con poche emozioni nella ripesa. Sblocca Rosafio dopo appena 7′ minuti, Carretta pareggia dieci minuti più tardi sfruttando un errore della difesa veneta. Ottimo l’esordio di Petrucci, da rivedere Petre apparso ancora fuori forma

.

COSENZA – Terzo pareggio consecutivo per il Cosenza che come due settimane fa a Ferrara è costretto a rincorrere questa volta il goal lampo del Cittadella, arrivato dopo appena 7′ minuti con una conclusione violenta di Rosafio che concretizza l’assist di Tasdjout. Il Cittadella è squadra scorbutica e quadrata che prova ad approfittare del momento di sbandamento dei rossoblu che devono ringraziare il portiere Falcone che prima d’istinto neutralizza il colpo di testa ravvicinato di Ogunseye, poi respinge le conclusioni dalla distanza di Branca e Vita. Il Cosenza però non crolla, si riorganizza ed ha anche quel pizzico di fortuna nel trovare il pareggio dopo 10′ minuti con Carretta che approfitta di un errato retropassaggio di Adorni per fiondarsi sul pallone e uccellare Maniero con un pallonetto dal limite dell’area. Primo tempo equilibrato e vivace con un ottimo Cosenza nell’ultima parte, ma la ripresa è decisamente più opaca e confusionaria con due sole occasioni da segnalare. Il colpo di testa in apertura di ripresa di Adorni fuori di poco, e la smanacciata del portiere Maniero in pieno recupero che anticipa la conclusione sul secondo palo di Bittante. Ottimo l’esordio di Petrucci, meno quello di Petre ancora lontano alla migliore condizione. Rossoblu attesi a metà settimana dal derby con la Reggina.

 

Subito Rosafio, Carretta pari di rapina

Un Cosenza rinnovato dal calciomercato quello tornato in campo questo pomeriggio dopo la settimana di stop per le nazionali. Occhiuzzi lancia subito dal primo minuto Petre in attacco con Carretta e Baez ai suoi fianchi nel tridente d’attacco. A centrocampo ecco Petrucci con Siaudone, Corsi e Bittante a completare i 4 di centrocampo. In difesa Idda, Ingrosso e Legittimo con Falcone a protezione dei pali. Di fronte il Cittadella di Venturato, non più una bella sorpresa della serie B ma una solida realtà di questa campionato. Commozione e un minuto di silenzio osservato dalle due squadre nel ricordo della governatrice Jole Santelli. Pochi giri di lancette e il Cosenza è costretto subito a rincorrere. Corsi commette un fallo ingenuo a ridosso dell’area. Sulla susseguente battuta Tasdjout imbuca in area per Rosafio che controlla e spedisce di potenza sotto la traversa. Il Cosenza sbanda e al 10′ rischia di capitolare ancora sul colpo di testa di Ogunseye da pochi passi che trova la grande respinta di Falcone che un minuto più tardi si distende per deviare la conclusione da fuori di Branca. Il Cosenza prova a scuotersi e costruisce una buona occasione al 13′ con Carretta che calcia a botta sicura, sull’assist di Petre, trovando però la deviazione di un difensore che fa terminare il pallone fuori di poco. Al 17′ il Cosenza trova il pareggio. Sciagurato retropassaggio di Adorni, Carretta intuisce tutto fiondandosi sul pallone e, sull’uscita disperata al limite dell’area di Maniero, insacca con un pallonetto che supera il portiere, bacia la traversa e finisce in fondo al sacco. Il goal scrolla di dosso le paure dei rossoblu che pian piano iniziano a comandare il gioco sfruttando soprattutto la verve di Carretta e Baez che al 35′ conclude sul primo palo su punizione, trovando la pronta risposta di Maniero. La gara si mantiene bella e vivace anche se l’ultima occasione del primo tempo arriva al 45′ con il guizzo di Tasdjout che calcia in diagonale trovando la respinta di Falcone.

Foto Donato

Ripresa opaca e con poche emozioni, terzo pari consecutivo

La ripresa si apre con l’ingresso di Gliozzi al posto di Petre, apparso ancora appesantito, e con il colpo di testa di Adorni, che incorna in area un corner dalla destra spedendo il pallone fuori di un nulla. Il Cittadella alza il baricentro costringendo i rossoblu a difendersi e ripartire in contropiede. Al 63′ altro angolo per i veneti e colpo di testa di Pavan bloccato da Falcone. Si combatte e si lotta a centrocampo ma la gara pian piano perde di qualità anche perchè le due squadre fanno molta più difficoltà a costruite manovre di gioco. E allora si fa avanti a folatee ripartenze da una parte e dell’altra. Al 78′ bella combinazione in area tra Sciaudone e Carretta ma la conclusione finisce fuori.  La gara si trascina fino al 90′ anche se l’ultimo sussulto è del Cosenza in pieno recupero, con un cross di Carretta smanacciato da Maniero che anticipa la conclusione di Bittante appostato sul secondo palo.

 

———————————————————————————————————————

 

 

COSENZA CALCIO (3-4-1-2): Falcone, Corsi (67′ Bouah), Idda, Baez, Petre (46′ Gliozzi), Carretta, Sciaudone  (86′ Abou Ba), Legittimo, Bittante, Ingrosso, Petrucci (74′ Kane)
Panchina:  Saracco, Tiritiello, Bahlouli, Sacko, Bouah, Schiavi, Ba Abou, Borrelli, Bruccini, Gliozzi, Kone, Sueva
Allenatore: Roberto Occhiuzzi

AS CITTADELLA (4-3-1-2): Maniero, Adorni, Rosafio (78′ Proia), Tasdjout (67′ Tavernelli), Vita (85′ Iori), Donnarumma, Branca (67′ Gargiulo), Ghiringhelli, Pavan, Ogunseye (78′ Cisse),
Panchina: Kastrati, Perticone, Benedetti, Iori, Camigliano, Proia, Cisse, Gargiulo, Tavernelli, Mastrantonio, Cassandro
Allenatore: Roberto Venturato

Arbitro: Signor Livio Marinelli di Tivoli
Assistenti: Signori Pasquale De Meo di Foggia e Francesco Fiore di Barletta
IV Uomo: Signor  Giacomo Camplone di Pescara

Ammoniti: Frare (Ci), Maniero(Ci), Tasdjout (Ci), Vita (Ci), Rosafio (Ci)
Espulsi:

Angoli: 7-10
Recupero: 1′ p.t. – 4′ s.t.

Note: Pomeriggio nuvoloso a Cosenza con pioggia a tratti e una temperatura di circa 18 gradi. Terreno del Marulla in ottime condizioni. La gara si gioca con la presenza di 1.000 tifosi per le disposizioni anti-covid e con la sola presenza di circa un migliaio di tifosi. Cosenza con il lutto al braccio e prima del fischio d’inizio un minuto di silenzio in ricordo della governatrice della Calabria Jole Santelli scomparsa giovedì.

Le foto del match di Francesco Donato (Qui tutte le foto)