Serie A8 Cosenza, Parma in testa e Bologna a inseguire. In A2 il Pescara è in fuga!

Giornata numero 6 del girone di ritorno della Serie A8 Cosenza che lo scorso fine settimana ha disputato l’ultimo turno prima dello stop per l’emergenza coronavirus. In A1 continua la corsa in vetta del Parma a +8 sul Bologna. In A2 il Pescara fa il vuoto

.

COSENZA – Tutto fermo a causa dell’emergenza coronavirus. Lo scorso fine settimana si è disputata la 18′ giornata (numero 6 del girone di ritorno) ed in attesa di capire quando si potrà tornare a giocare, inizia a delinearsi la griglia finale d’arrivo di entrambi i campionati. Partiamo dalla serie A1 dove il Parma continua la corsa verso il primo storico titolo dopo la vittoria per 4 reti a 2 ai danni del Torino: Alessandro Bacilieri ed il tris di Roberto Mirabelli ribalta il momentaneo vantaggio del Torino del bomber Rizzuti, autore di una doppietta. Tutto facile per il Bologna del duo Cellini-Orsomarso che batte per sei reti a zero un Napoli irriconoscibile e svogliato. Per gli emiliani da segnalare l’ennesima rete del bomber Maione che in scivolata ha sfruttato una disattenzione della difesa azzurra e la rete del mai domo Luigi Iuele. Nella giornata di sabato vincono mostrando carattere ed attributi sia la Fiorentina per 4-1 contro il Verona, che il Milan per 3 a 2 contro il Palermo di Mister GianMarco Andrieri.

 

Il Sassuolo vince a valanga contro la Lazio (8-1) e distanzia il Napoli in classifica: in evidenza Cennerazzo e Rossi del Sassuolo autori entrambi di una tripletta. Si registra dunque l’ennesima brutta sconfitta della squadra di Manna e Spinelli che solo fino ad un anno fa lottava per lo scudetto. Si ferma al pari il Cagliari bloccato da un ottimo Crotone che ha disputato ben due partite in altrettanti giorni dimostrando una tenuta atletica invidiabile. Per i sardi illudono prima Runco con un gol da cineteca e poi Lopez con gol incredibile ma ci pensa poi Sottile con una tripletta a rovinare la i piani salvezza della squadra isolana.

 

 

Serie A2

In Lega A2 invece il Pescara è in volata, il 7 a 1 rifilato all’Inter trascinato da Falsetta (autore di ben 4 reti) inizia a profumare di promozione: a 5 giornate dalla fine i punti di vantaggio dalle inseguitrici sono quattro. Il Frosinone di Federico e Bria batte per 3 reti a 2 il Venezia ed è la nuova seconda del girone fermo restando però l’attesa sulle decisioni del giudice sportivo attese nella mattinata di lunedì. Delusione tra i tifosi ed il Mister Marulla del Perugia, la partita contro l’Atalanta che passerà alla storia come prima partita “proseguita” del Serie A8 è terminata col peggiore dei risultati. Di fatto il Direttore di Gara della partita il Sig. Perrone, si è trovato costretto a sospendere la partita dello scorso mercoledì 26 febbraio a seguito delle forti scariche d’acqua piovana e dei pericolosi fulmini che nella serata si erano abbattuti in quel di Zumpano. Le due squadre quindi sul risultato di 3 reti a 2 per la squadra bergamasca e giunti al minuto numero 39 hanno dovuto abbandonare definitivamente il campo “riprendendo” la partita il venerdì 28 febbraio, come da regolamento, ripartendo dallo stesso risultato disputando gli ultimi 21 minuti di gioco con gli stessi giocatori in campo. Il risultato finale ha dato ragione agli uomini della dea che grazie alla tripletta di Lo Feudo ed al gol di Capitan Crescibene hanno reso inutili le reti di Amato e Salvia. Cade anche la Roma (1-3) contro una Spal perfetta: Cristelli (doppietta) ed il Bomber Cuconato bloccano la squadra del Presidente Adriano Spina, resasi artefice di una prestazione non proprio brillante che lascerà sicuramente qualche rimpianto in più tra i giocatori. Si aggiudica il derby della lanterna invece la Sampdoria che vendica quindi il risultato dell’andata superando il Genoa per due reti ad uno. Il gol di Greco del Genoa non è bastato per annullare le reti di Muto e di Ciatti. Pareggio pirotecnico con ben sei reti invece quello tra Entella e Brescia, alle reti dei padroni di casa con Greco e L. Russo hanno replicato Brogno e Vena. Di nuovo Greco poi per l’Entella e Micino per il Brescia hanno sancito la fine delle ostilità sul risultato finale di tre reti a tre.

 

A1 queste le gare della settima di ritorno (data da definire)

Bologna – Fiorentina
Lazio – Verona
Cagliari – Milan
Napoli – Parma
Palermo – Sassuolo
Torino – Crotone

A2 queste le gare della settima di ritorno (data da definire)

Genoa – Venezia
Perugia – Roma
Pescara – Sampdoria
Brescia – Inter
Spal – Entella
Atalanta – Frosinone