Occhiuzzi “serviva un’altra gara, viviamo di alti e bassi. Ma ancora non è finita”

Occhiuzzi “mancano 11 partite e dobbiamo giocarle alla morte. La rabbia dei tifosi va capita. Purtroppo viviamo di alti e bassi e alterniamo buone prestazioni a partite sottotono”

.

COSENZA – Una sconfitta, l’ennesima, che suona come una sentenza per una squadra che sembra aver mollato a livello mentale. In sala stampa arriva Occhiuzzi al posto dello squalificato Pillon e analizza così la gara “Non stiamo purtroppo facendo bene e questo fa veramente male. Sicuramente oggi serviva una vittoria a tutti i costi. Volevamo iniziare senza andare all’assalto del forte apache ma giocando con criterio e magari provando a sfruttare qualche occasione che loro ti lasciavano. Anche non giocando un primo tempo eccezionale eravamo riusciti nel nostro intento e con Carretta se segnavamo forse di vedeva in campo un’altra gara. Poi gli errori nel secondo tempo ci sono costati cari. Anche io dico che in serie B bisogna giocare alla morte e non bisogna non mollare mai e la rabbia del pubblico va capita. Le ultime undici partite andranno giocate alla morte. Bisogna fare un’attenta analisi soprattutto a livello mentale. Dobbiamo trovare una soluzione ai nostri problemi e farlo in fretta. Purtroppo viviamo di alti e bassi, passiamo da buone partite a prestazioni sottotono.”