Buona la prima di Pillon “la vittoria può darci lo scossone. Ma piedi a terra e pedalare”

Il tecnico del Cosenza parla anche del suo mancato passaggio proprio al Livorno a dicembre “aspettavo che Spinelli mi chiamasse ed ero pronto, ma poi ha scelto Tramezzati. Sulla gara di oggi “vincere era importantissimo perchè ci da fiducia e autostima”

.

LIVORNO – Bepi Pillon saluta con un successo la sua prima gara sulla panchina del Cosenza che con i 3 punti di Livorno interrompe la lunga striscia di cinque sconfitte consecutive. C’è stato davvero poco tempo per il tecnico veneto di conoscere la sua nuova squadra e impartire il suo credo, ma il navigato e baffuto allenatore veneto è riuscito comunque a motivare una squadra che sembrava sul fondo del baratro ed è scesa in campo con un atteggiamento aggressivo e propositivo che non ha lasciato scampo al Livorno apparso in verità poca cosa “non mi sarei depresso in caso di sconfitta non mi esalto per il successo, anche se questa vittoria può dare un importante scossone. Non nego che sono molto soddisfatto sopratutto del risultato. Quando arrivi su una panchina al posto di un’altro allenatore qualcosa di nuovo metti sempre, ma vincere la prima è stato importante perchè si prende tanta fiducia e autostima. Chiaramente la situazione non è delle più semplici, bisogna pedalare e tanto. So cosa mi aspetta e so le difficoltà di questa campionato. La continuità dei risultati alla fine paga sempre in Serie B e questo noi dobbiamo perseguire. Ci aspettano delle battaglie a partire dalla prossima sfida con il Frosinone. Il mio ritorno a Livorno? Sembrava fatta onestamente, conoscendo anche i giocatori e il presidente sembrava convito, poi ha fatto una scelta diversa con Tramezzani che io ho rispettato”.

 

 

.