Il Cosenza risorge a Livorno. Tris salvezza firmato da doppio Asencio e Bruccini

Partita dominata dai rossoblu che chiudono la pratica nel primo tempo con la doppietta di Asencio, meraviglioso il secondo goal su rovesciata, e Bruccini. Nella ripresa Livorno in 10 per il doppio giallo ad Agazzi. Traversa di Bogdan e palo di Sciaudone

.

LIVORNO – Pillon aveva promesso una squadra aggressiva e sempre alla ricerca del goal e del risultato. Detto fatto con un Cosenza straripante, agevolato sicuramente da un avversario impalpabile, ma che nella partita più importante della stagione interrompe la striscia negativa di cinque sconfitte consecutive sbancando il Picchi di Livorno con un 3 a 0 pesante firmato da un super Asencio, al quarto goal in cinque gare, che si toglie anche la soddisfazione della doppietta personale con un goal meraviglioso in rovesciata. Pratica chiusa già a fine primo tempo con il tris firmato da Bruccini che sfrutta al meglio un assist del redivivo Sciaudone.

Nel secondo tempo il Cosenza controlla il match rischiando solo in un paio di incursioni di Marras e Del Prato. Poi, l’espulsione di Agazzi per doppio giallo mette una pietra tombale sulla gara che ha ancora due acuti con la traversa di Bogdan e il palo scheggiato da Sciaudone. Finisce con il tripudio dei 300 tifosi del Cosenza e i fischi di quelli del Livorno che con questa sconfitta chiude probabilmente qualsiasi speranza di salvezza. Cosa che invece non si può dire dei rossoblu che portano a casa tre punti vitali, anche se la strada è ancora lunga e la squadra avrà bisogno di tempo e tanto lavoro. E venerdì nuova importante sfida al Frosinone.

Foto Donato

 

Di rapina e su rovesciata, doppio Asencio. Tris di Bruccini

Modulo 4 3 3 per la prima di Pilon sulla panchina del Cosenza. Il tecnico recupera dopo la squalifica Perina, Kanoute e Sciaudone, subito in campo, ma soprattutto rispolvera Carretta nel tridente d’attacco insieme a Pierini e Asencio. Primi 10 minuti tutti di marca rossoblu che pressano alto, prendono subito in mano le redini del centrocampo e al 9′ vanno vicinissimi al goal con la girata di Sciaudone che si libera della marcatura di Agazzi ma conclude sull’esterno della rete. Rizzo scalda i guantoni a Perina con un destro a giro, ma sono sempre i rossoblu a menare le danze e spingere con maggiore convinzione rendendosi ancora pericolosi al 20′ con la conclusione dai 25 metri di Kanoute (larga), il tiro-cross velenoso di Sciaudone, che costringe Plizzari a smanacciare in angolo, e il tiro al volo di Carretta che non inquadra lo specchio. Ma il goal è nell’aria è arriva al 29′ con Asencio che imbeccato in area da un cross di Pierini, prima si fa respingere la sfera da Plizzari, poi è bravo a fiondarsi sulla ribattuta e scaraventare in rete. Passano due minuti e lo stesso Asencio firma la sua doppietta personale con un goal spettacolare. Cross di Carretta, pallone deviato che rimbalza davanti l’attaccante spagnolo che non ci pesna due volte e in rovesciata fulmina Plizzari. Perina si salva sulla conclusione a botta sicura di Rizzo ma sul capovolgimento di fronte il Cosenza cala il tris con Mirko Bruccini che imbeccato in area da un lancio di Sciaudone, controlla la sfera e poi la scaraventa in rete di potenza.

Foto Donato

Cosenza in gestione, traversa di Bogdan palo di Sciaudone

La ripresa si apre con il triplo cambio ordinato da Breda per provare e dare una scossa ad un Livorno impalpabile e fischiato dai suoi tifosi. Fuori, tra primo e secondo tempo, Rizzo e Braken e dentro Di Gennaro e Ferrari e poco dopo Brignola per Murilo. Cosenza in campo con gli stessi undici che ovviamente prova ad addormentare il match gestendo il possesso palla e provando mettere una pietra tombale sul match colpendo in contropiede. Il Livorno ci prova e crea un paio di pericoli con Marras, stoppato da Casasola e Perina, e Del Prato vicino al bersaglio con una girata fulminea in area di rigore. Al 70′ il Livorno rimane in 10 per il doppio giallo ad Agazzi che prima viene ammonito per un fallo su Carretta, poi protesta e finisce sotto la doccia. Sulla susseguente punizione Asencio con una sventola da fuori area sfiora la tripletta personale. Al 76′ Bogdan colpisce al volo un pallone scodellato in area e colpisce in pieno la traversa. Replica del Cosenza con un destro a giro di Sciaudone che scheggia il palo. È l’ultimo vero acuto di una gara che suggella il terzo successo esterno del Cosenza atteso adesso dalla sfida di venerdì al Marulla contro il Frosinone.

 

————————————————————————————————————-

AS LIVORNO CALCIO (4-3-3): Plizzari, Del Prato, Silvestre, Bogdan, Porcino, Luci, Agazzi, Marras, L. Rizzo (46′ Di Gennaro), Murilo (56′ Brignola), Braken (46′ Ferrari)
Panchina: Ricci, Zima, Boben, Awua, Di Gennaro, Morganella, Ferrari, Rocca, Agardius, Brignola, Marsura, Simovic
Allenatore: Roberto Breda

COSENZA CALCIO (4-3-3): Perina, Casasola, Capela, Idda, D’Orazio, Kanoute (87′ Prezioso), Bruccini, Sciaudone, Carretta, Pierini, Asencio
Panchina: Saracco, Quintiero, Bittante, Corsi, Schiavi, Lazaar, Broh, Prezioso, Bahlouli, Machach, Baez
Allenatore: Giuseppe Pillon

Arbitro: Signor Giacomo Camplone di Pescara
Assistenti: Signor Filippo Bercigli di Valdarno e signor Luigi Rossi di Rovigo
IV Uomo: Signor Daniele Minelli di Varese

Ammoniti: D’Orazio (C), Kanoute (C), Brignola (L), Agazzi (L)
Espulsi: Agazzi (L)

Angoli: 2-5
Recupero: 1′ p.t. – 4 s.t.

Note: Pomeriggio soleggiato e mite a Livorno con una temperatura vicino ai 20 gradi. Terreno del Picchi in buon condizioni. Presenti poco più di 3.000 spettatori con almeno 300 tifosi del Cosenza sistemati nel settore di curva.

LE FOTO DEL MATCH DI FRANCESCO DONATO (Qui tutte le altre foto)

 

 




Privacy Preference Center

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config