Eurogoal di Insigne, passa il Benevento. Per il Cosenza l’ennesimo boccone amaro

Decide la perla di Insigne a metà primo tempo. Per il Cosenza è la quinta pesantissima sconfitta consecutiva. Ai rossoblu vicini al pari solo con Pierini, non basta nemmeno un secondo tempo giocato in superiorità numerica

.

COSENZA – Anche il Benevento fa festa al Marulla, porta a casa tre punti fondamentali per chiudere forse definitivamente il discorso promozione, e spinge nel baratro i rossoblu alla quinta pesantissima sconfitta consecutiva. Falcidiato da squalifiche e infortuni, il Cosenza era chiamato alla grande prestazione contro la capolista Benevento, arrivata al Marulla forte dei suoi 51 punti e un ruolino di marcia praticamente immacolato con una sola sconfitta in campionato, 6 pareggi e ben 15 vittorie. Di contro una formazione, quella rossoblu, prigioniera delle proprie paure, inchiodata al terzultimo posto e reduce da quattro sconfitte consecutive. Non era facile e il primo tempo lo ha dimostrato tutto, con la squadra d Briaglia timorosa, poco propositiva e costretta a subire il possesso palla quasi asfissiante delle streghe che dopo aver sfiorato il vantaggio con Letizia poco dopo la mezz’ora sblocca la gara con l’eurogoal di Insigne che ringrazia l’errore di D’Orazio e tira fuori dal cilindro una conclusione alla Del Piero che uccella Saracco. Pierini, che poco prima si era divorato un goal di testa, spara in curva una punizione a due e il primo tempo si chiude tra i fischi del Marulla. Cosenza meglio nella ripresa, sia per l’entrata in campo di Machach e Laazar, ma sopratutto per il rosso diretto a Volta per un fallo su Asencio che lascia il Benevento in 10. Ma il Cosenza, nonostante il grande possesso palla, alla fine crea una sola grande occasione nei minuti di recupero con Pierini che vede la sua conclusione deviata da un grande intervento di Montipò.

 

Foto Francesco Donato

Eurogoal di Insigne, Pierini sprecone

Braglia deve fare di necessità virtù per via delle assenze. Saracco in porta alla prima in campionato, Difesa a tre con Monaco, Idda e Capela, centrocampo a 4 con Casasola e D’Orazio esterni, Bruccini e Prezioso in mezzo. In attacco tridente con Baez, Asencio e Pierini. Primi 20 minuti di gara senza grossi sussulti con il Benevento a fare grande possesso palla e Cosenza attento a chiudere tutti gli spazi e pronto a colpire di rimessa. Al 14′ Moncini spara in curva dal limite. Molto più pericolosa l’incursione al 22′ di Letizia che approfitta della dormita di Monaco per deviare verso la porta di Saracco un filtrante di Schiattarella. Il portiere rossoblu è bravo a respingere di piede. La replica del Cosenza arriva un minuto dopo: D‘Orazio scodella in mezzo e pesca Pierini solo in area piccola. L’attaccante, però, riesce solo a sfiorare di testa e Montipò si salva deviando in angolo. Ma è sempre il Benevento a menare le danze e a trovare anche il goal del vantaggio poco dopo la mezz’ora con Insigne che approfitta dell’errore di D’Orazio per recuperare palla e battere Saracco da posizione decentrata con un tiro a giro meraviglioso e degno del miglior Del Piero. Il Cosenza poco più di 5 minuti dopo ha una ghiotta occasione con una punizione a due in area fischiata per un retropassaggio. Occasione fallita da Pierini che spara addirittura in curva scatenando l’ira del Marulla.

Rosso a Volta ma il Cosenza non sfonda

La ripresa di apre con un doppio cambio ordinato da Braglia. Fuori Prezioso e Capela, dentro Broh e Machach con i rossoblu che si sistemano con il 4 4 2. Cosenza più determinato che crea subito una buona occasione con Baez che affonda sulla destra e lascia partire un diagonale chiama Monitpò alla parata. Sulla respinta Pierini è in ritardo e l’azione sfuma. Al 53′ Volta sgambetta Asencio e il signor Serra gli sventola il cartellino rosso. Sulla susseguente punizione ci prova Pierini dal limite con un destro a giro, ma Montipò è attendo e con un balzo vola a deviare la sfera. Ma la sqaudra di Braglia, che al 27′ si gioca l’ultimo cambio con Lazaar in campo al posto del fischiatissimo D’orazio, nonostante il grande possesso e una presenza quasi costante nella metà campo dei sanniti, fatica a costruire azioni pericolose anche perché il Benevento si difende con ordine chiudendo tutti gli spazi. Allora ci prova Lazaar con una conclusione delle sue da fuori area che esce di poco alta. Al 79′ i rossoblu orchestrano una bella azione sull’asse Lazaar/Asencio e conclusa con un destro da dimenticare del solito Pierini che nel 3′ minuto di recupero calcia a botta sicura dal limite ma trova la miracolosa risposta di Montipò.

 

————————————————————————————————————————–

COSENZA CALCIO (3-4-3): Saracco, Capela (46′ Machach), Idda, Monaco, Pierini, Asencio, D’Orazio, Casasola, Bruccini, Prezioso (46′ Broh), Baez
Panchina: Quintiero, Corsi, Lazaar, Broh, Carretta, Bahlouli, Schiavi, Machach, Bittante
Allenatore: Piero Braglia

BENEVENTO CALCIO (4-3-2-1): Montipò, Letizia, Caldirola, Viola, Volta, Insigne, Hetemaj, Sau (60′ Coda), Schiattarella, Moncini (56′ Del Pinto), Barba
Panchina: Manfredini, Gori, Rillo, Del Pinto, Coda, Pastina, Abdallah, Di Serio
Allenatore: Filippo Inzaghi

Arbitro: Signor Marco Serra di Torino
Assistenti: Signor Vito Mastrodonato di Molfetta e signor Michele Lombardi di Brescia
IV Uomo: Signor Ivan Robilotta di Sala Consilina

Ammoniti: Casasola (C), Prezioso (C), Schiattarella (B), Capela (C), Pierini (C), Caldirola (B)
Espulsi: Volta (B)

Angoli: 2-5
Recupero: 2′ p.t. – 4 s.t.

Note: Serata fredda e umida a Cosenza con una temperatura di 5 gradi. Terreno del Marulla in ottime condizioni. Presenti 5.219 spettatori (3471 paganti + 1739 abbonati) per un incasso totale di 44.557 euro. Nel settore ospiti 155 tifosi del Benevento

Le foto del match a cura di Francesco Donato (Qui tutte le altre foto)




Privacy Preference Center

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config