Amara la prima di Rigoli sulla panchina del Rende. Lo scontro salvezza va al Bisceglie

Match equilibrato e avaro di occasioni per tutto il primo tempo, deciso in apertura di ripresa dal colpo di testa di Montero che regala 3 punti di platino ai pugliesi in ottica salvezza e lasciano il Rende al terzultimo posto

.

BISCEGLIE (BA) – Esordio amaro per Pino Rigoli alla prima sulla panchina del Rende che torna sconfitto dalla trasferta di Bisceglie (si recuperava la prima di ritorno non disputata per lo sciopero della Serie C) che ritrova il successo dopo 4 mesi grazie al guizzo del suo bomber Montero che in apertura di secondo tempo trova il colpo di testa vincente che regala 3 punti pesantissimi nella corsa salvezza ai pugliesi e condanna ben oltre i loro demeriti i biancorossi che non soffrono praticamente mai in tutto il primo tempo, gestito con ordine, ma sprecano con Rossini l’occasionissima del pareggio a metà secondo tempo, prima di rimanere in 10 nel finale di gara per il rosso diretto a Blaze che in pratica chiude ogni velleità di rimonta.

Primo tempo combattuto, molto equilibrato ma avaro di emozioni e con pochissime occasioni da una parte e dell’altra. Il Rende si fa vivo intorno al 20′ con un colpo di testa di Fortino che termina di poco alto sulla traversa, il Biceglie replica con un colpo al volto in area di Romani che finisce a lato. Per il resto gioco spesso spezzettato e tanti errori nei passaggi anche per le pessime condizioni del manto erboso dello stadio Ventura.

La ripresa si apre con il lampo di Montero, al sesto goal stagionale, che sblocca la gara su un calcio piazzato. L’attaccante spagnolo è bravo a fiondarsi sul pallone scodellato in area, e di testa infilarlo nell’angolo alla sinistra di Savelloni che non può nulla. Il Rende accusa il colpo e al 62′ Savelloni deve distendersi per neutralizzare un altro colpo di testa, quello di Ebagua dimenticato in area di rigore. Ma al 69′ è Rossini a divorarsi un’occasione colossale per pareggiare l’incontro. Sulla punizione di Vitofrancesco il pallone, dopo una deviazione, arriva nel cuore dell’area sui piedi dell’attaccante biancorosso che ha tutto il tempo per controllare ma la sua conclusione con la punta si perde di un niente alla destra di Borghetto. Al minuto 82′ è Gatto a sfiorare il raddoppio con un destro a giro che esce di pochissimo. Passano due minuti e il Rende resta in dieci uomini: Blaze sgambetta Turi in ripartenza. Il signor Kumara di Verona gli sventola il cartellino rosso. I biancorossi ci provano, ma è il Bisceglie ad andare ancora alla conclusione in pieno recupero con Rafetraniaina che impegna Savelloni con un tiro dalla distanza. Poi il triplice fischio finale che condanna ad una nuova sconfitta i biancorossi.

—————————————————————————–

BISCEGLIE (3-5-2): Borghetto, Nacci, Mastrippolito (65′ Petris), Armeno, Montero, Rafetraniaina, Ebagua (70′ Gatto), Romani (81′ Ungaro), Karkalis, Turi, Hristov
Panchina: Casadei, Tarantino, Gatto, Camporeale, Abockelet, Longo, Sierra, Lingaro, Ferrante, Tessadri, Zibert, Petris
Allenatore: Gianfranco Mancini

RENDE (4-4-2): Savelloni, Ampollini, Collocolo (73′ Morselli), Libertazzi (85′ Cipolla (91′ Godano)), Vivacqua, Rossini, Blaze, Nossa, Fornito (73′ Giannotti), Murati, Vitofrancesco
Panchina: Palermo, Borsellini, Cipolla, Origlio, Godano, Germinio, Morselli, Ndiaye, Giannotti
Allenatore: Giuseppe Rigoli

Aribitro: Signor Sajmir Kumara di Verona
Assistenti: Signori Andulajevic di Messina e De Pasquale di Barcellona Pozzo di Gotto

Ammoniti: Nossa (R), Karkalis (B), Montero (B), Ebagua (B), Ampollini (R), Murati (R)
Espulsi: Blaze (R)

Angoli: 4-0
Recupero: 1′ p.t. – 4′ s.t.

Note: Pomeriggio fresco a Bisceglie con una temperatura di 15 gradi. Terreno dello stadio Ventura in pessime condizioni. Presenti poco più di 800 spettatori con rappresentanza ospite