Sosta e mercato, il punto sul campionato di Serie B

Con la Serie B ferma per la sosta invernale, occhi puntati sul mercato con le squadre a caccia del colpo giusto per rafforzare gli organici. Vale tanto per chi ambisce alla promozione ma anche e sopratutto per chi cerca la spint salvezza come il Cosenza

.

COSENZA – Il campionato di Serie B è fermo per la tanto attesa sosta invernale ed i tempi paiono finalmente maturi per tirare i primi bilanci della stagione mentre il calciomercato di riparazione sta per entrare nel vivo. Come si legge anche alla pagina della Gazzetta, in zona promozione diretta il Benevento pare essere sempre più l’assoluto favorito per la vittoria del campionato, mentre sia in zona playoff, che in zona retrocessione, la lotta diventa sempre più serrata, con diverse le compagini chiamate al salto di qualità. Tra queste c’è anche il Cosenza che, dopo un avvio di stagione estremamente negativo, nonostante l’ultimo stop a Castellammare di Stabia pare aver ritrovato sé stesso e punta ad abbandonare quanto prima le zone meno nobili della classifica sfruttando le giuste motivazioni, come più volte ha detto anche mister Braglia.

Il Benevento è sempre più padrone del campionato

Alla vigilia del campionato, tifosi ed addetti ai lavori avevano sicuramente individuato Empoli, Frosinone e Chievo Verona come le assolute favorite per la promozione diretta in Serie A. Le tre retrocesse, forti anche dell’ingente somma di denaro proveniente dal cosiddetto paracadute, erano riuscite ad allestire una rosa decisamente competitiva e puntavano con forza al ritorno in massima serie. Tutte e tre, tuttavia, vuoi per un motivo, vuoi per un altro, non sono riuscite a rispettare le aspettative ed oggi la testa della classifica è stabilmente occupata dal Benevento. I sanniti, grazie ai 46 punti sin qui ottenuti, frutto di 14 vittorie, quattro pareggi e una sola sconfitta, vantano ben 15 punti di vantaggio sul terzo posto attualmente occupato dal Crotone e stando alla pagina https://www.betfair.it/sport sono ormai i favoriti indiscussi per il raggiungimento della promozione diretta in Serie A. Alle loro spalle, troviamo invece la sorpresa Pordenone, con i ramarri che sotto la guida Tesser stanno impressionando per la qualità di gioco espresso e per la sorprendente serie positiva di risultati trovata.

 

Le ambizioni stagionali dei lupi

Dopo aver chiuso il passato campionato a ridosso della zona playoff, alla vigilia di questa stagione c’era enorme attesa nello scoprire come si sarebbe comportato il Cosenza. La squadra di mister Braglia aveva infatti migliorato ulteriormente il proprio organico e puntava alle zone nobili della classifica. Le cose, nonostante la giusta reazione alla fine del girone di andata, non sono tuttavia andate come previsto e dopo 19 giornate i lupi si ritrovano invischiati in zona retrocessione, anche se è forte la sensazione che i rossoblu abbiano a propria disposizione tutte le qualità per tornare a breve nelle zone che più gli competono. La lotta per non retrocedere è più aperta che mai e, complice anche la classifica molto corta, sono diverse le compagini che si ritrovano in lotta per ottenere la permanenza in cadetteria. I calabresi, ad oggi, distano solo tre punti dalla zona salvezza diretta attualmente occupata dall’Empoli ed alla ripresa del campionato Braglia e i suoi ragazzi saranno chiamati a trovare quella continuità di risultati che sino ad ora è mancata. Quando è stata disputata la prima metà della Serie B 2019-2020, l’impressione è che anche quest’anno il campionato cadetto ci regalerà emozioni a non finire. I tifosi del lupi, dal canto loro, sperano che quanto prima i propri beniamini possano uscire dalla difficile situazione in cui sono piombati, per poi puntare alla non irraggiungibile zona playoff.