Sfida salvezza alla Juve Stabia. Cosenza sconfitto al 90′ da un rigore di Forte

Match avaro di occasioni deciso al 90′ da un calcio di rigore di Forte fischiato per un fallo di mani di Capela. Il Cosenza si divora il pareggio al 95′ con Idda e chiude il 2019 con una sconfitta amara che lascia i rossoblu al terzultimo posto

.

CASTELLAMMARE DI STABIA (NA) – Si chiude con una sconfitta il 2019 e il girone d’andata del Cosenza, che esce sconfitto dalla sfida salvezza contro la Juve Stabia (apparsa in verità squadra non certo insuperabile) che proprio sul gong trova 3 punti di platino grazie ad un calcio di rigore trasformato da Forte e fischiato per un netto fallo di mano di Capela sulla conclusione ravvicinata di Addae. Il Cosenza, mai pericoloso in tutta la gara, al 95′ ha sui piedi di Idda la palla del pareggio, ma il difensore sardo da due passi non riesce a correggere in rete il cross di Lazaar e dopo 6′ minuti di recupero la gara si chiude con il Menti in festa per una vittoria che allontana gli uomini di Fabio Caserta dalla zona rossa, dove invece rimane con tutti e due piedi il Cosenza che tornerà in campo tra due settimane contro il Crotone quando inizierà il girone di ritorno.

 

Grande intensità ma poche occasioni

Braglia conferma il 3 4 3 e sostituisce l’acciaccato Monaco con Capela e sopratutto lo squalificato Bruccini a centrocampo con Sciaudone. Per il resto in campo vanno i nove undecisimi che hanno conquistato le ultime due vittorie consecutive. Grande spettacolo di tifo al Menti con quasi 800 tifosi del Cosenza a riempire il settore ospiti. Ritmi subito alti e grande intensità in campo anche se la prima occasione arriva al 10′ da calcio piazzato. Gran sinistro a giro di Forte dal limite, splendida risposta di Perina a due mani che vola a deviare in angolo. Al 16′ brivido in area rossoblu con un pallone calciato in area da Calò che ballonzola pericolosamente vicino la linea di porta. Sono le vespe a fare la gara con i rossoblu attenti a coprire tutte le zone del campo e pronti a colpire di rimessa. Ma in tutto il primo tempo, fatta eccezione per qualche cross pericoloso scodellato in area, il Cosenza non si rende mai pericoloso. Di contro al minuto 39 la Juve Stabia crea la seconda occasione del primo tempo con una bella conclusione al volo in area di Addae, che approfitta di un pallone prolungato all’indietro da Capela. Pallone che sorvola di poco la traversa. È in pratica l’ultima occasione del primo tempo che si chiude senza recupero.

Il rigore di Forte gela il Cosenza al 90′. Idda si divora il pari

La ripresa si apre con gli stessi 22 del primo tempo ed un Cosenza più determinato che al 50′ prova a colpire con Idda anticipato sul più bello dall’uscita disperata di Russo. Due minuti più tardi Machach libera Baez con un colpo di tacco. Cross in mezzo per Riviere che non riesce a girare verso la porta della Juve Stabia. La gara si mantiene viva con le due sqaudra a lottare su ogni pallone ma di occasioni ne arrivano con il contagocce. Al 73′ Braglia richiama D’Orazio per Lazaar e 5 minuti più tardi butta nella mischia Pierini per Machach. Il Cosenza tira i remi in barca provando a difendere lo 0 a 0 ma proprio nell’ultimo minuto Capela la combina grossa deviando con una mano la conclusione di Addae. Calcio di rigore che Forte trasforma spiazzando Perina. I rossoblu si buttano in avanti alla disperata ricerca del pareggio che Idda si divora non correggendo sotto porta un pallone messo in area da Lazaar. Dopo 6′ di recupero la festa è solo del Menti per una vittoria che spinge gli uomini di Caserta fuori dalla zona rossa.

 

 

————————————————————————————————————————-

SS JUVE STABIA (4-3-3): Russo, Vitiello, Troest, Fazio, Ricci, Addae, Buchel (60′ Mallamo), Calò, Canotto (62′ Cissè), Forte, Bifulco (77′ Rossi)
Panchina: Branduani, Lia, Boateng, Melara, Rossi, Di Gennaro, Izco, Todisco, Del Sole, Germoni, Mallamo
Allenatore: Fabio Caserta

COSENZA CALCIO (3-4-3): Perina, Idda, Capela, Legittimo, Corsi, Sciaudone, Broh, D’Orazio (73′ Lazaar), Baez (82′ greco), Riviere, Machach (79′ Pierini)
Panchina: Saracco, Bittante, Monaco, Schiavi, Greco, Trovato, Lazaar, Litteri, Pierini
Allenatore: Piero Braglia

Arbitro: Signor Gianluca Aureliano di Bologna
Assistenti: Signor Niccolò Pagliardini di Arezzo e signor Orlando Pagnotta di Nocera Inferiore
IV Uomo: Signor Giacomo Camplone di Pescara

Ammoniti: Sciaudone (C), Legittimo (C), Ricci (J), Calò (J), Corsi (C), Capela (C)
Espulsi:

Angoli: 7-4
Recupero: 0′ p.t. –

Note: Pomeriggio freddo e ventilato a Castellammare di Stabia con una temperatura vicino ai 10 gradi. Terreno del “Menti” in erba sintetica di ultima generazione. Presenti poco più di 4.500 spettatori con 800 tifosi del Cosenza sistemati nel settore ospiti. Al 93′ Espulso il DS Trinchera dalla panchina.

LE FOTO DEL MATCH DI FRANCESCO DONATO (Qui tutte le altre foto)