ASCOLTA RLB LIVE
Search

Cosenza, non basta la doppietta di Pierini. A Trapani arriva il sesto pareggio stagionale

Match deciso nel primo tempo con il goal lampo di Pierini dopo 6′ minuti. Moscati e Pettinari (in netto fuorigioco) ribaltano la gara, prima del pareggio siglato ancora da Pierini in chiusura di primo tempo. Nella ripresa palo di Scaglia e occasione per Baez. Espulsi nel finale Capela e Pagliarulo

.

TRAPANI – Finisce con un 2 a 2 che sicuramente serve più al Cosenza che al Trapani ma che alla fine cambia di poco anche la situazione di classifica dei rossoblu che fanno un piccolo passetto in avanti per agguantare lo Spezia a 12 punti. Partita bella e avvincente nel primo tempo sbloccata al 6′ da Pierini, schierato in campo al posto di Carretta, che approfitta dell’errore di Taugourdeau per involarsi in porta, dribblare due avversari e insaccare di punta sull’uscita di Carnesecchi. Il Trapani però non molla e dopo aver pareggiato con una conclusione di Moscati deviata da Idda, mette in naso avanti con Pettinari, che dopo aver sfiorato il vantaggio un minuto prima con una spettacolare rovesciata deviata da Perina, due minuti dopo ribadisce in rete una respinta dello stesso numero 1 del Cosenza, anche se l’attaccante granata è in netto fuorigioco. I rossoblu però proprio sul finale di primo tempo riescono a riequilibrare il match con la doppietta di Pierini che riceve un assist di Sciaudone e con uno scavetto delizioso fa secco il portiere in uscita. Nel secondo tempo subito una buona occasione per Baez, ma il pericolo maggiore lo creano i padroni di casa con un sinistro violentissimo di Scaglia che si stampa sul palo. Nel finale di gara i rossoblu battono 5 angoli consecutivi senza esito. Su uno di questi Pagliaruolo e Capela si strattonano a vicenda e vengono espulsi.

Doppio Pierini ma il Trapani c’è

Squadra che vince non si tocca. E così mister Braglia manda in campo gli stessi 11 che hanno battuto la Cremonese al Marulla con la sola eccezione di Pierini, schierato nel tridente d’attacco al posto di Carretta. Dopo soli 6′ minuti la scelta di Braglia si rivela azzeccata perché proprio Pierini porta in vantaggio il Cosenza. L’ex Spezia ruba palla a Taugourdeau e si invola verso la porta, salta un difensore e sull’uscita di Carnesecchi insacca sul primo palo anticipando il portiere con un tocco di punta. Il Trapani accusa il colpo e Bruccini prova ad approfittarne con un conclusione parata da Carnesecchi. Al 17′ però i granata riacciuffano il pari. Mocati riceve palla al limite e calcio al volo verso la porta di Perina. Il pallone colpisce Idda e assume una traiettoria imprendibile per il portiere rossoblu che raccoglie la palla in fondo al sacco. Il pareggio resetta il match ed anche il Cosenza che sembra spegnersi con il passare dei minuti. Ne approfitta il Trapani che prima sfiora il vantaggio al 41′ con una super rovesciata di Pettinari deviata in angolo dalla grande risposta di Perina che si ripete due minuti più tardi sul colpo di testa di Scaglia. sulla ribattuta però il più lesto è Pettinari che da due passi insacca ma la sua posizione è di fuorigioco. Il Cosenza ha però la forza di rialzarsi e a pochi secondi dalla fine della prima frazione, trova il pareggio con lo scavetto di Pierini che lanciato da un assist di Sciaudone, supera il portiere e sigla la sua personale doppietta.

Foto Francesco Donato

Palo di Scaglia, rosso per Capela e Pagliarulo

La ripesa si apre con gli stessi 22 della prima frazione e con un Cosenza più determinato che al 53′ costruisce una buona occasione con la grande giocata di Baez al limite che si libera di due avversarsi e conclude con un diagonale velenose che esce di poco. Kanoute ci prova dai 30 metri con un destro che non impensierisce Carnesecchi, ma è il Trapani a far tremare la porta del Cosenza con un sinistro di Scaglia dal limite che colpisce il palo interno e attraversa tutta la linea di porta. La replica di rossoblu al 68′ con una conclusione volante di Sciaudone che termina fuori. Braglia cambia inserendo Machach, Broh e D’Orazio, ma dopo la mezz’ora i ritmi calano vertiginosamente. Nel finale il Cosenza collezione angoli a ripetizione mentre Pagliarulo e Capela si strattonano in area e finiscono entrambi negli spogliatoi espulsi dal signor Pontrera. Non bastano 6′ di recupero, il risultato non cambia e le due squadre potano a casa un pareggio che serve a poco soprattutto al Trapani.

————————————————————————————————————————

TRAPANI CALCIO (3-5-2): Carnesecchi, Pagliarulo, Taugourdeau, Scognamillo, Corapi (59′ Tulli), Scaglia (72′ Luperini), Fornasier, Colpani (59′ Aloi), Del Prete, Moscati, Pettinari
Panchina: Dini, Stancampiano, Da Silva, Jakimovski, Minelli, Cauz, Aloi, Candela, Canino, Luperini, Colpani, Biabiany, Scaglia
Allenatore: Francesco Baldini

COSENZA CALCIO (4-3-3): Perina, Capela, Idda, Pierini (72′ Machach), Sciaudone, Legittimo (64′ D’Orazio), Bruccini, Bittante, Rivere, Kanoute, Baez
Panchina:  Quintiero, Saracco, Corsi, Broh, Carretta, Litteri, D’Orazio, Machach, Greco, Trovato, Monaco
Allenatore: Piero Braglia

Arbitro: Signor Alessandro Prontera di Bologna
Assistenti: Signori Marco Scatragli di Arezzo e Alessio Berti di Prato
IV Uomo: Signor Francesco Cosso di Reggio Calabria

Ammoniti: Del Prete (T), Legittimo (C), Colpani (T), Aloi (T), Pagliarulo (T), Capela (C)
Espulsi: Capela (C), Pagliarulo (T)

Angoli: 2-8
Recupero: 2′ p.t. –

Note: Pomeriggio nuvoloso e ventoso a Trapani ma senza pioggia con una temperatura vicina ai 20 gradi. Terreno del Provinciale in buone condizioni. Presenti poco più di 3.000 spettatori con almeno 160 tifosi del Cosenza

Le foto del match di Francesco Donato