ASCOLTA RLB LIVE
Search

Stadio Marulla, confronto duro ma costruttivo in commissione. Fumata bianca vicina

Nonostante l’acceso confronto e le reciproche prese di posizione, arriva comunque un’apertura da Comune e Cosenza Calcio per trovare l’intesa ed entro domani, firmare la convezione sullo stadio Marulla, atto fondamentale da spedire alla Lega insieme all’ok sull’agibilità

 

COSENZA – Prove di disgelo tra il Cosenza Calcio e il Comune sulla questione relativa alle problematiche dello stadio “San Vito- Marulla” che ha tenuto banco nelle ultime settimane, preoccupando, e non poco, tutti i tifosi. Prima lo scambio di missive con cifre, costi e numeri, poi i piedi puntati da entrambe le parti e le frecciatine attraverso dichiarazioni e comunicati stampa per ribadire, ognuno, le proprie irremovibili posizioni. Una matassa ingarbugliatissima che si è cercato di sbrogliare questa mattina in una partecipata audizione in commissione Sport. Attorno al tavolo si sono seduti i rappresentanti della società rossoblu, guidati dal responsabile della sicurezza Luca Giordano (in rappresentanza del presidente Gurascio), il responsabile amministrativo Daniel Inderst e la dirigente responsabile della gestione Roberta Anania e quelli di Palazzo dei Bruzi rappresentati dall’assessore allo sport Carmine Vizza, gli ingegneri Converso e Filice con il presidente della commissione Gaetano Cairo.

Comune e società hanno confermato le proprie ragioni, discutendo a volte anche a muso duro, sopratutto sulla questione relativa al manto erboso ed ai lavori da eseguire. Giordano ha fatto presente che i lavori dello scorso anno, nonostante la buona volontà e l’interesse del Comune nel realizzarli, sono stati fatti male ed hanno costretto il Cosenza Calcio a spendere in pochi giorni 100.000 euro per interventi tampone di drenaggio al manto erboso con la tecnica delle “micro slit che, continua Giordano, è migliorativo ma non risolutivo del problema. Una spesa, quella sostenuta dalla società, che supera di gran lunga quella della convezione che è di 50.000 euro all’anno e quindi il Cosenza chiede al Comune di scomputare questa cifra nella convezione. Per l’assessore Vizza invece il problema è a monte, visto che i dirigenti del Comune hanno prodotto atti al Cosenza Calcio richiedendo i pagamenti dei ticket degli anni che sono ben superiori ai 100.000 euro, che il Cosenza chiede, quindi quanto dichiarato dalla società non è sostenibile.

Atto giuridico del rapporto tra società e Comune indispensabile

Ma la questione più rilevante e assolutamente imprescindibile per il Comune, è l’assoluta necessità di sottoscrivere un documento giuridico tra le due parti e si sottolinea che il rapporto tra l’Amministrazione (ente proprietario dell’impianto) e la società Cosenza Calcio (beneficiaria) non è regolato attualmente da nessun documento valido e in nessun caso è possibile derogare da questo tipo di rapporto e da quello che la legge prevede visto che per ora c’è solo una bozza di convenzione siglata tra le parti, ma non ancora regolarizzata. E l’esempio portato da Vizza è quello relativo, ad esempio, all’avviso di accertamento effettuato dal Comune alla società e relativo al mancato pagamento delle pubblicità dal 2012. La società invece, non ritiene questi soldi dovuti, ed è per questo che ha presentato ricorso alla commissione provinciale. Ma questo, dichiara Vizza, era comunque obbligo dei nostri uffici compiere l’accertamento e gli atti previsti dalla legge in termine di regolarità amministrativa, altrimenti sarebbe ci sarebbe stata un’omissione. Per Vizza se la società vuole può anche pagare solo un ticket e non una convezione, ma serve sottoscrivere l’accordo.

Firma della convezione e ok agibilità “documenti primari”

Alla fine, dopo l’acceso confronto, si è cercato di trovare una soluzione e l’intento di tutte e due le parti è stato comunque quello mettere una volta per tutte la parola fine all’annosa questione. Anche perché dietro l’angolo ci sono una serie di adempimenti e documenti da completare. La società per prima cosa deve mettere nero su bianco l’accordo di convezione d’uso con il Comune. Il Cosenza, infatti, deve comunicare alla Lega quale sarà l’impianto che utilizzerà nella prossima stagione. Poi serve avere l’0k sull’agibilità da parte della commissione di vigilanza. Giordano li ha definiti documenti primari che entro il 3 giugno dovranno essere spediti alla Lega. Senza dimenticare che per fine giugno servirà mettere nuovamente mano al manto erboso, terminare di installare tutti gli altri sediolini mancanti ed effettuare i lavori richiesti alla curva Nord Catena. Per questo domani ci sarà un incontro forse definitivo che dovrebbe portare alla firma della convezione. In tal senso dal Comune arriva la conferma “che domani l’assessore allo sport Carmine Vizza, dinanzi alle problematiche emerse, ai fini dell’iscrizione al prossimo campionato del Cosenza Calcio, ha convocato per le ore 12,00, a Palazzo dei Bruzi, un incontro risolutivo tra il Comune e la Società rossoblù per la definizione degli ultimi dettagli”.