Cosenza Venezia

Cosenza, festa salvezza per i 10.000 del Marulla. Goal da cineteca di Tutino

Arriva il punto che certifica la matematica salvezza del Cosenza in un match avaro di emozione, deciso dalla rovesciata spettacolare di Tutino a fine primo tempo e dalla  zampata di Bocalon a inizio secondo tempo. Festa per i 10.000 del Marulla

.

COSENZA – Obiettivo raggiunto. Il Cosenza certifica la permanenza in serie B anche con la matematica, arrivata dopo il pareggio per 1 a 1 contro il Venezia, che invece dovrà ancora lottare nelle ultime due gare per capire se ci sarà la possibilità della salvezza diretta (ancora possibile in caso di due successi e qualche incastro giusto) o eventuali i play-out. Non è stata una gara entusiasmante quella del Marulla, decisa alla fine da due lampi. Quello di Tutino è da antologia. L’attaccante napoletano che mette a segno la sua decina rete stagionale con una spettacolare rovesciata su assist di Palmiero a fine primo tempo. Nella ripresa il pareggio quasi immediato di Bocalon che fa secco Perina con un destro sotto porta. Poi più nulla fino al triplice fischio finale con la festa dei 10.000 del Marulla e il giusto tributo alla squadra che riceve applausi e cori di incitamento per un campionato che resta straordinario. Ora l’ultimo match a Salerno con la possibilità di spingere i campani i zona play-out.

Cosenza Venezia

Ritmi lenti, poi il goal da cineteca di Tutino

Si gioca davanti una grande cornice di pubblico, accorso al Marulla per l’ultima in casa dei rossoblu schierati in campo da Braglia con il 3-5-2. Primi 15 minuti al piccolo trotto nel quale l’unico sussulto lo crea il Venezia con il sinistro di Pinato che si perde sul fondo. Al 17′ lagunari ancora al tiro con Bocalon che da buona posizione prova a sorprendere Perina con un tocco morbido che termina alto sulla traversa. Il Cosenza tiene in mano il pallino del gioco ma fatica a rendersi pericoloso. Intorno alla mezz’ora i rossoblu hanno sussulto con tre corner consecutivi senza esito. Al 34′ azione personale di Embalo che supera in dribbling due difensori e prova a superare Vicario calciando però sul fondo da posizione impossibile. Il primo tempo sembra chiudersi sul nulla di fatto quando al 44′ arriva la magia di Tutino che sblocca la gara incastonando il suo decimo centro stagionale. Pallone scodellato in area da Palmiero, l’attaccante rossoblu si coordina e in rovesciata spedisce il pallone nell’angolo basso facendo esplodere il Marulla. Al 45′ Bruccini prova a sorprendere Vicario fuori dai pali con un pallonetto che si perde sulla traversa.

Cosenza Venezia

 

Secondo tempo

La ripresa si apre con l’infortunio di Pinato (scontro di gioco con Tutino) ma sopratutto con il pareggio del Venezia, a segno al 54′ con Bocalon. L’attaccante raccoglie un pallone sporco in area e batte Perina con un potente destro sotto porta. I ritmi, già da fine campionato, crollano vertiginosamente e di occasioni goal nemmeno l’ombra con le due squadre preoccupate più a far scorrere il cronometro che a cercare il goal vittoria. Per annotare un’azione degna di nota ci vuole il minuto 80′ quando una punizione di Bruccini calciata sul primo palo termina sull’esterno della rete. Poi più nulla fino al triplice fischio finale che sancisce la matematica permanenza del Cosenza in Serie B.

 

——————————————————————————————————————————-

COSENZA CALCIO (3-5-2): Perina, Capela, Idda (77′ Schetino), Palmiero, Embalo (70′ Maniero), D’Orazio, Sciaudone, Legittimo, Bruccini, Tutino, Bittante (76′ Bittante)
Panchina: 
Saracco, Quintiero, Mungo, Litteri, Schetino, Trovato, Garritano, Hristov, Maniero, Baez
Allenatore: 
Piero Braglia

VENEZIA FC (3-5-2): Vicario, Coppolaro, Modolo, Domizzi (76′ Fornasieri), Pinato (52′ Vrioni), Zennaro (45′ S.T. Clair), Mazzan, Sagre, Shiavone, Zampano, Bocalon
Panchina: Facchin, Lezzerini, Fornasier, Zigoni, S.T. Clair, Besea, Rossi, Cernuto, Garofalo, Vrioni, Soldati
Allenatore: 
Serse Cosmi

Arbitro: Signor Daniele Minelli della sezione di Varese
Assistenti: Signor Edoardo Raspollini di Livorno e signor Marco Scatragli di Arezzo
IV Uomo: Signor Francesco Guccini di Albano Laziale

Ammoniti: Domizzi (V), Palmiero (C), Mazzani (V), S.T. Clair (V), Fornasier (V)
Espulsi:

Angoli: 3-6
Recupero: 0′ p.t. –

Note: Pomeriggio soleggiato e gradevole a Cosenza con una temperatura di 20 gradi. Terreno del Marulla in ottime condizioni. Presenti 10.234 spettatori (7.962 paganti + 1.538 abbonati) per un incasso di 98.680 euro. Nel settore ospiti 40 tifosi del Venezia. In curva Nord oltre 500 ragazzi delle scuole e scuole calcio. Prima del fischio d’inizio il presidente sella Serie B Balata ha consegnato un assegno dal 20.000 euro donato dalla Lega all’associazione Gennaro Placco per le vittime del Raganello.

LE FOTO DEL MATCH