ASCOLTA RLB LIVE
Search

Ai Campionati italiani giovanili di Squash la Scorpion cala il Poker

140 giovani atleti alle finali nazionali del campionato italiano giovanile figs, per sei titoli. Quattro sono stati conquistati dalla squadra rendese

 

RENDE (CS) – Sembrano non fare più notizia le vittorie della squadra del presidente Belvedere allenata da mister Speranza, dai titoli conquistati con una successione impressionante sembra che il team rendese svolga tutto con troppa facilità tanto da fare apparire questa disciplina semplice, poco faticosa e per nulla diffusa. La realtà è invece totalmente diversa, lo Squash risulta tra gli sport più dispendiosi e  completi dal punto di vista fisico, basti pensare che coinvolge tutte le capacità motorie condizionali e coordinative e che in un’ora di partita si arriva a bruciare più di 1000 calorie.

A ragione di quanto detto in quest’ultimo week end presso il centro tecnico federale di Riccione sono giunti 140 giovani e agguerriti atleti alle finali nazionali del Campionato italiano giovanile figs, in palio ben 6 titoli nazionali. Alla fine dei giochi ben 4 di essi sono stati conquistati dai ragazzi della Asd Squash Scorpion.

Per la cronaca il titolo under 15 maschile è andato al barese Daniele De Bartolomeo e quello under 17 femminile alla anglo-italiana Lotti Taylor French, dopodiché era un  tripudio rendese. Nel tabellone under 15 femminile Stella De Marco ha conquistato la prima stella per il club rendese, sbaragliando la concorrenza ed arrivata in finale contro l’atleta di casa Yasmine Ghini si è imposta per 3 set a 0.

 

 

Dal tabellone under 17 maschile è giunta la vittoria più inaspettata, Goffredo Scanga partito come testa di serie n.8, negli ottavi ha rifilato un facile 3 a 0 al riminese Filippo Ferrini , nei quarti contro il forte trevigiano Tiberio Negro si è ripetuto con il punteggio di 11-2, 13-11, 11-4, ma era in semifinale che ha compiuto il suo capolavoro contro il campione in carica uscente Mattia Mulazzani, surclassandolo per 11-9, 11-4, 11-4. In finale contro il ligure Davide Mollica la partita iniziata nel peggiore dei modi sotto di 2 set 11-13 e 9-11, Scanga ha recuperato nel terzo set per 11-9, per poi demolire per 11-2 e 11-4 il suo avversario.

Nell’under 19 femminile tutto facile per Cristina Tartarone che come da pronostico ha surclassato in semifinale la giocatrice del Kendro di Triggiano Giorgia Balzano per 11-1, 11-2, 11-3, ed in finale la italo-finlandese Petra Paunonen per 11-4, 11-8, 11-1, conquistando l’ennesimo titolo italiano.

 

 

Federico Belvedere già campione italiano nelle categorie 15 e 17 delle edizioni precedenti, all’ultimo anno della sua permanenza nei giocatori juniores aveva la voglia di lasciare il segno anche nell’under 19. Negli ottavi e nei quarti battuti rispettivamente il Vicentino Francesco Borso ed il catanese Michele Gusmano, ha affrontato in semifinale l’ ostico veneto Giacomo Dalle Molle che ha regolato per 3 set a 0. In finale ad attenderlo c’era  il suo compagno di nazionale Geremia Bicego, con il quale la prossima settimana volerà a Praga insieme a Cristina Tartarone per difendere i colori azzurri nel campionato Europeo a squadre under 19.

La partita che ha  concluso la manifestazione si preannunciava difficile, ma dopo un avvio equilibrato, Belvedere mostrava colpi di gran classe uniti ad una tenuta atletica brillante e con un eloquente 3 a 0 si assicurava partita e titolo italiano. Ciliegine sulla torta anche le affermazioni del festival giovanile riservati agli under 13, nelle quali Carmine Chiappetta ha sbaragliato ogni genere di confronto annichilendo tutti i suoi avversari ed arrivando primo per distacco ai quali si aggiunge il bel terzo posto conquistato da Vincenzo Caputo.  Soddisfazioni infine anche nell’  under 13 femminile con  l’ottimo bronzo di Rosanna Ferrato e nell’under 11 l’argento di Flavia Miceli.