Lecce Cosenza

Garritano illude, poi l’uragano La Mantia abbatte il Cosenza. Il Lecce vola al comando

Non basta un ottimo primo tempo giocato alla grande e il vantaggio lampo di Garritano. Tabanelli pareggia subito, poi nella ripresa La Mantia sigla una doppietta nel giro di 4′ minuti che manda il Lecce in orbita. 

.

LECCE – Come all’andata il Lecce fa sua l’intera posta in palio, batte 3 a 1 il Cosenza e centra la terza vittoria nelle ultima quattro gare che significa aggancio al Brescia al comando della classifica di Serie B. Che fosse un match difficile e pieno di insidie si sapeva, ma il Cosenza ha comunque di che recriminare dopo un ottimo primo tempo giocato a viso aperto e sbloccato da Garritano dopo appena 1′ minuto di gioco (con annessa esultanza alla “naftalina”) che scatta sul filo del fuorigioco e scaraventa in rete un assist di Tutino. Nonostante l’immediato pareggio di Tabanelli, che indovina l’angolo basso con un gran tiro dalla distanza che sorprende Perina, i rossoblu giocano, creano e sprecano con Mungo ed Embalo rischiando solo sul colpo di testa di Falco. Ma è in apertura di ripresa che il match cambia totalmente volto con la doppietta pesantissima dell’ex La Mantia che nel giro di 4′ minuti chiude a doppia mandata la gara prima incornando di testa un cross di Petriccione e poi appoggiando di piatto l’assist di Mancosu: 15 reti in campionato per l’attaccante laziale che non esulta per rispetto alla sua ex squadra. Una mazzata per il Cosenza che in pratica tira i remi in barca mollando con la testa molto probabilmente già alla sfida salvezza di domenica contro il Crotone che a questo punto può valere una stagione.

Lecce Cosenza

 

Subito Garritano, pari di Tabanelli. Ma è un ottimo Cosenza

Rossoblu in campo con alcune novità di formazioni. Ci sono Mungo e Garritano a centrocampo a supporto di Embalo e Tutino di punta. Sono passati esattamente 70 secondi quando l’attaccante napoletano costruisce il vantaggio del Cosenza imbucando in area un pallone al bacio sul quale si avventa Garritano, scattato sul filo del fuorigioco, bravo ad anticipare Vigorito e scaraventare in rete. Il Lecce ha il merito, ma anche la fortuna, di trovare praticamente subito il pareggio: La Mantia appoggia per Tabanelli che dal limite dell’area lascia partire un gran destro che rimbalza proprio davanti a Perina proteso in tuffo insaccandosi nell’angolo basso. Fuochi d’artificio al Via Del Mare anche perché il Cosenza continua ad attaccare e creare scompiglio nella difesa giallorossa che al minuto 9′ trema: Embalo se ne va a destra, entra in area e appoggia per Mungo che liscia la prima conclusione e manda alta di pochissimo la seconda. Le fasce funzionano bene con D’Orazio e Bittante che spingono con decisione. Al 27′ nuova occasione con l’ex Empoli centra in area per Embalo che anticipa tutti ma la sua girata esce di un niente alla sinistra di Vigorito. E il lecce? L’unica grande occasione arriva poco dopo la mezzora: Calderoli scodella in area per Falco che schiaccia di testa spedendo al lato da ottima posizione. Il primo tempo si chiude con un contropiede sbagliato da Embalo che non vede Tutino tutto solo e si fa anticipare.

La Mantia scatenato, doppietta pesantissima e vittoria Lecce

La ripresa si apre nel peggiore dei modi per il Cosenza abbattuto dall’uragano La Mantia. L’ex attaccante rossoblu risolve la pratica nel giro di 4′ minuti siglando una doppietta pesantissima che mette in ghiaccio la partita. Al 59′ porta avanti il Lecce anticipando Capela e incornando in rete un cross tagliato di Petriccione dalla sinistra. Al 63′, dimenticato in area, mette a segno il suo 15 goal stagionale appoggiando facilmente in rete con il piattone un assist di Mancosu dal fondo. In pratica la partita finisce qui con il Lecce che controlla a proprio piacimento il match e il Cosenza già negli spogliatoi e con la testa già al match contro il Crotone in programma domenica.

 

—————————————————————————————————————————————

US LECCE (4-3-1-2): Vigorito, Petriccione, Arrigoni (57′ Tachtsidis), Mancosu, Marino, La Mantia (72′ Palombi), Falco (80′ Majer), Tabanelli, Venuti, Lucioni, Calderoni
Panchina:
Bleve, Riccardi, Di Matteo, Cosenza, Tachtsidis, Tumminello, Haye, Palombi, Saraniti, Felici, Pierno, Majer
Allenatore: 
Fabio Liverani

COSENZA CALCIO (3-5-2): Perina, Dermaku, Capela, Mungo, Embalo (58′ Maniero), D’Orazio, Legittimo, Bruccini, Garritano (61′ Palmiero), Tutino (74′ Baez), Bittante
Panchina: Quintiero, Saracco, Palmiero, Schetino, Sciaudone, Maniero, Trovato, Hristov, Baez
Allenatore: Piero Braglia

Arbitro: Signor Francesco Guccini di Albano Laziale
Assistenti: Signor Pietro Dei Giudici di Latina e signor Fabio Schirru di Nichelino
IV Uomo: Signor Matteo Marchetti di Ostia Lido

Ammoniti:
Espulsi:

Angoli: 5-3
Recupero: 1′ p.t.4′ s.t.

Note: Pomeriggio gradevole a Lecce con una temperatura di 18 gradi. Terreno del Via del Mare in ottime condizioni. Presenti poco più di 12.000 spettatori con oltre 400 tifosi arrivati da Cosenza e sistemati nel settore ospiti.

LE FOTO DEL MATCH