ASCOLTA RLB LIVE
Search
Cosenza Brescia

La delusione di Braglia “non possiamo prendere contropiede e buttare una gara”

Per il tecnico del Cosenza una sconfitta figlia di un finale di gara gestito male dalla sua squadra “quello che mi fa incazzare che a due minuti non si può prendere un goal”

.

COSENZA  – Delusione ma anche rabbia per quel finale di gara che ha permesso al Brescia di colpire in contropiede. Partita sicuramente segnata dall’uscita dal campo di Palmiero ma per Braglia non si può perdere una gara in questo modo “non solo la causa con l’uscita di Palmiero, ma con la botta che ha preso si è fatto male. Nel primo tempo la gara l’abbiamo gestita bene, ma quello che mi fa incazzare che a due minuti dalla fine non si può prendere un goal su contropiede. Fallo o non fallo, ti prendi il pareggio e si va avanti, non con superficialitĂ  per cercare di vincerla. Sono calate due tre persone e si è fatta fatica, poi non siamo piĂą riusciti a far girare bene la palla. Dovevamo gestire meglio il risultato, è stata un ingenuitĂ  clamorosa prendere un gol in contropiede. Uscito Palmiero sono entrati calciatori con caratteristiche diverse, purtroppo altri Palmiero noi non ne abbiamo. Ripeto, abbiamo fatto un buon primo tempo, nel secondo tempo ci siamo abbassati troppo. Poi è normale, noi avevamo paura e a loro invece è arrivato l’entusiasmo. Le partite, quando non si possono vincere, non bisogna nemmeno perderle. Dopo Pescara c’è la sosta e cercheremo di recuperare qualcuno. Al di la di tutto e lo ripeto, ci siamo fatti male da soli. Io oggi non discuto la prestazione, perché abbiamo fatto quello che dovevamo fare, ma non esiste perdere in questo modo. E noi dobbiamo imparare da questo”.