ASCOLTA RLB LIVE
Search


Il Cosenza presenta i nuovi arrivi. Guarascio “acquisti importanti” Trinchera “Litteri è ok”

Conferenza questa mattina nella sala stampa del Marulla, dove sono stati presentati i nuovi arrivi di gennaio alla presenza del presidente Guarascio, del DS Trinchera e del tecnico Braglia “remiamo uniti dalla stessa parte per ottenere la salvezza”

.

COSENZA – In una lunga e affollata conferenza stampa, tenuta nella tarda mattinata allo stadio Marulla, il Cosenza Calcio ha presentato alla stampa i 5 nuovi innesti di gennaio chiamati a dare qualità al gruppo e far fare il salto di livello alla squadra che dovrà cercare di ottenere la salvezza il prima possibile. Con Sciaudone (già due reti per lui a Verona e contro il Cittadella), Embalo, Bittante, Litteri e il giovane Hristov, erano presenti anche il tecnico Piero Braglia, il DS Trinchera e sopratutto il presidente Eugenio Guarascio, il primo a prendere la parola ” ringrazio tutti i ragazzi che sono andati via da Cosenza, tutti validi. Però la legge del mercato e del campo ci portano a fare delle scelte. Scelte arrivate a gennaio con l’arrivo di 5 nuovi calciatori di qualità e soprattutto mirate. Su questo va fatto un ringraziamento al direttore Trinchera perché ha operato in modo professionale e nell’interesse della società e del mister. E’ stato fatto un ottimo lavoro non solo da chi lo ha già dimostrato in campo, e mi riferisco a Embalo e Sciaudone, ma anche a tutti gli altri che scalpitano per scendere in campo e darci una mano. Io non posso che ringraziarli per aver scelto una piazza del sud e sapete che non è la stessa cosa che accettare di giocare da Roma in su. Ma loro devono sapere che alle loro spalle c’è una società seria  e importante e un pubblico a cui far vedere le loro capacità. Ho già detto loro che il Cosenza ha nel suo DNA quello di mantenere tutti insieme la categoria. La serie B ce la siamo guadagnata sul campo in modo straordinario con una cavalcata di cui ancora si parla in Italia. Sta a noi tenercela stretta e per riuscirci non basta essere da Serie B ma da Serie A e lo dobbiamo essere tutti. La società ha fatto la sua parte, pretendo che tutti, dai calciatori ai tifosi, facciano la loro. Questi ragazzi sono motivatissimi e orgogliosi di far parte di questa società che ha un pubblico meraviglioso e una splendida tifoseria. Su tutto questo dobbiamo essere responsabili per mettercela tutta perchè il campionato è lungo, non è certo finito e anche se siamo messi bene il classifica dobbiamo ragionare gara dopo gara. L’obiettivo è raggiungere quanto prima i 42 punti, che a mio avviso sono quelli che basteranno per salvarci”.

Trinchera “Litteri è ok. Dermaku? Lavoriamo per tenerlo con noi”

Come da prassi le maggiori domande sono state rivolte al DS Trinchera che ha tenuto a precisare come Litteri non abbia nessun problema fisico o legato a qualche infortunio, ma si tratta esclusivamente di tornare ad avere la forma fisica migliore “ci tengo a precisare una cosa che possa sgombrare qualsiasi dubbio o insinuazione. Quella di Litteri è stata un’operazione condivisa con il presidente e con l’allenatore. Un calciatore che abbiamo fortemente voluto, che a mio avviso sposta gli equilibri nel reparto avanzato. Quando ho contattato Gianluca lui subito si è mostrato felice per la scelta del Cosenza ma al tempo stesso è stato onesto nel dire che aveva bisogno di una settimana, 10 giorni, per ritrovare la giusta condizione fisica. Questa è una cosa che io ho riportato al mister e al presidente e lo abbiamo accettato e quindi lo sapevamo tutti. Ora si tratta solo di aspettare il tempo necessario perché con lui possiamo fare grandi cose”.  Altro argomento caldo quello del rinnovo di Dermaku “più volte ho parlato con lui e con il presidente. Non vi nascondo che prima di andare a Milano ho avuto con il difensore un incontro in sede. La nostra volontà è quella di trattenere a Cosenza uno dei migliori elementi della rosa che più volte non ha nascosto la volontà di arrivare in serie A, ma le cose si fanno in due e ci deve essere la volontà anche del calciatore di rimanere. Per quanto riguarda invece i contratti dei nuovi arrivati il DS ha specificatotutti conoscono la nostra politica di fare calcio. Noi non facciamo mai il passo più lungo della gamba perchè poi succede che le società si ritrovano piene di debiti e impossibilitate a continuare. Dobbiamo essere oculati e attenti a tante cose. Abbiamo giocatori in prestito perché a monte c’è un notevole impegno economico e assorbire un contratto ha un costo non indifferente e noi dobbiamo anche pensare al futuro“.