ASCOLTA RLB LIVE
Search

Modesto “Il Matera ha avuto più cattiveria. Ma quel rigore non dato sullo 0 a 0…”

Non accampa scuse il tecnico del Rende che fa i complimenti al Matera per una vittoria voluta e cercata “dopo 14 partite fatte dalla mia squadra con un buon calcio, ci può stare una partita sotto tono. I meriti vanno tutti al Matera ma quel rigore non visto sullo 0 a 0 era solare”

.
MATERA –  “Molti dei meriti per il risultato finale vanno dati al Matera perché ha avuto il piglio giusto affrontando il match con cattiveria e aggressività. Loro hanno attuato quello che noi facciamo alle altre squadre e che oggi non siamo riusciti a fare arrivando sempre secondi. Il Matera è stato più cattivo, noi un po’ meno“. Così Modesto, con estremo realismo, commenta il risultato maturato al XXI Settembre di Matera. Un risultato arrivato al termine di una gara in cui il Rende è apparso spuntato e con le idee annebbiate ma, come sottolinea l’allenatore biancorosso “dopo 14 partite fatte dalla mia squadra con un ottimo calcio, ci può stare una partita sotto tono. I meriti vanno tutti al Matera, ha fatto una signora partita puntando tutto sull’agonismo e sulla cattiveria“.
Mi aspettavo questo Matera? “Mi aspetto tutto da tutte le squadre. La serie C ci insegna che qualsiasi squadra gioca con questo piglio e questa voglia, non ci sono partite facili. Avevo avvertito delle caratteristiche che hanno i calciatori del Matera. I miei sono stati sottotono mentre il Matera ha avuto più determinazione e senza dubbio ha giocato per vincere. Nel primo tempo meritava il vantaggio tranquillamente e Savelloni ha fatto delle grandi parate. I ragazzi li vedo tutta la settimana, ero sicuro che la squadra potesse fare una partita all’altezza ma alla fine il Matera ha avuto tutti i meriti e quella mentalità che a noi oggi è mancata“. 

Modesto batte i pugni “ancora un rigore non dato”

I meriti del Matera ci sono tutti e non si può negare però oggi per l’ennesima volta, permettetemelo dopo il silenzio delle scorse gare, mi lamento per il fatto di non aver visto quel rigore, perché quello è un tocco di mani che si deve vedere. Il guardalinee non può non aver visto. Contro la Casertana ci sono stati negati due rigori. Siamo sempre stati penalizzati, chiedo un po’ di rispetto e darci quello che ci è dovuto“.