ASCOLTA RLB LIVE
Search

Rende, la zampata di Franco al 90′ abbatte il muro della Reggina. Biancorossi secondi

Reggina battuta 3 a 2 da un guizzo di Franco in zona cesarini dopo un vero e proprio assedio. Primo tempo pirotecnico con il Rende che passa subito con Viteritti al 4′. Tassi pareggia poco dopo la mezzora, Vivacqua riporta avanti i biancorossi, ma ancora Tassi riequilibra la gara. Nel secondo tempo gli amaranto alzano le barricate e reggono fino al 90′ quando Franco trova il goal vittoria

.

RENDE – Quarta vittoria consecutiva (la settima della sua straordinaria stagione), Reggina domata 3 a 2 all’ultimo respiro grazie alla rete del solito immenso Franco, secondo posto in classifica in splendida solitudine ma sopratutto la consapevolezza di non essere piĂą una sorpresa ma una splendida realtĂ  della serie C. Il Rende che non conosce pareggi, porta a casa con carattere e volontĂ , una partita che ha strameritato di vincere, ma che a un centro punto si era fatta terribilmente complicata dopo che nel primo tempo Rossini e compagni, per due volte in vantaggio con Viteritti al 4′ e Vivacqua al 35‘, si erano fatti riprendere dalla doppietta di Tasso sprecando l’impossibile sottoporta. Nel secondo tempo, con la Reggina arroccata in difesa a protezione del pareggio, è servita tutta la grinta e la voglia di vincere dei biancorossi che hanno continuato ad attaccare a testa basta fino a trovare al 90′ il guizzo vincente di Franco che permette di portare a casa una gara letteralmente dominata che lancia in orbita i biancorossi. 

Rende bello e sprecone. Non bastano Viteritti e Vivacqua

Primo tempo col botto al “Marco Lorenzon” in cui succede di tutto. Pronti via e Viteritti sblocca subito il match. L’esterno biancorosso, oggi incompleto nero, scende veloce sulla fascia, scambia con Laaribi e prova una conclusione da posizione defilata a dire il vero molto velleitaria ma che Licastro, con un intervento maldestro, trasforma nel piĂą goffo dei goal facendosi scivolare la palla sotto il corpo. La reazione degli amaranto arriva al 9′ con una sventola di Sandomenico che Savelloni vola a deviare in angolo. Ma si tratta di un lampo, perchè il Rende è padrone del campo e inizia a macinare gioco e sopratutto a creare tantissime occasioni da goal. Al 20′  filtrante in area di Blaze per l’accorrente Germinio che di tacco chiama Licastro alla risposta a terra. Pochi minuti dopo Rossini sfiora la traversa con un colpo di testa e va vicino al goal con una bella sforbiciata. Al 27’ è invece la traversa a negare il raddoppio respingendo la  conclusione al volo dell’attaccante. Sulla ribattuta Balze appoggia in rete ma è in posizione di fuorigioco. Succede così che il Rende becchi il pareggio poco dopo la mezzora. Tassi, subentrato a Tulissi nei primi minuti di gioco, intercetta di testa un cross spiovente dalla destra e batte Savelloni che esce completamente a vuoto. Ma passano poco piĂą di 3 minuti e il Rende rimette la testa avanti. Minuto 34’, Laaribi serve al limite dell’area Vivacqua, bravo a scattare sul filo del fuorigioco. Controllo e tiro ad incrociare che non lascia scampo a Licastro. Awua si mangia il 3 a 1 spendendo incredibilmente fuori di testa a due passi dalla porta. Poi, con il Rende messo malissimo, La Reggina sfrutta una micidiale ripartenza avviata da Franchini e conclusa con un sinistro a giro di Tasso che fa secco Savelloni e riporta la gara in paritĂ .

Assedio Rende, muro Reggina. Ci pensa Franco

La ripresa è un monologo dei biancorossi che mettono le tende nella metĂ  campo della Reggina che per tutta risposta alza un vero e proprio muro, pensando solo a difendersi senza mai ripartire. Ma il Rende è stanco sopratutto dopo un primo giocato con il turbo. Gli spazi sono intasati e le occasioni arrivando con il contagocce, nonostante l’estenuante possesso palla alla ricerca del varco giusto. Al 61′ tiro-cross dalla trequarti di Franco che Licastro smanaccia in angolo. Ci prova anche Laaribi su punizione, ma il tiro è centrale. Al 72′ l’occasione arriva sulla testa di Blaze che intercetta un cross dalla destra, schiaccia la sfera chiamando Licastro alla parata in angolo. Niente da fare nemmeno sulla sventola di Viteritti che manda alto di poco e sulla conclusione di Awua che colpisce male dal limite. La partita sembra segnata quando al 90′ arriva la zampata di Franco che sbuca tra una selva di difensori intercettando l’ennesimo cross dalla destra di Godano che non lascia scampo a Licastro a fa esplodere il Lorenzon. 

 

———————————————————————————————————————————

Marcatori: 4′ Viteritti, 32′ Tasso, 35′ Vivacqua, 45′ Tasso, 89′ Franco
RENDE CALCIO (3-4-3): Savelloni; Germinio, Minelli, Sabato; Viteritti, Franco (90’ Cipolla), Awua, Blaze; Laaribi (76’ Godano), Rossini, Vivacqua (90’ Di Giorno).
Panchina: Borsellini, Palermo, Cipolla, Sanzone, Godano, Di Giorno, Giannotti, Galli, Calvanese, Crusco
Allenatore: Francesco Modesto
REGGINA 1914 (4-3-3): Licastro, Kirwan, Conson, Solini, Zivkov, Marino (70’ Navas), Zibert, Salandria (40′ Franchini), Sandomenico, Ungaro (70’ Bonetto), Tulissi (13’ Tassi)
Panchina: Vidovsek, Franchini, Viola, Ciavattini, Pogliano, Petermann, Navas, Tassi, Redolfi, Bonetto, Mastrippolito
Allenatore: Roberto Cevoli
Ammoniti: Tassi (R), Minelli (R), Kirwuan (R), Awua (R), Palermo (R – panchina)

Espulsi: 

Angoli: 7-5
Arbitro: Riccardo Annaloro di Collegno (De Chirico e Pellino)
Recupero: 2’ p.t. – 3’ s.t.
Note: Serata umida e fresca a Rende con temperatura sui 16 gradi. Terreno del Lorenzon non in perfette condizioni appesantito dalla pioggia caduta ieri. Presenti 593 spettatori con 12 tifosi della Reggina per un incasso di 3.247€
.
.
Rende-Reggina: 3-2. La fotogallery del match a cura di Marco Belmonte



Impostazioni sulla privacy

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config