ASCOLTA RLB LIVE
Search

Cosenza, pari e proteste furiose. Maniero sblocca, poi il goal fantasma del Pescara

Pareggio e tante recriminazione per il Cosenza che si vede negato un rigore solare nel primo tempo e deve arrendersi al goal di Crecco nei minuti finali della gara, su regalo di Cerofolini, che riequilibra il vantaggio di Maniero nel primo tempo ma che fa infuriare i rossoblu. Espulsi Braglia e Trinchera

.

COSENZA – Partiamo dalla fine. Siamo al minuto 44′ di una gara che il Cosenza conduce meritatamente per 1 a 0 grazie al goal realizzato da Maniero in chiusura di primo tempo, bravo a ribadire in rete un pallone goffamente respinto da Fiorillo dopo un diagonale di Tutino. Il Pescara, mai veramente pericoloso nel secondo tempo, si riversa in avanti alla ricerca del pari. Su un corner battuto dalla destra, il pallone finisce sulla testa di Crecco, entrato in campo da una decina di minuti. Il centrocampista scuola Lazio indirizza sul primo palo. Cerofolini interviene malissimo con il piede e il pallone, dopo una carambola sul braccio, sta per entrare in rete. Il portiere del Cosenza riesce a bloccare la sfera con il guantone e per l’assistente lo fa al di qua della linea di porta. Ma¬†il pareggio viene invece convalidato dal signor Guccini che si prende la responsabilit√† di assegnare il goal al Pescara, scatenando le proteste furenti dei rossoblu che nel primo tempo si erano visti negare un rigore per un nettissimo tocco di mani in area di Balzano. Nel parapiglia generale ne fanno le spese Braglia e il DS Trinchera allontanati dal campo, anche se riguardando le immagini il pallone, seppur di pochissimo, sembra aver oltrepassato la linea. Il Cosenza deve cos√¨ ingoiare l’ennesimo boccone amaro e accontentarsi del quinto pareggio stagionale. Ci mordiamo le mani per un punto arrivato dopo la solita grande gara, giocata con grinta e determinazione al cospetto di un Pescara spuntato e quasi mai pericoloso.

 

…………………………….¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬†¬†

¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† COSENZA¬† ¬† ¬† –¬† ¬† ¬†¬†PESCARA¬† ¬†11¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬†

¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† Marcatori: 44′ Maniero, 89′ Crecco

Brivido Antonucci. Maniero di rapina e al Cosenza manca un rigore

Moduli confermati per i due tecnici. 4-3-1-2 per Braglia che manda in panca Saracco, Bruccini e sopratutto Garritano a cui viene preferito Baez, 4 3 3 per gli abruzzesi che dopo 1′ minuto di gioco vanno alla conclusione con un destro di Memushaj¬† che finisce in curva nord. Il Cosenza bussa per la prima volta intorno al minuto 8′ con un destro di Tutino fuori. L’attaccante napoletano si ripete all’11 sparacchiando fuori di sinistro dopo uno scambio veloce con Baez. I rossoblu provano a prendere in mano il pallino del gioco ma al 19′¬†rischiano tantissimo quando Antonucci, servito in area da Mancuso, lascia partire un diagonale velenosissimo che sibila alto sulla traversa. Due minuti dopo assist di¬†Balzano e conclusione volante di sinistro di Mancuso che finisce sull’esterno della rete. Il Pescara quando attacca crea sempre apprensione alla retroguardia del Cosenza che al 28′ rischia nuovamente sul colpo di testa del solito Antonucci. Al 32′ il Cosenza si rende finalmente pericoloso con una bella azione personale di Maniero che dopo aver salato due difensori, scarica un destro violento deviato da Fiorillo e da un piede di Gravillon. Sulla ripartenza del Pescara, per√≤, difesa rossoblu scoperta che rischia l’infilata 2 contro 1. Cerofolini per fortuna ci mette una pezza. Al 38′ proteste veementi dei rossoblu che chiedono il rigore per mani di Balzano su cross di Baez. Il tocco √® netto ma Guccini di Albano non fa una piega e fa proseguire. Poco prima del riposo il Cosenza passa in vantaggio. Imbucata di Mungo per Tutino che scarica un diagonale tutt’altro che irresistibile ma che Fiorillo trasforma nel pi√Ļ facile degli assist per Maniero, che si avventa sul pallone lo spinge in rete e non esulta.¬†

Poche emozioni, poi il pari di Crecco con giallo e proteste rossoblu

La ripresa si apre con un cambio nel Pescara. Pillon richiama l’attaccante scuola Roma Antonucci che lascia il posto all’ex Ascoli Monachello. Al 52′ azione insistita del Cosenza conclusa con un destro alto di Baez che al 54′ scalda le mani a Fiorillo con una punizione da posizione defilata. Il Pescara torna a pungere al 57′¬†proprio con il nuovo entrato Monachello che¬†sull’uscita di Cerofolini calcia fuori di poco. Ospiti che spingono alla ricerca del pareggio e Cosenza che invece prova a colpire in contropiede. Al 63′ grande occasione per i rossoblu: Tutino scodella per Mungo che mette un pallone in area sul quale per√≤ n√© Baez n√© sopratutto Verna riescono a intervenire. I rossoblu lottano su tutti i palloni provando a fare densit√† in mezzo al campo per non far manovrare il Pescara ma la stanchezza inizia a farsi sentire e allora Braglia cambia. Fuori Verna ed un esausto Maniero per Garritano e Baclet. Crecco fa venire i brividi ai rossoblu sparando sull’esterno della rete dopo un’azione personale. Braglia passa alla difesa a 5 inserendo Pascali ma il Pescara al 43′ trova il pareggio proprio Crecco che devia di testa sotto porta un pallone che Cerofolini riesce a deviare con il piede e poi a fermare proprio sulla linea. Ma dentro o fuori? Per l’assistente il pallone ha superato la linea. Proteste furibonde del Cosenza con Braglia e Trinchera allontanati dalla panchina. Il goal viene convalidato. Nei 5′ di recupero non succede pi√Ļ nulla e la gara termina con l’ennesima recriminazione.

 

—————————————————————che —————————————————————-

COSENZA CALCIO (4-3-1-2): Cerofolini, Corsi, Dermaku, Idda, Palmiero, Mungo, Legittimo, Maniero (73′ Baclet),¬†Tutino, Verna (73′ Garritano), Baez (85′ Pascali)
Panchina: Saracco, Pascali, Anastasio,  Bruccini, Varone, Di Piazza, Baclet, Garritano, Bearzotti
Allenatore: Piero Braglia

PESCARA CALCIO (3-5-2):¬†Fiorillo, Ciofani (78′ Crecco), Gravillon, Campagnaro, Balzano, Memushaj, Brugman, Machin, Marras (65′ Del Sole), Mancuso, Antonucci (45′ Monachello)
Panchina: 
Kastrati, Farelli, Elizalde, Del Grosso, Perrotta, Scognamiglio, Kanoutè, Palazzi, Melegoni, Crecco, Monachello, Del Sole, Cocco
Allenatore: Giuseppe Pillon

Arbitro: Signor Francesco Guccini di Albano Laziale

Assistenti: Signor Manuel Robilotta di Sala Consolina e signor Niccolò Pagliardini di Arezzo

Quarto uomo: Signor Luigi Nasca di Bari

Angoli: 1-4

Ammoniti: Baez (C), Tutino (C), Ciofani (P), Memushaj (P), Balzano (P)

Espulsi: 

Recupero: 1′ p.t. 5′ s.t

Note:¬†Serata fresca a Cosenza con temperatura sui 13 gradi. Terreno del Marulla in ottime condizioni. Presenti 7.008 spettatori (5.277 paganti +1530 abbonati) con 73 tifosi del Pescara sistemati nel settore ospiti. Per un incasso complessivo di 74.690 ‚ā¨ (compresa quota abbonati). Al 44′ del secondo tempo espulso Braglia per proteste




Impostazioni sulla privacy

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config