Cosenza, il cuore non basta. Vince il Brescia che ringrazia l’erroraccio di Saracco

I rossoblu giocano una grande partita ma tornano a casa a mani vuote puniti da un goal nel secondo tempo di Torregrossa che sfrutta un uscita a farfalla di Saracco. Inutile l’assedio finale del Cosenza spinto dal tifo incessante di oltre 500 tifosi

.

BRESCIA – Un Cosenza mai domo cede 1 a 0 ad un Brescia cinico e concreto, che esce vittorioso dalla battaglia del Rigamonti grazie al gentile omaggio di Saracco che al minuto 65′ esce a vuoto su un cross dalla sinistra di Curcio, permettendo a Torregrossa di insaccare il goal che decide una partita che avrebbe meritato ben altro epilogo. I rossoblu giocano a viso aperto, costruendo e creando occasioni, ma ancora una volta devono mangiarsi le mani per non aver concretizzato la grande mole di gioco e le occasioni create nonostante le pessime condizioni del terreno. E dire che i rossoblu dopo 5′ minuti erano già avanti con la rete di Legittimo bravo a insaccare in sforbiciata su cross di Saracco. Ma il goal viene annullato per posizione di fuorigioco. La replica del Brescia con un gran destro di Morosini deviato in angolo da Saracco mentre dall’altra parte è Maniero a sfiorare il vantaggio con un sinistro alto. Nel secondo tempo i lupi partono di nuovo forte e Baez mette subito i brividi ad Andrenacci ma il goal lo trova invece il Brescia che al minuto 65′ passa con Torregrossa che ringrazia l’errore di Saracco. Andrenacci compie un miracolo sull’inzuccata di Idda. I rossoblu ci provano e si riversano generosamente nella metà campo del Brescia che si arrocca in difesa. Ma non basta il cuore dei rossoblu che tornano a casa con una sconfitta che brucia e non poco.

 

…………………………….                

                 BRESCIA      –     COSENZA   10            

                                              Marcatori: 65′ Torregrossa

Legittimo goal annullato. Saracco salva su Morosini 

Pronti via e in campo si vede un ottimo Cosenza che al 5′ minuto si vede strozzato in gola l’urlo del goal. Punizione spiovente dalla destra di Corsi sul secondo palo dove c’è appostato Legittimo che in sforbiciata buca Andrenacci. Ma la posizione dell’attaccante rossoblu è in millimetrica posizione di fuorigioco e il goal viene annullato. La replica del Brescia al 14′ con una sventola dal limite di Morosini che Saracco vola a deviare in angolo mentre al minuto 23′ l’attaccante spedisce in curva da buona posizione un assist di Bisoli. Lo stesso Bisoli al 25′ calcia una punizione in area trovando la deviazione fortuita di Corsi e per poco non beffa Saracco. Il Cosenza torna a farsi vedere al 27′ con una bella ripartenza che libera in area Maniero che però spreca tutto calciando alle stelle. Il terreno appesantito dalla pioggia battente non aiuta e man mano che passano i minuti diventa sempre più scivoloso. L’ultima azione del primo tempo è un destro al volo da dentro l’ara di Morosini alto.

Saracco a vuoto e Torregrossa ringrazia. Idda che occasione

La ripresa si apre con l’ingresso di Baez al posto di Palmiero. E proprio l’esterno uruguaiano chiama Andrenacci alla grande parata con una conclusione radente e velenosa da fuori area. Al 55′ tegola per Braglia che perde Bruccini costretto a lasciare il campo dopo una botta alla spalla e butta nella mischia Varone. Al minuto 60′ azione del Cosenza costruita con un cross dalla destra di Baez e la conclusione di sinistro di Tutino tra le braccia di Andrenacci. Al minuto 66′ la gara si blocca con il vantaggio del Brescia. Cross dalla sinistra di Curcio, Saracco va a farfalle e Torregrossa ci mette il piede con il pallone che tocca il palo e si insacca. Il Cosenza si riversa in avanti e va subito alla conclusione con un rasoterra di Tutino deviato con i piedi in angolo da Andrenacci che al 72′ compie un autentico miracolo sul colpo di testa di Idda che sembrava vincente. I rossoblu si riversano generosamente in avanti alla ricerca del pareggio. Si combatte su tutti i palloni con interventi al limite da una parte e dall’altra. Minuto 84′: slalom in area di Corsi che però cincischia troppo e la difesa del Brescia libera. Ma è l’ultima occasione pechè non bastano i 6′ minuti di recupero al Cosenza per riagguantare il pareggio.

 

——————————————————————————————————————————-

BRESCIA CALCIO (4-3-1-2): Andrenacci, Sabelli, Tornali (82′ Mateju), Ndoj (62′ Martinelli), Spalek, Torregrossa, Cistara, Curcio, Romagnoli, Morosini (Tremolada), Bisoli
Panchina:
Bastianello, Mateju, Martinelli, Cortesi, Semprini, Carillo, Tremolada, Lucca
Allenatore: Eugenio Corini

COSENZA CALCIO – (4-3-1-2): Saracco, Corsi, Dermaku, Idda, Palmiero (45′ Palmiero), Mungo, Legittimo (70′ Anastasio), Maniero, Bruccini (56′ Varone), Garritano, Tutino 
Panchina: Cerofolini, Sueva, Baclet, Varone, Anastasio, Pascali, Verna, Baez
Allenatore: Piero Braglia

Arbitro: Signor Alessandro Pontera di Bologna

Assistenti: Signor Oreste Muto di Torre Annunziata e signor  Salvatore Affatato di Verbano-Cusio-Ossola

Quarto uomo: Signor Daniele Minelli di Varese

Angoli: 4-6

Ammoniti: Cistara (B), Palmiero (C), Ndoj (B), Sabelli (B), Varone (C), Mungo (C)

Espulsi: 

Recupero: 1′ p.t. – 6′ s

Note: Pomeriggio fresco con pioggia a Brescia. Temperatura intorno ai 14 gradi e terreno del Rigamonti in buone condizioni nonostante la pioggia. Presenti poco più di 4.000 spettatori. Nel settore ospiti 500 tifosi del Cosenza