ASCOLTA RLB LIVE
Search

(VIDEO) Il Cosenza conquista la matematica salvezza. Ad Ischia un ottimo pareggio (1 – 1)

Con il pari tra Catanzaro e Messina il Cosenza è matematicamente salvo con 4 giornate di anticipo. Partita non spettacolare quella dei rossoblu decisa da due calci piazzati. Nel primo tempo Arrigoni pennella una punizione all’incrocio. Nel secondo tempo, l’Ischia trova il pari con Infantino su calcio di rigore.

ISCHIA (NA) – Vista la grandissima emergenza (tra infortuni di lunga data e quelli dell’ultima ora) con cui la squadra di Roselli si è presentata allo stadio Mazzella, il pareggio contro l’Ischia è tutto grasso che cola e che permette alla truppa silana di conquistare la matematica salvezza con 4 giornate di anticipo, grazie al pareggio senza reti del Messina a Catanzaro. E’ finita 1 a 1 in un incontro non certo entusiasmante, giocato sotto il primo caldo della stagione e vissuto più sulle individualità dei singoli, che con manovre di gioco organizzate. Match deciso da due calci piazzati. Dopo una traversa scheggiata da Bulevardi in avvio di partita, è stato Arrigoni ha portare in vantaggio i rossoblu al 17′ del primo tempo, con una precisa pennellata su punizione che non ha lasciato scampo a Giordano. Nella ripresa, dopo il match point fallito da De Angelis a tu per tu con l’estremo campano, Infatino al 60′ su calcio di rigore dubbio, ha realizzato la rete del pareggio. Pari blindato anche da una super parata di Ravaglia bravo a respingere un tiro a botta sicura del solito Infantino. Con il pareggio di questo pomeriggio il Cosenza sale a 42 punti in classifica, porta a 9 la serie di risultati utili consecutivi, anche se si ferma a poco più di 350 minuti, l’imbattibilità di Ravaglia in campionato. Adesso appuntamento sabato al San Vito, dove arriverà il Martina dell’ex Biccio. Poi tutti concentrati per la finale di ritorno di Coppa Italia.

 

                                                                      logo-Cosenza Calcio

                                        Ischia     –     Cosenza:

                                                       Marcatori 17′ Arrigoni, 60′ Infantino (r)

 

Primo Tempo. Ischia più pericoloso ma il Cosenza passa – La partita inizia con i padroni di casa più incisivi e subito proiettati in avanti alla ricerca del vantaggio, mentre il Cosenza, senza diversi titolari e che non ha particolari esigenze di classifica, adotta una tattica di gara intelligente, presidiando con ordine tutte le zone del campo cercando di pungere in contropiede. Dopo un paio di tentativi dalla distanza di Sirignano e Ciotola senza esito, al 10’ l’Ischia sfiora la rete del vantaggio. Infantino duetta con Ciotola che è bravo a servire Bulevardi il quale, di prima intenzione, spara verso la porta di Ravaglia scheggiando la traversa. I gialloblu spingono ma è il Cosenza a passare in vantaggio. Statella viene messo a terra quasi al limite dell’area di rigore. Sul punto di battuta si presenta Arrigoni che con un morbidissimo destro a giro scavalca la barriera e insacca la palla sotto il sette non lasciando scampo a Giordano. Rossoblu avanti, e Ischia che accusa il colpo non riuscendo più a rendersi pericoloso come nei primi 20 minuti, mentre i rossoblu stringono le maglie della difesa a protezione del vantaggio. Solo al 28’ il Cosenza rischia con una botta del solito Bulevardi dal limite, ma Carrieri si immola e con il corpo intercetta il tiro. Non succede praticamente più nulla e il primo tempo si chiude con i lupi avanti per uno a zero.

Ripresa: Infantino su rigore regala il pari ai suoi – Il secondo tempo si apre subito con un cambio. Carrieri accusa un fastidio muscolare ed è costretto a lasciare il campo. Al suo posto entra Magli. Al 50’ De Angelis ha l’occasione giusta per chiudere il match, ma a tu per tu con l’estremo difensore gialloblu, si fa respingere la sfera. E come succede spesso nel calcio, per una legge non scritta, l’Ischia trova il pareggio. Siamo al 58’, Ciotola serve Infantino che viene agganciato in area da Tedeschi. Il signor Perotti indica gli 11 metri tra le proteste dei giocatori del Cosenza. Sul dischetto va lo stesso Infantino che spiazza Ravaglia interrompendo l’imbattibilità del portiere rossoblu e ristabilendo l’equilibrio. Al 62’ si rivede il Cosenza in avanti con Cori che intercetta di testa una punizione battuta da Arrigoni ma la sfera finisce alta sulla traversa. Ben più pericolosa l’azione dell’Ischia al 73’ quando è un prodigioso intervento d’istinto di Ravaglia a negare la gioia della rete al solito Infantino. È l’ultima azione degna di nota di una partita che, fatta eccezione per qualche conclusione dalla distanza senza esito, si trascinerà stancamente fino al 94’. Pareggio che va benissimo al Cosenza che conquista la matematica permanenza nella Lega Pro, mentre cambia poco per i padroni di casa che rimangono impelagati nella zona play-out.

 

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^)

SS Ischia Isola Verde: Giordano, Finizio, Bruno, Impagliazzo, Sirignano, Chiavazzo (67′ Massimo), Bulevardi (82′ Verachi), Armeno (53′ Schetter), Infantino, Millesi, Ciotola

Panchina:Mennella, Formato, Massimo, Verachi, Schetter, Alvino, Fumanail

Allenatore: Agenore Maurizi

 

Cosenza Calcio: Ravaglia, Zanini, Ciancio, Arrigoni, Tedeschi, Carrieri (46′ Magli), Fornito (57′ Caccetta), Corsi (86′ Chidichimo), Cori, De Angelis, Statella

Panchina: Saracco, Novello, Magli, Falbo, Caccetta, Chidichimo, Trombino

Allenatore: Giorgio Roselli

 

Arbitro: Signor Pierantonio Perotti di Legnano (MI)

Ammoniti: Sirignano (I), Armeno(I), Infantino (I), Tedeschi (C),Bruno(I)

Espulsi:

Angoli: 4 – 5

Note: Giornata soleggiata con temperatura primaverile. Terreno in ottime condizioni. Spettatori 700 circa con una ventina di supporters del Cosenza entrati allo stadio al 20′ del primo tempo.

 

VIDEO MATCH ISCHIA COSENZA