ASCOLTA RLB LIVE
Search
rende38

Rende Calcio: si brinda alla serie C, biancorossi pronti ad affrontare il campionato (AUDIO)

Il direttore generale Giovanni Ciardullo ancora euforico per l’arbitrato vinto e l’ascesa nel professionismo dopo 32 anni.

RENDE (CS)  – Il calcio locale non ha ancora smaltito la ‘sbronza’ per i festeggiamenti seguiti alla vittoria in Arbitrato FIGC.  Il Direttore Generale Giovanni Ciardullo ai microfoni di Rlb non frena l’emozione e ritorna sul dibattimento:  “Venerdì scorso in modo inopinato ci avevano tolto la Serie C conquistata meritatamente sul campo. Oggi alle 12.00 il Presidente in conferenza stampa ha fatto chiarezza su questa settimana convulsa in cui è successo e detto di tutto. Una vicenda che, per quanto abbia lasciato molti dubbi a chi l’ha seguita dall’ esterno, dall’ interno invece ha espresso molta chiarezza. Se siamo usciti vittoriosi dal dibattimento in arbitrato è dovuto alla trasparenza del Rende Calcio. Si è  trattato solo di un passaggio sulla fideiussione sul quale la società non aveva nessuna colpa. Ci tengo a precisare che il Rende ha fatto tutto nel modo più trasparente possibile”. Novità di mercato? “Avevamo già preparato una squadra per la C a prescindere dal verdetto.

 

Dopo una prima battuta d’arresto riprendiamo adesso a lavorare completando la squadra”. Il punto su calendario e stadio:  “Prima partita e già partiamo respirando la serie C vera. In notturna al ‘Lorenzon’ ospiteremo il derby con la Reggina. Pronti, via! Sullo stadio dico che il Presidente da qualche paio d’anni ha stipulato una Convenzione col Comune di 18 anni e ci sono altri progetti in cantiere tra cui uno importantissimo che coinvolgerà Università ed enti del territorio”. Infine un ringraziamento speciali a quanti tifosi del Cosenza hanno plaudito alla conferma del Rende in serie C: “Un pubblico maturo come quello di Cosenza ha fatto sentire di avere due squadre nel professionismo dell’area urbana così limitata. Qualche voce fuori dal coro si sarà sempre, ma a noi interessano le voci autorevoli di una piazza cos’ saggia come Cosenza”,

 

CLICCA IN BASSO PER LEGGERE LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE GIOVANNI CIARDULLO

 

 

Il Rende calcio, come noto, deve essere ripescato in Lega Pro – Serie C. E’ quanto ha stabilito il Collegio di Garanzia del Coni, massimo organo di giustizia sportiva, che ha accolto il ricorso della società ordinando alla FIGC e alla Lega Pro di iscrivere il club al prossimo campionato di Serie C. “Siamo felici che il massimo organo di giustizia sportiva abbia riconosciuto la condotta trasparente e cristallina del Rende calcio – dice il presidente Fabio Coscarella – La Lega Pro è il giusto premio per il lavoro che abbiamo portato avanti in questi anni. I nostri sacrifici sono stati ripagati grazie ad un progetto ben strutturato, che step dopo step, ci ha consentito di coronare quella che all’inizio sembrava un’utopia e adesso è una straordinaria realtà”. La società ha dimostrato che con la programmazione e le idee chiare si possono raggiungere risultati entusiasmanti.

 

La costruzione della nuova struttura ha accompagnato l’evoluzione della cifra tecnica della squadra che dal 27 agosto difenderà i colori biancorossi in giro per l’Italia. “Questo traguardo, che dedico interamente ai miei figli nonché i due primi tifosi del Rende, Giampiero e Gabriele, è frutto della caparbietà e della lungimiranza di un percorso importante – prosegue il numero uno biancorosso – Siamo consapevoli che non si tratta di un punto d’arrivo. Adesso società e squadra aspettano il supporto e il calore di città e tifoseria per difendere un patrimonio che è di tutti. Perché solo con un grande entusiasmo si possono raggiungere traguardi impensabili”. Il numero uno del Rende chiude con un ringraziamento “al segretario regionale del Pd onorevole Ernesto Magorno e all’onorevole Carlo
Guccione per la forte vicinanza espressa in maniera privata nel corso di questi giorni delicati”.