ASCOLTA RLB LIVE
Search
Una fase del match ti Coppa Italia tra la Spal e il Rende finito 1 a 0 per i padroni di casa

Il Rende Calcio escluso dalla Lega Pro, si apre la battaglia legale

Il Rende Calcio 1968 presenta ricorso al Collegio di Garanzia del Coni sostenuto dal sindaco Marcello Manna.

 

RENDE (CS) – Il Rende Calcio, nel prendere atto della non ammissione in Lega Pro decretata dal Consiglio Federale che si è svolto venerdì 4 agosto, contesta le motivazioni che hanno portato a tale decisione. Il Rende Calcio, infatti in merito alla non accettazione della domanda di ripescaggio in Lega Pro, comunica che dopo aver valutato la posizione di concerto con i legali della società, ha deciso di depositare ricorso al Collegio di Garanzia del Coni. La società è inoltre intenzionata a far valere nelle sedi opportune le sue argomentazioni mettendo in campo tutte le energie possibili per ristabilire il giusto corso delle cose.

 

Non sarà da solo il Rende Calcio nel percorso legale che ha deciso di intraprendere dopo la non ammissione in Lega Pro. A sostegno della società biancorossa e del presidente Fabio Coscarella che sta già lavorando per individuare i termini del ricorso da presentare al Consiglio di Garanzia del Coni, scende in campo anche il sindaco della città Marcello Manna che di concerto con gli avvocati della società e il presidente Coscarella sta valutando tutte le opportune iniziative anche di natura istituzionale da portare avanti in questo delicato momento per tutelare la squadra di calcio e salvaguardare un patrimonio di tutti i rendesi.