Cappellacci:’a Matera sarà difficile. Il momento è complicato e non mi nascondo' - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Cappellacci:’a Matera sarà difficile. Il momento è complicato e non mi nascondo’

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Cosenza – L’allenatore abruzzese è chiaro “Inutile girarci intorno, quella di domani è una partita assai difficile, sia per la qualità dell’avversario che per le nostre difficoltà che sono evidenti. Ma non tutto è perduto. Il presidente? Ha ragione; ma le sue parole devono essere di sprono per la squadra, perché Cappellacci può anche andare via, ma i punti sono quelli che restano”

Il Cosenza è partito questo pomeriggio alla volta di Matera dove affronterà domani pomeriggio la partita più difficile di questa prima parte di campionato, per tanti motivi. I biancazzurri hanno il morale a mille, vengono dalla vittoria contro la Reggina e, battendo il Cosenza, potrebbero issarsi in testa alla graduatoria (Salernitana e Benevento permettendo), con uno stadio che domani presenterà un grande colpo d’occhio. Al contempo, in casa Cosenza, il morale è sotto i tacchi dopo il pareggio di sabato scorso, con le critiche furiose piovute da stampa e tifoseria, con i numeri impietosi che parlano di un squadra in perenne affanno e relegata nei bassifondi della classifica e con il “patron” Guarascio che in settimana ha tuonato “o si fanno punti o si cambia”. Ecco che quella di domani, per Cappelllacci, potrebbe essere, senza prova d’appello, la partita che deciderà le sue sorti. E quella che scenderà in campo a Matera sarà una formazione rabberciata per i diversi infortuni (Sassano, De Angelis e Sperotto sono out) e mentalmente impaurita, visto che ha racimolato la miseria di 4 punti in 8 partite e non centra la vittoria in campionato da quasi 8 mesi. Il Capp in sala stampa non si nasconde e analizza il momento nerissimo del Cosenza: “Sappiamo che andiamo ad incontrare una squadra forte, che sta dimostrando a tutti il proprio valore. Noi siamo sicuramente in fatica e vorremmo, come è ovvio, metterci questo periodo alle spalle con una vittoria, ma sappiamo le difficoltà della partita quindi dobbiamo essere realisti perché quella di domani sarà un partita complicata. Ma questo non significa che si entra in campo già sconfitti, abbiamo bisogno di punti e i risultati passano per quello che facciamo noi in campo e non solo per la forza del Matera. Dobbiamo fare del nostro meglio e anche di più se vogliamo uscire indenni. Il momento è difficile ma dobbiamo provarci a tutti i costi”. 

Il mio umore e quello della squadra non è dei migliori – “Sono settimane che abbiamo il morale basso, perché il risultati non arrivano e troviamo difficoltà, non mi nascondo dietro questo. Di conseguenza dobbiamo essere più forti del momento negativo che stiamo attraversando e piangerci addosso o trovare attenuanti certo non ci aiuta. Ma sono anche convito che la squadra questo lo sa. È vero che abbiamo fatto risultati negativi, ma sono convito si può fare di più, visto che le colpe sono quasi sempre state nostre e i risultati negativi sono arrivati più per errori e disattenzioni nostre che per meriti degli avversari. In questo momento può essere difficile pensare che il Cosenza possa vincere a Matera e nella partite successive quando affronteranno squadre importanti, ma la fiducia verso il gruppo rimane intatta, al di là che non posso certo dire che la squadra ha il vento in poppa oppure che tutto stia andando bene ed è solo un caso che non vinciamo, perché non è così ed è sotto gli occhi di tutti”.

La partita di domani è complicata, ma ce la metteremo tutta – “Sono fiducioso che domani avremo un buon approccio alla partita, visto l’abbiamo preparata bene tatticamente e mentalmente e sono convito che la prestazione sarà buona se non ottima, poi il risultato dipenderà da altri fattori e non solo dalla forza del Matera”.

Le dichiarazioni del presidente in settimana? “Il presidente ha ragione, visto che ha dato piena disponibilità (economica ndr.), ma il concetto principale è che questa squadra, come già detto altre volte, non deve pensare che i problemi si posano risolvere cambiando l’allenatore, il direttore sportivo o un giocatore. Le sue parole devono essere di sprono ai calciatori che devono giocare non per salvare la panchina di Cappellacci, ma perché giocano con il Cosenza e per il Cosenza e devono mantenere la categoria. Quello che può farmi paura, è che la squadra si possa rilassare proprio aspettando gli eventi, come il cambio dell’allenatore, ma deve invece reagire e mettere tutto in campo, perché anche se un domani Cappellacci non ci sarà più, i punti rimarranno quelli”

 

Sono diciannove i convocati per la trasferta di Matera. Questa la lista diramata dal tecnico: Alessandro, Arrigoni, Bertolucci, Blondett, Caccetta, Calderini, Carrieri, Ciancio, Cori, Corsi, Criaco, Fornito, Magli, Mosciaro, Ravaglia, Saracco, Tedeschi Tortolano, Zanini.

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza