Ruggito Cosenza. Battuto il Catanzaro nel derby di Coppa Italia (1-3) - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Ruggito Cosenza. Battuto il Catanzaro nel derby di Coppa Italia (1-3)

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Dopo oltre 64 anni i rossoblu sbancano il Ceravolo e vincono il derby di Coppa Italia contro il Catanzaro. Doppio Sassano e De Angelis ribaltano la rete iniziale di Morosini. Bene per la vittoria nel derby, ma ora occorre vincere sabato in campionato contro la Paganese

Catanzaro – Va ad un buon Cosenza il derby di Coppa Italia giocato questo pomeriggio allo stadio Ceravolo di Catanzaro. Dopo ben 64 anni, dunque, i rossoblu vincono un derby contro il Catanzaro lontano dal San Vito e lo fanno con autorità, giocando una buona gara. 3 a 1 il risultato finale per il Cosenza. La vittoria è maturata principalmente nella prima frazione di gioco, quando i rossoblu sono riusciti a ribaltare l’iniziale vantaggio di Morosini con De Angelis su rigore e Sassano. Nella ripresa, poi, è arrivato il sigillo finale con la doppietta personale di Sassano. Dopo le infuocate contestazioni dei tifosi, il faccia a faccia con la squadra e la rinnovata fiducia concessa al tecnico dal presidente Guarascio, questa vittoria può e deve essere vista come una buona iniezione di fiducia, perché quello che conta ora, è tornare vincere in campionato dopo troppi mesi di digiuno e risalare subito la china. E non sarà certamente facile, perché ad affrontare il Cosenza non ci saranno sempre le seconde linee o la formazione Berretti.

Primo tempo è subito botta e risposta. Si blocca De Angelis – Sia nel Cosenza che nei giallorossi spazio alle seconde linee e a quei giocatori che hanno giocato poco durante questo primo scorcio di campionato. Ma se nelle fila del Cosenza c’è poco turnover e si segnala la presenza dal primo minuto di De Angelis che, dopo aver smaltito il lungo infortunio cerca minuti giocabili per ritrovare forma e condizioni fisica, nel Catanzaro, invece, mister Moriero si affida quasi esclusivamente alle seconde linee e a qualche baldo giovanotto della Berretti, lasciando a casa quasi tutti i titolari. Ne esce fuori una partita dai ritmi blandi che comunque regala 3 goal. Dopo i primi minuti di studio a centrocampo improvviso arriva il botta e risposta. Al 14’ è il Catanzaro a passare in vantaggio con un bellissimo tiro a giro di destro di Morosini che dal limite dell’area fa secco Ravaglia. Nemmeno il tempo di festeggiare e il Cosenza pareggia: percussione dalla sinistra di Calderini che entrato in area viene sgambettato da dietro da Martignago. Il signor Ranaldi assegna il rigore che viene trasformato da De Angelis che spiazza Scuffia e torna così al goal dopo quasi 7 mesi. Il Catanzaro non ci sta e al 26’ sfiora il raddoppio con Martignago che da dentro l’area di destro serve un pallone d’oro a Ilari che da due passi non riesce a buttarla dentro. Alla mezzora tegola per il Cosenza: Fornito deve abbandonare il campo dopo una botta presa a centrocampo qualche minuto prima, al suo posto Criaco. Il Cosenza spinto da un De Angelis super, cerca le giocare soprattutto di rimessa; su una di queste trova il goal del vantaggio. È Sassano a raccogliere dal limite dell’aria un cross di Bertolucci e battere Cuffia con una botta di sinistro a fil di palo. Per la prima volta nella stagione il Cosenza si trova in vantaggio. Rossoblù pericolosissimi anche due minuti dopo con Criaco che lanciato da Calderini sul filo del fuorigioco si divora un gaol fatto sparando sull’esterno della rete. Dopo 3 minuti di recupero finisice il primo tempo.

Doppio Sassano blinda il match. Il Catanzaro chiude in 9 – Nella ripresa il Catanzaro torna in campo deciso a trovare il goal del pareggio. Al 55’ ci va vicinissimo con Morosini che su calcio piazzato da posizione centrale colpisce l’incrocio dei pali. I giallorossi allora si buttano in avanti alla ricerca del pareggio ma si espongono al contropiede dei rossoblu. Al 52’ il Catanzaro perde una palla sanguinosa al limite dell’area del Cosenza e lascia una vera e propria prateria a Criaco che si invola indisturbato e serve a Caderini un pallone che va solamente appoggiato in rete, ma incredibilmente l’attaccante rossoblu si divora un goal che sembrava fatto, pazzesco! Al 61’Cappellacci effettua il secondo cambio sostituendo un ottimo Bertolucci con Ciancio. Dieci minuti dopo finisce anche l’ottima partita di De Angelis sostituito da Cori. Il Cosenza controlla bene la gara e trova in con una bella azione manovrata il terzo goal che chiude la gara. A realizzarla è ancora con Sassano al 73’, che raccoglie un cross dalla sinistra di Calderini e da dentro l’area di rigore batte per la terza volta Cuffia. Gioia per i tifosi del Cosenza che vedono concretizzarsi una vittoria esterna nel derby inseguita da oltre mezzo secolo, mentre i tifosi del Catanzaro iniziano a beccare pesantemente Moriero. Chiarissimo il loro malcontento verso il tecnico giallorosso, reo di aver mandato in campo troppi rincalzi. Dopo il 3 a 1 del Cosenza succede davvero poco, ad eccezione dei due rossi rimediati dai giallorossi. Il primo a finire sotto la doccia è Martignago al 74’ che protesta troppo con l’arbitro per un presunto fallo in area e rimedia il secondo giallo. Poi al 93’, in pieno recupero, tocca a Pacciardi finire la sua gara anzitempo. Per il centrocampista giallorosso espulsione diretta per un fallaccio assassino su Calderini. Dopo 4 minuti di recupero il fischio finale che sancisce il ritorno al successo del Cosenza in un derby contro il Catanzaro.

 

Catanzaro – Cosenza: 1 – 3

Maracatori: Morosini 14’, De Angelis(r) 15’, 38’ e 73’ Sassano

Arbitro: Ranaldi di Tivoli

 

Catanzaro: Cuffia; Cinquegrana, Di Chiara, Morosini, Ricci, Orchi, Yeboah (85’ Benincasa), Pacciardi, Ilari, Martignago, Petrone

Panchina: Cannizzaro, Barberi, Bruno, Commisso, Benincasa, Giudetti, Vitale

Allenatore: Francesco Moriero

 

Cosenza Calcio: Ravaglia, Zanini, Bertolucci (61’ Ciancio), Blondett, Tedeschi, Arrigoni, Corsi, Fornito (30’ Criaco), Sassano, Calderini, De Angelis

(69’ Cori)

Panchina: Saracco, Ciancio, Carrieri, Criaco, Gaudio, Alessandro, Cori.

Allenatore: Roberto Cappellacci

 

Ammoniti: Martignago(cz), Ricci (cz), Pacciardi (cz); Morosini(cz)

Espulsi: Martignago (cz), Pacciardi (cz)

Note: Gionata soleggiata e terreno in discrete condizioni

Spettatori: 1.161 per un incasso di 11.638 € con una sessantina di supporters silani entrati nel settore loro riservato solo al 30’ del primo tempo.

Angoli: 4 a 3 a favore del Catanzaro

 

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza