Cappellacci verso l’esonero? E l’ex AD Domenico Quaglio se la ride su Facebook

COSENZA – Riunioni frenetiche questa mattina tra il D.S. Meluso e il patron Guarascio per cercare di scuotere una situazione diventata pesantissima. Probabile che al tecnico del Cosenza venga chiesto di farsi da parte. Nel frattempo c’è chi se la ride dal divano di casa. E i tifosi contestano squadra e tecnico 

Potrebbe decidersi oggi il destino di mister Cappellacci dopo la pesantissima batosta rimediata dal Cosenza ieri al Granillo contro la Reggina. La tripletta dell’attaccante amaranto Insigne, ha letteralmente spazzato via la compagine rossoblu apparsa ancora una volta senza idee e con palesi problemi difensivi e segnato, molto probabilmente, le sorti del tecnico abruzzese. Stamattina il Ds Meluso si è recato all’allenamento del Cosenza, già al lavoro per preparare la gara di coppa Italia contro il Catanzaro di Mercoledì prossimo ed ha parlato con il tecnico e con la squadra che è stata duramente contestata dai tifosi che hanno chiesto all’allenatore di fare le valigie e ai calciatori maggiore impegno. Il direttore sportivo, successivamente avrebbe incontrato il patron Guarascio (o è plausibile pensare che lo stia facendo in questi minuti). Probabile che venga chiesto a Cappellacci di farsi da parte, visto il pesante contratto biennale che lega l’allenatore e i suoi collaboratori alla società di Via Degli Stadi. Se la riposta dovesse essere negativa, allora si potrebbe optare per una soluzione interna che possa gravare poco sulle casse della società (si fanno i nomi di De Angelis, Gagliardi, Patania e Napoli). il DS Meluso starebbe anche valutando il profilo di Carlo Sabatini, tecnico con il quale ha già lavorato a Padova e Frosinone. Se ne saprà di più nelle prossime ore, ma l’immobilismo e la totale assenza di comunicazione della società (compresa quella di ieri in sala stampa al Granillo dove non si è fatto vivo nessuno, salvo poi apprendere dopo oltre mezzora che il pullman del Cosenza era già sulla sulla via del ritorno) in questo delicato momento non può essere accettata.

 

E proprio il contratto biennale fatto firmare questa estate a Cappellacci, è diventato motivo di “sfottò” ironico su Facebook dall’ex amministratore delegato Domenico Quaglio dimessosi un mesetto fa. Ricordiamo che le sue dimissioni dalla carica di AD furono motivate proprio per le divergenze con la società legate al contratto del tecnico. Che se la stia ridendo sotto i baffi?