Non aveva potuto assistere al derby. La risposta del Cosenza Calcio - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Non aveva potuto assistere al derby. La risposta del Cosenza Calcio

Marco Garofalo

Pubblicato

il

COSENZA – Dopo quella della nostra redazione, è arrivata anche la risposta della società Cosenza Calcio con un comunicato ufficiale, al tifoso giallorosso disabile che aveva denunciato il mancato accesso alla Tribuna A del San Vito 

La vicenda è quella del disabile di Catanzaro che, con una lettera aperta apparsa su diversi siti di infomazione del capoluogo, aveva posto l’attenzione sul mancato acceso al San Vito relativamente alla Tribuna A dell’impiamto, l’unico a essere dotato di accesso per persone con disabilità. Noi della redazione di Qui Cosenza già nei giorni scorsi avevamo già affrontato la problematica, cercando di far capire a tutti i tifosi (sia quelli di Cosenza che di Catanzaro), che la società Cosenza Calcio non ha mai voluto inibire a nessuno l’accesso allo stadio, tanto meno a chi è disabile o solo perchè tifoso del Catanazro, ma ha solo fatto rispettare delle direttive ben precise che arrivano dagli organi competenti di “Ordine Pubblico e sicurezza” in gare definite a rischio come era quella di domenica scorsa. Ora, la stessa società Cosenza Calcio, con un comunicato ufficiale, ha voluto così rispondere al tifoso e a chi da diverse parti, ha accusato la società rossoblu. Ecco il testo del comunicato:

“La Società Cosenza Calcio, in merito alle richieste ricevute nei giorni precedenti alla gara tra Cosenza e Catanzaro, precisa che il settore ospiti dello Stadio San Vito non è fruibile, per motivi strutturali e architettonici alle persone con disabilità e che, in occasione delle manifestazioni sportive connotate da profili ad alto rischio, non vi è possibilità di emissione di tagliandi per “settore ospiti” in settori diversi, seppur in presenza di possessori di Supporter Card o Tessera del tifoso. Il sistema informatico centralizzato di controllo, che registra in tempo reale i dati anagrafici dell’acquirente, preclude tale possibilità. Ciò nonostante la Società, per tramite del proprio Delegato alla Sicurezza, ha posto i casi specifici all’attenzione degli organi di Ordine Pubblico nel tentativo di individuare eventuali soluzioni. La valutazione effettuata non ha dato riscontri positivi per i richiedenti e la Società non ha potuto far altro che negare l’accesso allo Stadio. Comprendiamo lo stato d’animo di profonda delusione di quanti non hanno potuto partecipare all’evento sportivo in questione. E’ evidente che tale circostanza non sia dipesa in nessun modo dal comportamento del personale della Società che anzi si è prodigato per giungere alla definizione della vicenda. Le peculiarità strutturali del Settore Ospiti e l’esigenza degli organi di Ordine Pubblico di garantire la massima tutela dal punto di vista della sicurezza globale degli spettatori che hanno partecipato all’evento sportivo , hanno fatto sì che non si potessero soddisfare le richieste pervenute. La Società Cosenza Calcio esprime profondo dispiacere per quanto accaduto e si augura che presto, attraverso interventi di adeguamento sulle strutture o migliorativi dal puto di vista normativo, si possa abbattere qualsiasi tipo di barriera od ostacolo che, ad oggi, limita di fatto la partecipazione agli eventi sportivi delle persone con disabilità.”

 

CLICCA QUI E LEGGI LA LETTERA DEL TIFOSO DEL CATANZARO

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza