ASCOLTA RLB LIVE
Search

Europei di Tuffi trampolino 3 metri: per il cosentino Tocci il 12° posto

In una finale di livello stellare il giovane cosentino ha mostrato enormi potenzialità.

 

BERLINO – Non doveva neanche gareggiare, ma Giovanni Tocci chiamato a sostituire l’infortunato Tommaso Rinaldi, ha mostrato ancora una volta i suoi enormi progressi tecnici, nonostante abbia compromesso la finale con un errore al terzo tuffo. Quella dei 3 metri era per Tocci una gara non prevista, almeno fino a ieri sera. L’atleta cosentino ha infatti, preso il posto di Tommaso Rinaldi, alle prese con un fastidioso stiramento al flessore. Tocci ha chiuso ultimo la finale del trampolino da 3 metri (12 posto davanti all’altro azzurro Michele Benedetti) con il punteggio di 365.85 in una gara di livello mostruoso, che ha visto trionfare, manco a dirlo, il campione tedesco Hausding (per lui è record con la 22 medaglia conquistata in competizioni ufficiali) che ha chiuso al primo posto la rotazione dei7  tuffi con il punteggio di 487,85 punti davanti al russo Ilia Zakharov (argento con 483,20). Bronzo per l’ucraino Illya Kvasha (477,20 punti).

L’atleta cosentino, regolare fino al 2 tuffo, in una finale di livello mostruoso, ha sbagliato la 3 rotazione, il triplo e mezzo rovesciato raggruppato (per lui solo 10 punti), compromettendo una finale che lo vedeva viaggiare intorno al 6 posto. Resta comunque la soddisfazione per la partecipazione alla serie finale di tuffi che deve essere motivo di orgoglio per il cosentino alla sua prima vera esperienza internazionale. “Per me che dovevo fare solo la gara da 1 metro, disputare anche la prova da 3 metri è stata una grandissima soddisfazione e poco importa se ho sbagliato il 3° tuffo, visto che per me è tutta esperienza e il gareggiare con tuffatori plurimedagliati non può che aiutami a crescere”, ha commentato al termine della gara il tuffatore cosentino che probabilmente ritornerà in pedana domani per gareggiare nei tuffi sincronizzati da 3 metri, visto che Rinaldi difficilmente riuscirà a recuperare dall’infortunio.