ASCOLTA RLB LIVE
Search

Cosenza, c’è anche Frlez tra i convocati

COSENZA – Tutti sulla corda. Per l’attesa sfida casalinga contro il Ribera, considerato da tutti come il primo test verità per il Cosenza primatista in classifica, Gianluca Gagliardi, sta caricando a dovere i suoi. Grinta, cuore, determinazione e corsa sono le armi del credo tattico del mister, rivelazione di questo primo scorcio di campionato che, sta forgiando la squadra a sua immagine e somiglianza.

Per il match, il trainer rossoblù ha diramato l’elenco dei convocati. Sono 21. Ai soliti Straface, Perri, Bruno, Parisi, Parenti, Scigliano, Sicignano, Benincasa, Fiore, Guadalupi, Salvino, Pesce, Arcidiacono S, Arcidiacono P., Mosciaro, Varriale, Liotti, Le Piane e Franzese, s’è aggiunto lo sloveno Frlez, pipelet, classe ’94, ultimo volto nuovo nello scacchiere silano. Il giovane portiere, dopo aver firmato ed aver ottenuto l’ok dalla Lega l’ok per il suo tesseramento, s’è messo a disposizione del mister. Di lui si dice un gran bene, tanto da esere considerato il nuovo handanovic. Non si sa se Gagliardi lo getterà subito nella mischia, consegnandogli le chiavi della porta silana e una maglia da titolare o punterà, ancora, a dare fiducia a Straface che, in ogni gara, ha mostrato di aver i numeri. Tempestivo nelle uscite, sicuro tra i pali, ottima scelta di tempo negli interventi e buona capacità di fraseggio, con i piedi, con i suoi compagni di reparto. Ma quella di Frlez, non è l’unica e ultima novità in casa Cosenza. Infatti, il magico momento dei Lupi ha riacceso non solo l’entusiasmo della tifoseria, ma ha anche fatto avvicinare qualche imprenditore alla causa rossoblù. Non a caso, è proprio, in questa direzione che si inquadra la decisione di Giuseppe Gabriele, titolare dell’impianto di distribuzione G1, di viale Giacomo mancini di accordarsi con il sodalizio silano per mettere il suo marchio sulle maglie silane. L’ingresso del nuovo sponsor, va a coprire sulla maglia quel vuoto lasciato dal divorzio anticipato con “Oro Cash”. La decisione del titolare del marchio in questione era stata presa, a seguito di quelle continue critiche che riceveva per quel logo “giallorosso” non accostabile, secondo la tifoseria, a quei gloriosi colori sociali. Oltre al nuovo ingresso sponsor, c’è anche la trattativa intavolata da Aristide Leonetti e Luigi Vircillo con l’ex presidnete del Cosenza, Pino Citrigno, per rilevare quel marchio dello storico 1914. Fiore, infatti, vorrebbe vedere, riotnare il marchio “1914” sulle maglie del club, accontendando così una esplicita richiesta della tifoserie. Luigi Vircillo, infatti, starebbe pensando ad un logo di transizione che inizi ad avvcinarsi a quello del 1914, in vista del centenario. La dicitura sara Cosenz Calcio e un tartan scozzese (lo stesso della Scozia). Se sul fronte societario si muove qualcosa, sul fronte strettamente tecnico-tattico, Gagliardi non ha sciolto ancora tutti i dubbi di formazione. Lo farà domani, al termine della solita intensa seduta di rifiinitura. Nel corso del test infrasettimanale, il trainer silano, contro la volitiva sqaudra del Real Cosenza, allenata da mister De Donato, ha disegnato un 3-4-3, dove Pietro “Biccio” Arcidiacono e Marano, agivano sulle fasce, costruendo gioco e crossando palloni mper l’ariete Mosciaro. Per non rischiare di perdere qualche pezzo pregiato, gagliardi ha fatto girare tutti i suoi giocatori, provando anche diversi moduli. Per la cronaca, la partitella è finita 5-1, con mmattatori di turno, lo scattante Marano, lo scatenatoMosciaro e i sigilli di Marchio e Liotti. la gara di domenica avrà un sapore particolare, soprattutto perchè sarà la giornata dedicata alla memoria di Massimiliano Catena. Alla gara saranno presenti, anche la madre Marcella, il fratello Piero e il figlio Massimiliano, che porta proprio il nome dello zio. Le due squadre, inoltre, scenderanno con indosso una t.shirt con la scritta “Catena nel cuore”. La maglietta sarà venduta al costo di 15 euro, il ricavato sarà devoluto all’associazione Gianmarco De Maria.