Il punto sulla ventisettesima giornata di Lega pro 2 gir. B

COSENZA – La nona giornata di ritorno, conferma come le squadre che occupano le prime posizioni in classifica, abbiano fatto registrare un repentino rallentamento rispetto al girone d’andata.

 A fare tanti punti in questa fase sono le squadre che si devono salvare,  che hanno motivazioni e voglia di raggiungere l’obiettivo della salvezza. Non che le big del campionato non mettano impegno, ma certamente aver raggiunto con anticipo la Lega pro unica, le ha probabilmente fatto adagiare, rendendole meno determinate e concentrate.  Le prime otto in classifica, nel migliore dei casi, hanno  fatto registrare un pareggio, smuovendo si la classifica, ma non rispettando la logica del più forte. Un buon Messina, impone al Cosenza la sua migliore condizione atletica, gestendo la partita per tutti i novanta minuti e sfiorando il colpo grosso. La squadra di Cappellacci, conscia delle difficoltà del momento, ha pensato bene di accontentarsi del punto e smuovere la classifica, che alla luce del pareggio fra Casertana e Teramo sembra essere stata la scelta migliore. Proprio Casertana e Teramo, avvalorano la tesi che li davanti cominciano ad accontentarsi e gestire le posizioni fin qui acquisite accontentandosi di uno scialbo 0-0.  IL Foggia perde a Gavorrano, dimostrando di non vivere un buon momento di forma,  già palesato nelle precedenti partite. Corrono le squadre in lotta per la salvezza, il Sorrento sbanca Chieti e ritorna in corsa per evitare la retrocessione. Non va oltre il pareggio l’Ischia, che si fa fermare dall’Aprilia, che sembra aver ritrovato le giuste convinzioni per tentare la risalita in classifica.  Poggibonsi-Aversa si conclude con la divisione della posta in palio, ma con le due squadre che si ritrovano a fronteggiare una scomoda posizione di classifica. Il Martina centra una vittoria importantissima, espugnando il campo del Tuttocuio rilanciandosi alla grande  e inguaiando i toscani. Ferma l’emorragia di punti il Castel Rigone, pareggiando sul difficile campo di Melfi. Perde la Vigor Lamezia con l’Arzanese  permettendo ai padroni di casa di continuare a sperare nella salvezza.