Presentazione settima giornata di ritorno di Lega pro 2 gir. B

COSENZA – La settima giornata di ritorno, si apre venerdì sera, con il big mach fra Foggia-Messina, due squadre di grande tradizione, che cercheranno in tutti i modi di ritornare nelle categorie che contano. Se per il Foggia la strada sembra in discesa, discorso diverso per il Messina, che pur avendo fatto registrare negli ultimi periodi dei miglioramenti, sembra ancora lontano dal poter raggiungere il traguardo della  la Lega pro unica. Proprio la partita contro il Foggia, potrebbe rappresentare per i siciliani la possibilità di dimostrare di aver raggiunto quella maturità per raggiungere la meta prefissata. Nell’anticipo del sabato, la capolista Casertana giocherà in trasferta sul campo del Castel Rigone, partita che si preannuncia combattuta e equilibrata, con i padroni di casa, che potrebbero in caso di vittoria avvicinare le prime della classe. Il Sorrento dovrà necessariamente vincere contro l’Ischia, per continuare a coltivare il sogno di giocare il prossimo anno nella rinnovata Lega pro. Aversa-Chieti sembra gara aperta a qualsiasi risultato, vista la predisposizione di entrambe le squadre a giocare sempre per vincere. Un Teramo con qualche problema, affronterà il Martina che a sua volta é impegnato nella rincorsa verso la salvezza, pugliesi che in caso di sconfitta potrebbero sprofondare in classifica. La Vigor Lamezia ospiterà il Gavorrano, in una partita che sulla carta sembra essere chiusa nel pronostico a favore dei calabresi. Arzanese-Tuttocuio è scontro salvezza, dove il pareggio sembra risultato che potrebbe far comodo solo ai toscani. Stesso discorso per Aprilia-Poggibonsi, con i laziali che saranno costretti a vincere per evitare le già spalancate porte dei dilettanti. Il Cosenza di Cappellacci affronterà in trasferta l’ostico Melfi, squadra compatta e difficile da superare, che pur non avendo individualità di spicco quando gioca sul campo amico è sempre osso duro. I rosso blu dovranno ritrovare motivazioni e carattere per ritornare ad essere la squadra ammirata qualche tempo addietro.