Il Cosenza entra in Lega Pro, lupi in C2 per il centenario

COSENZA – E’ ufficiale: il Cosenza Calcio giocherà nella seconda divisione della Lega Pro.

Festeggiano i tifosi che si erano dati appuntamento in Piazza 11 Settembre, nel centro cittadino, dove è stata data la notizia. Insieme alla squadra rossoblu’ sono state ripescate il Gavorrano, l’Aversa Normanna, il Real Vicenza, il Virtus Verona, i fratelli della Casertana e il Foggia. Bisognerà però attendere ancora qualche giorno per avere la composizione definitiva dei gironi. La compèagine silana ritorna così tra i professionisti nell’anno del centenario. A comunicare il lieto evento è stata la FIGC che ha riportato l’esito della convocazione del fatidico Consiglio Federale che riunitosi alle 13 ha reso noto i ripescaggi in C2. Il ripescaggio di oggi è il quarto della storia centenaria del Cosenza Calcio. Il primo fu quello del 1930, dalla Seconda alla Prima Divisione, voluto dal presidente Icilio Bolletti. Poi la promozione del 1935 quando il Cosenza venne ammesso all’allora nascente Serie C e quello del 1953 quando i lupi furono ripescati nel campionato di Serie D evitando la mortificazione di giocare nel campionato regionale di Promozione. Nell’era moderna, poi, si sono susseguite altre due situazioni fortunate. Nel 1962 il Cosenza, dopo essere retrocesso dalla Serie B alla Serie C, fu riammesso alla serie cadetta per un illecito sportivo commesso dal Novara. Non si trattò di ripescaggio ma di qualcosa molto simile. E nel 1978 il Cosenza fu effettivamente ripescato dalla Serie D alla nascente Serie C2 per la riforma dei campionati. Quasi come dire la storia si ripete. A fare l’excursus storico dei rossoblù è la stessa società Nuova Cosenza Calcio che ricorda come nel 1978-79 i Lupi si salvarono ma non fu una bella annata, ma nelle tre occasioni successive, solo successi. Nel 1979-80 con Sonetti in panchina e Spadafora presidente, nel 1981-82 con Aldi allenatore e la nascita del Cosenza Calcio 1914 con Morelli presidente e nel 2008-09 con Toscano alla regia e Damiano Paletta presidente del “vecchio Rende” di Massimo Mirabelli. L’entusiasmo per il ritorno in pompa magna nel calcio che conta è tanto. Da piazza XXI settembre i cori rimbombano tra le strade cittadini ricordando che i lupi ‘C sono’. Forza Cosenza. Forza Lupi. Sempre.