lavoro primo maggio

Lavoro e Dignità

Rimane un senso nel “1° Maggio”?!… Che cos’è il 1° Maggio?!… Che cos’è il Lavoro?…

Vissuto sulla propria pelle, direi che il Lavoro non esiste, che il Lavoro è fatto di imprenditori che non pagano gli stipendi maturati, che il Lavoro è “scoprire” che non ti hanno versato i contributi, che il Lavoro il mio, il tuo, il nostro non è tutelato e controllato da nessuno, perché il “controllore” è colluso col truffatore.

 

Per alcuni il Lavoro è firmare una busta paga e prendere la metà di quel che è riportato sulla stessa, per altri, in altri tempi era firmare le dimissioni in bianco perché “ricattato”… il Lavoro è “Mobbing” ma in Italia le cause di Mobbing non si intentano nemmeno. Allora il Lavoro… il Lavoro che non c’è, quello che dovrebbe rappresentare la dignità dell’Uomo, per come detto da Papa Francesco, non è altro che la Morte naturale dell’Essere. Non esistono lavoratori mal pagati e sfruttati, non esistono disoccupati a cinquant’anni, non esistono quelli che mandano Curriculum Vitae formato europeo nella speranza di un Lavoro, siamo solo “cadaveri viventi” che si aggirano nel vuoto di una società che li ha scaricati… deliberatamente. Il Lavoro il cappio del terzo millennio.
Cadaveri che si aggiungono ai veri cadaveri dei caduti sul Lavoro, laddove sicurezza e garanzie non esistono. Ecco che cos’è il Lavoro, ecco come vedo e sento il 1° Maggio… Welfare e Jobs Act sembrano titoli hollywoodiani di action movie di grido… “Prestito d’Onore” una fiction Mediaset e la Social Card la vecchia tessera annonaria di memoria seconda Guerra Mondiale. Il Lavoro oggi… è sperare di entrare in un call center… di ottenere dei voucher Inps e… basta… non c’è altro.

 
L’Italia è un Paese che negli ultimi anni ha tradito le aspettative e le speranze degli italiani fin poi calpestare il “Diritto”. Il Procuratore Gratteri nel descrivere la Prima e la Seconda Repubblica trova la differenza nel fatto che prima almeno si provava vergogna, ora nemmeno questo. Allora facciamo il concertone a Roma, alziamo le bandiere, cantiamo e festeggiamo insieme, magari insieme a quelli del cartellino che timbrano ed escono per fare la spesa o altro e poi il 2 maggio rimandiamo il nostro C.V. formato europeo confidando che un Call Center di servizi outbound, inbound e di customer care, possa prenderci in considerazione… previa, ovvia, raccomandazione del politico di turno. Viva l’ Italia!
Disco “popopooooò” con i Men at Work/Uomini al Lavoro in un Paese incivile dove muore anche… ladignita.it!!!!!…