Sono perplesso

Avrei potuto parlare dell’uomo nudo che si aggira di notte per il centro di Cosenza… e magari dire la mia come: “perché non avete dato aiuto ad una persona in evidente difficoltà preferendo girare un video da mettere in rete?”

 

Avrei potuto parlare di quel maresciallo che manda all’ospedale un suo superiore o di quel magistrato che contava i soldi dei suoi favori e se i soldi non c’erano prendeva i “corpi“!… oppure di quel Prefetto poco Prefetto per settecento euro sopra una scrivania.

Avrei potuto parlare di quei poliziotti, carabinieri, finanzieri o affini che alla lotta alla malavita hanno preferito “la collaborazione“… avrei potuto parlare di Giletti e il rappresentante della Calabria “buona”… ma quando si urla si dice poco

Avrei potuto parlare del prossimo appuntamento elettorale in Calabria… con candidati incandidabili… ma tanto è sempre la solita storia… rimango perplesso... a volte basito… impotente… sorrido con amarezza… e nel frattempo la speranza di una Calabria migliore svanisce come una foglia spinta dal vento.

Già sono perplesso… ma libero!… ogni libertà ha un suo prezzo… noncredopiuanessuno.it!!!!!… figuriamoci al gatto e alla volpe!