Buona notte Cosenza

Questo è uno di quei pezzi che non avrei mai voluto scrivere perché, sicuramente erroneamente, penso ancora che alcune cose, vicende o fatti abbiano uno scorrere normale, civile, rispettoso… invece.

 

Questo è uno di quei pezzi che non avrei mai voluto scrivere, perché sembra quasi chiedere “l’elemosina del pensiero e del giusto ricordo“… eppure Mario Gualtieri, la Musica e la Città di Cosenza erano un unico blocco di Passione e di Amore. La Legge, la burocrazia o non so che altro, oggi nega a questo nobile Figlio di Cosenza uno spazio del ricordo e della memoria. Mario forse non avrà una piazza suo nome o una strada… ma Mario ha conquistato cuori a casa sua e lontano da casa sua… Mario ha portato la felicità ai calabresi ed ai cosentini degli Stati Uniti, del Canada… dell’Australia… a quella gente che era partita con la valigia di cartone e lo spago… quei cosentini che mai hanno dimenticato la loro Terra… grazie anche a Mario.

Quando c’era lui “vedevi” Cosenza, respiravi Cosenza, sentivi Cosenza… magari lo stile di musica non piaceva a tutti… forse anche per questo tutti ascoltavano Mario… perché ha raccontato e cantato sempre col cuore. Con lui è andato via un pezzo della nostra Cosenza, quella Cosenza sana, genuina, spontanea… quella Cosenza con il sangue rossoblù, la Cosenza delle mamme cosentine che preparavano il pranzo della domenica… il Centro Storico ed i suoi profumi.

Insomma Mario è un Figlio di Cosenza… il resto è solo cartaccia tra la tanta cartaccia in giro per la Città. Questo è uno di quei pezzi che non avrei mai voluto scrivere… ma le scellerate scelte e decisioni ti costringono ad urlare la rabbia ed il dissenso.

Care Autorità non si può dire NO al Cuore!… disco popopooooò con la Buona notte Cosenza di Mario… anche se oggi ha un sapore amaro… sa tanto di buiomedioevale.it!!!!!…