ASCOLTA RLB LIVE
Search

Political look

La Politica in Italia è un’entitĂ  consolidata nel tempo… consolidata nel senso che non c’è mai nulla di nuovo, perfino nello pseudo cambiamento tanto agognato in ogni competizione elettorale.

 

Politica dell’alternanza al Potere, stessi soggetti, stesse facce, stessi fatti in ogni benedetta o maledetta legislatura… che tu sia eletto o trombato sullo scenario politico nazionale non cambia mai nulla… anzi a volte qualcosa cambia… il look!

La Prima Repubblica era imbalsamata tra abiti scuri e cravatte a tono… solo Marco Pannella e Mario Capanna uscivano fuori dagli schemi… stesso discorso per la dir poco eccentrica Cicciolina. Berlusconi aveva rilanciato alla grande il doppiopetto ed i maglioncini a lupetto, orrendi,… Prodi il look radical… posato di sinistra, ma fondamentalmente democristiano, il rottamatore Renzi, rottamatore di cosa poi, in maniche di camicia con o senza cravatta, tanto da influenzare anche l’intera redazione di Sky!…

Oggi la confusione che regna nel Paese si ripercuote anche nello stile del proprio ruolo… si va dal classico al casual estremo, passando per un abbozzato “sportivo”. In questa campagna elettorale “locale” mi colpisce il look semplice ma di classe, sempre a dire il vero, della Bruno Bossio, il look di tutti giorni della cinquestelle Orrico e le variabili di classe del piccolo Giacomo Mancini con accenno di barbetta.

Pollice verso per il look “sacrestano” dei fratelli Occhiuto, Mario e Roberto… monotematici scuri… del resto si sa… il nero snellisce!… Bene invece la Caligiuri e la Santelli, per quest’ultima un appunto solo per le calzature un pò troppo “aggressive”. Nota a parte per Paolo Naccarato candidato di Forza Italia… non conosco il suo programma, ma le sue giacche battono tutte le altre!!!!!… Non avendo molte motivazioni per andare a votare, almeno scelgo un candidato elegante… ohno.it!!!!!…
Da Political Look a Polictis Dancing “disco popopoooooò” di oggi..