ASCOLTA RLB LIVE
Search

Una Vita da vivere

La tragica scomparsa di un ragazzo… il lavorare oggi a fianco dei ragazzi, mi riporta al nostro valore assoluto, la Vita.

 

La Vita, valore che spesso dimentichiamo lasciandoci trascinare nel vortice dell’invicibilità e dell’immortalità. I ragazzi oggi sono solo ed esclusivamente nostro frutto, vuol dire che come generazione abbiamo sbagliato qualcosa e purtroppo continuiamo. Siamo quel che siamo e oggi portiamo nella nostra mente ferite e cicatrici che nessun tempo potrà mai curare. I giovani oggi hanno bisogno di noi… di certo non hanno bisogno solo di essere assecondati e accontentati… i giovani vanno capiti, ai giovani vanno spiegate le cose della vita… ai giovani va dato ogni strumento per capire e vivere la Vita nella sua essenza… nel suo valore assoluto. Non esistono maschere, bugie, alibi, esistono esempi, esiste amore… si vive a volte per campare e risalire la china, contro tutto e tutti, ma si vive.
Perdere la Vita in una notte buia e fredda su una tangenziale è un Dolore che non passa… un Dolore che aumenta ponendoci davanti alle nostre insicurezze ed ai nostri dubbi. Qualche testata della Capitale ha liquidato il tutto ponendo l’accento sull’auto dell’incidente e sulla vita dei ragazzi… ecco come continuiamo a sbagliare. La colpa non è di una Jaguar o di un ragazzo fresco di patente… le colpe sono tante e poche nello stesso tempo… i colpevoli tutti. Se mai avessimo dato il nostro giusto esempio di Vita… se mai fossimo riusciti a trasmettere alle nuove generazioni l’Amor per la Vita propria e quella degli altri. Dovremmo concentrare la nostra attenzione su questi valori. Morire o uccidere oggi è molto facile, come se venire al Mondo non fosse più una Festa ed un Dono. Abbiamo perso contatto con la realtà… disegnando una Vita che non è Vita, senza colori. Cari ragazzi… Amatevi… Amatevi e basta.

Niente disco “popopooooooò” solo una dedica col cuore a Domenico Maria e ai suoi cari.