Il fallimento della Politica

Un Paese vecchio, per vecchi, di vecchi e di professionisti della Politica.

 

L’aver toccato il fondo dopo anni di berlusconismo e renzismo, passando da pseudo governi tecnici e di responsabilità nazionale ci regala un quadro di liste elettorali fatte come al solito di nulla. La logica di Potere ed il “poltronismo” prevalgono sulla reale voglia di cambiamento e rinnovamento. L’Europa va avanti e l’Italia arretra… sarebbe già una speranza l’essere fermi… invece continuiamo nel nostro trend a marcia indietro.  L’italia arranca ed arretra… il Sud ancora una volta si conferma Terra lontana e distante da tutto il resto. Le candidature per le prossime elezioni confermano la volontà di questa classe politica e dirigente che ha fallito e fatto fallire un intero Paese che il progetto di distruzione non è concluso… anzi continua.

In Calabria le candidature da Destra a Sinistra, passando per il Centro e per i mille partitini in circolazione confermano che la nostra Terra è “zona franca”… cioè alle segreterie nazionali non interessa sei sei presentabile o meno… se sei capace o meno… se puoi rappresentare qualcosa o qualcuno… bensì il pacchetto voti. Nessun ricambio generazionale… nessuna giusta epurazione per incapacità di intendere e volere… Nessun cambio… ecco perché la Politica muore… perché non è credibile. L’italia chiude per fallimento.. grazie alla Politica che ancora una volta non raccoglie le istanze della società… una società che a furia di stentare, agonizza e muore. Il 4 marzo sarà l’ennesima sconfitta di un intero Paese e l’occasione persa per ripartire… quindi sono sicuro sarà necessario ritrovarci nel 2019 per votare di nuovo.

Disco “popopoooooò” con in vero calabrese ed italiano che le cose le vedeva prima degli altri… ciao Rino… aveviragione.it!!!!!Buon voto a tutti!