Città unica: Corigliano + Rossano = Indifferenza

Dopo il Referendum popolare per la fusione dei Comuni di Corigliano e Rossano grandi festeggiamenti per il Si che vince nettamente. Per la nuova Grande Provincia che potrà nascere

 

Grandi festeggiamenti. Giochi di parole su nomi e nomignoli… Corirossa, Rossacori… Eppure il Si vince davvero, ma più del 60% degli aventi diritto non si sono recati alle urne… quindi secondo me ha vinto l’Indifferenza… ma anche secondo i numeri. Da sempre sostenitore della fusione perché credevo e credo nelle potenzialità di Corigliano e Rossano insieme, perché credevo e credo che la Fusione potesse rappresentare, finalmente, tutte le istanze dello Ionio cosentino, credevo e credo soprattutto potesse ridare dignità ad una Terra completamente dimenticata. Eppure credevo e credo… ma il Popolo non ha risposto… una maggioranza ha vinto spingendo il Si, il No è caduto quasi nel vuoto… il Non voto ha fatto più rumore di ogni vittoria. I coriglianesi e i rossanesi hanno mostrato la loro insofferenza, il loro distacco dalla cosa pubblica, perché puntualmente traditi… traditi per una Statale 106 a dir poco incivile, un Aeroporto mai nato, un Ospedale mai sorto… un porto mai decollato.

 

Parole, fiumi di parole direbbero i Jalisse,ma verità… una verità grande come una ferita che difficilmente riesce a rimarginarsi… Tanti politici si sono riempiti la bocca con lo Ionio cosentino, lasciandolo tranquillamente nel buio del sottosviluppo, forse gli stessi che oggi festeggiano una vittoria che sa tanto di sconfitta, ma si sa… in Italia vale sempre il contrario e qui al Sud siamo maestri del mistificare. Peccato… un’altra occasione persa… peccato far nascere una Grande Provincia… Grande nei numeri, Grande nella Storia, Grande nella Cultura, Grande nella sua Bellezza, su un castello di sabbia. Il “disco popopooooò” non poteva che essere proprio dei Jalisse… vincitori a Sanremo e poi… mai visti… sparitidallascene.it!!!!!…