Tenta di dare fuoco alla convivente, arrestato 44enne nel Cosentino

Avrebbe tentato di dar fuoco alla convivente dopo averle versato addosso del liquido infiammabile. Un cittadino rumeno, Adrian Dimisca, di 44 anni, muratore, è stato arrestato dai Carabinieri della stazione di Acri per tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia.

ACRI (CS) – Il tutto è accaduto nel corso di una lite tra Dimisca (nel riquadro) e la donna, che era stata cacciata la sera prima dall’abitazione dell’arrestato, in via Vittorio Emanuele, ed era ritornata a casa per raccogliere le sue cose. L’uomo però, in preda ad un momento di ira, l’avrebbe bagnata con liquido infiammabile con l’intento di darle fuoco. La vittima e’ pero’ riuscita a rifugiarsi in bar, nelle immediate vicinanze dell’abitazione, chiedendo aiuto. I Carabinieri, intervenuti, hanno rintracciato il rumeno trovandogli addosso ancora un accendino. L’uomo avrebbe tentato di minimizzare dicendo di volerla solo spaventare per cacciarla definitivamente da casa. La donna e’ stata soccorsa da personale del 118 e ricoverata in ospedale ad Acri per la frattura di uno zigomo e dell’ arcata sopraccigliare. L’arrestato ora e’ in carcere a Cosenza.