Aggressione a poliziotto, Luigi Mancuso resta in carcere: è accusato di tentato omicidio - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Senza categoria

Aggressione a poliziotto, Luigi Mancuso resta in carcere: è accusato di tentato omicidio

Il trentenne, figlio del boss Giuseppe, nella notte tra venerdì e sabato, fermato da una Volante della Questura di Vibo, ha scaricato la sua violenza contro un agente, ferendolo gravemente

Avatar

Pubblicato

il

VIBO – Il gip di Vibo Valentia Giorgia Ricotti ha convalidato la misura del carcere per Luigi Mancuso, 30 anni, di San Gregorio d’Ippona, figlio del boss della ‘ndrangheta Giuseppe Mancuso, arrestato con l’accusa di aver ferito un poliziotto in servizio alla Squadra Volanti della Questura di Vibo Valentia nella notte tra venerdì e sabato. Secondo la ricostruzione degli inquirenti il giovane, nel corso di un normale controllo di polizia avvenuto in pieno centro cittadino, è stato fermato mentre era a bordo di un’auto. Anziché fornire i documenti per il riconoscimento e l’identificazione, Mancuso ha preso sottobraccio l’agente trascinandolo per alcune centinaia di metri e schiacciandolo al muro prima di scaraventarlo a terra di fronte a un bar nei pressi di piazza San Leoluca, in centro città. La Procura di Vibo ha contestato al giovane il reato di tentato omicidio, oltre alla resistenza a pubblico ufficiale, in quanto – secondo la prospettazione accusatoria – avrebbe rischiato di uccidere il poliziotto rimasto ferito e trasferito in gravi condizioni all’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia dove si trova attualmente ricoverato con una frattura di due vertebre, un trauma cranico e diverse contusioni. Luigi Mancuso, già noto alle forze dell’ordine, nel novembre 2017 è stato coinvolto in una sparatoria avvenuta a San Gregorio d’Ippona e in precedenza è stato processato per il tentato omicidio di un romeno a colpi di mattone, riportando una condanna a cinque anni.

Calabria

Riparto dei fondi sanitari, Occhiuto blocca l’accordo: «Calabria penalizzata»

Il governatore ha minacciato di non approvare il piano se non verrà rivista la ripartizione a favore della Calabria. Ulteriore approfondimento martedì prossimo

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

ROMA – Durante la Conferenza delle Regioni, a quanto si apprende, il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, ha paventato l’ipotesi di non dare l’intesa al riparto del fondo per il servizio sanitario nazionale per il 2022. Il motivo? La Calabria risulterebbe al momento estremamente penalizzata dalla suddivisione delle risorse. Il governatore ha chiesto di rivedere i criteri del riparto e ha ottenuto un ulteriore approfondimento martedì prossimo.

Il governatore della Basilicata: ‘Questione politica Manca l’accordo

La questione era già emersa in una dichiarazione del governatore della Basilicata Vito Bardi. “Abbiamo rinviato la discussione sul riparto del fondo per il Servizio Sanitario Nazionale alla prossima settimana anche perché ci sono delle titubanze da parte di alcune Regioni, Lombardia, Campania e Calabria, da verificare”, ha spiegato Bardi al termine della Conferenza delle Regioni. “Da un punto di vista tecnico è più semplice, da un punto di vista politico ci vuole l’accordo, che è quello che per ora – ha poi concluso –  mi sembra che manchi”.

 

Continua a leggere

Calabria

Covid: un decesso, 524 nuovi casi e tasso di positività al 17,22%

Aumentano gli ingressi nei reparti ordinari, +cinque (133) mentre rimane stabile il dato delle terapie intensive (sette)

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANZARO – Contagi ancora in calo Calabria. Sono 524, rispetto ai 595 di ieri, i casi riscontrati nelle ultime 24 ore con 3.043 tamponi processati e un tasso di positività che si colloca al 17,22%. Da registrare un nuovo decesso che porta il totale delle vittime dall’inizio della pandemia a 3.105. Aumentano gli ingressi nei reparti ordinari, +5 (133) mentre rimane stabile il dato delle terapie intensive (7). I guariti sono 581.608 (+639), gli attualmente positivi 6.943 (-116) e gli isolati a domicilio 6.803 (-121). Ad oggi – secondo quanto riportano i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dai Dipartimenti di prevenzione delle Aziende sanitarie provinciali della Regione Calabria – le persone risultate positive al Coronavirus nella regione sono 591.656. Il totale dei tamponi eseguiti è paro a 3.973.954.

– Catanzaro: CASI ATTIVI 1897 (25 in reparto, 4 in terapia intensiva, 1868 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 100533 (100141 guariti, 392 deceduti).

– Cosenza: CASI ATTIVI 2290 (60 in reparto, 0 in terapia intensiva, 2230 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 172504 (171142 guariti, 1362 deceduti).

– Crotone: CASI ATTIVI 281 (4 in reparto, 0 in terapia intensiva, 277 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 57115 (56845 guariti, 270 deceduti).

– Reggio Calabria: CASI ATTIVI 1780 (28 in reparto, 3 in terapia intensiva, 1749 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 197009 (196137 guariti, 872 deceduti).

– Vibo Valentia: CASI ATTIVI 466 (14 in reparto, 0 in terapia intensiva, 452 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 50557 (50367 guariti, 190 deceduti).

L’ ASP di Catanzaro comunica 150 nuovi soggetti positivi di cui 1 fuori regione.

L’ ASP di Cosenza comunica 156 nuovi soggetti positivi di cui 1 fuori regione.

Continua a leggere

Senza categoria

Loizzo smorza le polemiche:” A qualcuno dà fastidio il successo della Lega in Calabria”

La deputa commenta le “note apparse su alcuni organi di stampa circa presunte lacerazioni nella Lega calabrese: è opportuno precisare”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – “Forse a qualcuno dà fastidio il successo della Lega in Calabria”. Così commenta Simona Loizzo, deputato della Lega “in relazione alle note apparse su alcuni organi di stampa circa presunte lacerazioni nella Lega calabrese è opportuno precisare che, probabilmente, a qualcuno dà fastidio il grande risultato ottenuto alle scorse elezioni politiche. Ricordo a me stessa che la Lega è passata da uno a tre parlamentari eletti conquistando,al proporzionale, quasi il 6% nonostante i voti nazionali siano dimezzati. Una performance frutto di un grande lavoro di squadra ben coordinato dal commissario regionale del partito, Giacomo Saccomanno”.

Continua a leggere

Di tendenza