Squalo morto ritrovato a Schiavonea, l’assessore Chiurco rassicura: ‘E’ un pesce comune per i nostri mari’

L’esemplare di Hexanchus griseus sul quale sono in corso gli esami necroscopici misurava 3 metri e 35 centimetri.

 

CORIGLIANO CALABRO (CS) – Lunedì uno squalo capochiatto, meglio noto come ‘pesce vacca’ è stato ritrovato morto nei pressi del lido Movida di Schiavonea. Dai rilievi eseguiti dal veterinario dell’Asp di Cosenza Francesco Franco è emerso che sarebbe deceduto a causa di una ferita sulla branchia sinistra provocata verosimilmente dalla collisione con qualche strumento utilizzato per la pesca o con un’imbarcazione. Alcuni organi dell’esemplare sono stati prelevati per ulteriori accertamenti che saranno eseguiti presso il Centro Studi Cetacei mentre dal Comune di Corigliano l’assessore Chiurco tenta di tranquillizzare i bagnanti. Questo tipo di squalo secondo l’assessore sarebbe ”un pesce comune per il nostro mare che vive in profondità ed è assolutamente innocuo per l’uomo”. In effetti non sarebbe il primo episodio verificatosi sul litorale jonico cosentino. Sempre a Corigliano lo scorso Luglio all’imbocco del porto di Corigliano fu ritrovato uno squalo capopiatto del peso di quattro quintali e lungo circa quattro metri che fu recuperato con una gru.

 

In foto la carcassa di ‘pesce vacca’  recuperata nel Luglio 2014