Covid, “zona arancione” in tutta Italia. L’ipotesi al tavolo delle trattative

Le Regioni chiedono di revisionare il sistema di divisione per fasce e circolano le prime indiscrezioni che vede il Paese di un colore omogeneo 

 

 

ROMA – Le Regioni chiedono di revisionare il sistema di divisione per fasce e circolano le prime indiscrezioni secondo cui tutta Italia potrebbe andare verso la zona “arancione” nazionale per un certo periodo, per qualche settimana o probabilmente un mese, con restrizioni anti-Covid omogenee ovunque, ma anche di nuovi criteri alla base del sistema dei colori. L’idea è anche accarezzata dal ministro della Salute Roberto Speranza che ipotizza un lockdown simile a quello di Natale.

L’ipotesi avanzata dal presidente Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia Romagna, verrà discussa oggi nella Conferenza delle Regioni, secondo quanto si apprende. Le proposte saranno poi portate al governo Draghi, che deve prendere decisioni a partire dallo stop agli spostamenti tra regioni, anche in zona gialla, che scade il 25 febbraio, con la proroga fino al prossimo 5 marzo, e in vista di un possibile, nuovo Dpcm. Visto l’andamento dei contagi e gli allarmi che continuano a lanciare scienziati ed esperti, è presumibile che il nuovo esecutivo prorogherà il blocco.