Augias "la Calabria è irrecuperabile". Spirlì: "non è lucido, si scusi con i calabresi" - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Calabria

Augias “la Calabria è irrecuperabile”. Spirlì: “non è lucido, si scusi con i calabresi”

Avatar

Pubblicato

il

Il presidente  pretende le scuse dopo i duri giudizi sulla regione dati dal giornalista all’indomani dell’ultima inchiesta “Basso profilo” coordinato dal procuratore Nicola Gratteri

 

 

 

CATANZARO – “La Calabria è purtroppo una terra perduta, questa inchiesta e anche il maxi processo in corso, del quale i media non hanno parlato a sufficienza, lo dimostrano” è il giudizio laconico del, ospite della trasmissione ‘Quante Storie’ su Rai 3, espresso all’indomani dell’inchiesta contro la ‘ndrangheta “Basso profilo” coordinata dal procuratore Nicola Gratteri giornalista Corrado Augias

“La mia opinione personale vale poco, vale quello che vale, è un sentimento, non un’affermazione politica – ha proseguito Augias nel suo solito tono pacata. –  Io ho il sentimento che la Calabria sia irrecuperabile. L’ho visto anche in occasione delle ultime elezioni, avevano un candidato ottimo, un impreditore calabrese forte, che resta lì nonostante i rischi che corre, che dà lavoro: lo hanno escluso, hanno eletto un’altra persona che sfortunatamente è mancata. Detto questo, le inchieste di Gratteri vanno seguite con attenzione. Gratteri è calabrese, un altro uomo che è voluto restare in Calabria, fa una vita d’inferno, vive con 4 carabinieri intorno…”.

Spirlì: “Augias si scusi con la Calabria”

Le parole di Augias, però, piombano in maniera impietosa sulla Calabria e negli uffici del palazzo della Cittadella, rimbombando nelle orecchie del presidente che di tutta risposta pretende le scuse dal giornalista.

“Ho imparato dalla mia Fede a essere compassionevole con la gente che soffre, soprattutto di disturbi mentali. Chi offende parte certamente da questa patologia: quando la mente patisce, la lingua aggredisce. Nemmeno Corrado Augias sfugge all’atroce destino di chi subisce gli assalti di un’età che galoppa e di una mente che arranca. Offendere la Calabria e tutti i calabresi, considerandoli irrecuperabili e fuori regola, significa non essere tanto lucidi da poter constatare quanto questa terra sia uguale, nei comportamenti e nei sentimenti, al resto del creato”, tuona il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, in una nota stampa.

“Il bene e il male – continua – lottano da quel primo giorno, in ogni angolo dell’universo: a volte vince l’uno, a volte l’altro. Chi perde sempre è la stupidità umana. Che, constato, è ben distribuita, purtroppo, su una buona parte di umanità”.

“Mi auguro – conclude il presidente Spirlì – che Augias trovi, tra le pieghe del suo caos interiore, il tempo e i modi per chiedere scusa alla Calabria e ai calabresi, alla storia, al presente e all’avvenire di una terra che, prima del suo ultimo sproloquio televisivo, non conosceva l’esistenza di questo signore”.

Calabria

Nelle scuole calabresi arriva il CinemAmbulante con la rassegna a tema ambientalista

In partenza oggi, il progetto coinvolgerà sei istituti delle cinque province, portando tra gli studenti cortometraggi dedicati all’ambiente

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Saranno sei, distribuiti per tutte le province, gli istituti coinvolti nel progetto Eco Cinema – Film per l’ambiente, il programma educativo dedicato agli studenti e alle studentesse delle scuole secondarie di primo grado che utilizza il cinema per trasmettere conoscenze e sensibilità per le tematiche ambientali.

La rassegna avrà come focus temi ambientalisti e cercherà di trasmettere ai ragazzi e alle ragazze valori di sostenibilità e tutela del territorio. Tutto ciò grazie alla proiezione di cortometraggi del mondo del cinema di animazione contemporaneo, approvati anche da Unicef Italia, dai quali gli studenti potranno prendere spunto per dare vita a incontri e dibattiti in cui esprimersi e confrontarsi.

«Verrà utilizzato un linguaggio semplice, innovativo e di forte impatto del cinema di animazione contemporaneo per veicolare messaggi importanti. Verranno forniti inoltre materiali informativi, tra cui un manuale realizzato da personalità impegnate sulle questioni ambientali, e realizzati laboratori didattici» sottolinea CinemAmbulante, associazione culturale ideatrice di Eco Cinema – Film per l’ambiente, che organizza progetti di promozione sociale e culturale e di diffusione del linguaggio audiovisivo in Calabria.

Si partirà lunedì 6 dicembre per un totale di sette date che toccheranno tutte le province: il 6 e il 7 dicembre le proiezioni si svolgeranno presso l’Istituto Comprensivo Garibaldi-Buccarelli di Vibo Valentia; il 12 presso l’istituto comprensivo di Davoli, in provincia di Catanzaro; il 13 dicembre doppio appuntamento per il Dante Alighieri di San Giovanni in Fiore, nella provincia cosentina, con le scuole medie nella mattinata e le quinte nel pomeriggio; il 14 la rassegna si sposterà nuovamente a Vibo Valentia presso l’istituto Murmura; il 15 sarà la volta dell’istituto San Sperato-Cardeto di Reggio Calabria; e infine l’Istituto Omnicomprensivo Diodato Borrelli di Crotone, venerdì 16 dicembre, data che chiuderà la rassegna.

L’iniziativa, che si inserisce in un programma più ampio di diffusione della cultura ambientale, è realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola, promosso da MiC-Ministero della Cultura e MI-Ministero dell’Istruzione.

Continua a leggere

Calabria

«Oltre a Ponte sullo Stretto ci auguriamo migliorie in Parlamento su Statale 106»

Lo ha detto Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria, parlando con i giornalisti a margine del primo Festival delle Regioni e delle Province Autonome

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANZARO – “La disponibilità dell’Unione europea a fare la sua parte per la realizzazione del Ponte sullo Stretto, in termini di investimenti economici, è un fatto importante che certifica la strategicità di un collegamento stabile fra Calabria e Sicilia, e soprattutto il valore di una grande opera che rientra a pieno titolo nelle reti trans-europee di trasporto“. Lo ha detto Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria, parlando con i giornalisti a margine de “L’Italia delle Regioni”, il primo Festival delle Regioni e delle Province Autonome, in corso a Milano.

“Questo ulteriore passo in avanti dà concretezza all’impegno profuso in queste settimane dal ministro Salvini, che si è battuto anche per inserire in legge di bilancio 3 miliardi di euro per la Strada Statale Jonica. Oltre al Ponte servono, infatti, altre infrastrutture fondamentali per far compiere alla Calabria, e a tutto il Mezzogiorno, un salto in avanti nel futuro in termini di mobilità, collegamenti e spostamenti di merci e persone. Siamo felici per l’attenzione del governo sulla SS106, e ci auguriamo che la norma possa essere ulteriormente migliorata durante il suo passaggio parlamentare”, ha sottolineato il governatore Occhiuto.

Continua a leggere

Calabria

Covid: in Calabria 276 contagi e 4 vittime, positività 15,21%

Ad oggi il totale dei tamponi eseguiti è di 4.024.220 con 600.278 positivi. I dati sono comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle Asp della Regione Calabria

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Sono 276 i contagi da Covid 19 emersi nelle ultime 24 ore, con un tasso di positività che scende al 15,21% dal 20,63%. Le vittime restano stabili a 3.134. Negli ospedali – nel saldo tra ingressi e uscite – aumentano di 7 i ricoverati in area medica (151) e diminuiscono di uno in terapia intensiva (4).

I casi attivi sono 7.372 (+115), gli isolati a domicilio 7.217 (+109) ed i nuovi guariti 161. I dati sono comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle Asp della Regione Calabria. Ad oggi il totale dei tamponi eseguiti è di 4.024.220 con 600.278 positivi. A livello provinciale, i casi sono così distribuiti:,  Catanzaro casi attivi 1716 (39 in reparto, 3 in terapia intensiva, 1674 in isolamento domiciliare); casi chiusi 103076 (102680 guariti, 396 deceduti). Cosenza: casi attivi 2369 (58 in reparto, 0 in terapia intensiva, 2311 in isolamento domiciliare); casi chiusi 174979 (173602 guariti, 1377 deceduti). Crotone: casi attivi 216 (6 in reparto, 0 in terapia intensiva, 210 in isolamento domiciliare); casi chiusi 57566 (57295 guariti, 271 deceduti). Reggio Calabria: casi attivi 2377 (37 in reparto, 1 in terapia intensiva, 2339 in isolamento domiciliare); casi chiusi 199055 (198174 guariti, 881 deceduti). Vibo Valentia: casi attivi 506 (11 in reparto, 0 in terapia intensiva, 495 in isolamento domiciliare); casi chiusi 51147 (50957 guariti, 190 deceduti).

Continua a leggere

Di tendenza