Statale 106

Statale 106. Interrogazione parlamentare della Bossio “tempi certi sul terzo megalotto”

La parlamentare Pd, Enza Bruno Bossio ha depositato un’interrogazione urgente rivolta all’attuale ministro alle Infrastrutture, per chiedere il cronoprogramma dei lavori a partire dalla data di apertura effettiva del cantiere

.

COSENZA – “Un’opera strategica come il terzo Megalotto della Statale 106, interamente finanziato dai Governi Renzi e Gentiloni con apposite delibere Cipe e indicato come priorità dal presidente della Regione Oliverio nel programma regionale per gli investimenti infrastrutturali, ha bisogno di tempi certi nella sua realizzazione“. Ad affermarlo è la parlamentare Pd, Enza Bruno Bossio, che aggiunge: “da mesi mi batto in tutte le sedi affinché l’Anas ci dica quando inizieranno i lavori e quale cronoprogramma intenda applicare: devo registrare – però – che nulla si è mosso durante il precedente Governo, e ancora non abbiamo notizia di passi in avanti compiuti da questa nuova maggioranza governativa.  Per questo motivo – spiega la deputata Pd – ho depositato una interrogazione urgente rivolta all’attuale ministro alle Infrastrutture, per chiedere il cronoprogramma dei lavori a partire dalla data di apertura effettiva del cantiere. Si tratta, per quel che mi riguarda, di un’ulteriore iniziativa parlamentare, che segue quelle già realizzate nei mesi scorsi, da ultima quella di marzo 2019 all’allora ministro Toninelli. Il tempo che sta trascorrendo invano non è una variabile neutra; stiamo parlando infatti di un‘arteria fondamentale per i collegamenti, l’accessibilità della fascia ionica calabrese e la pubblica incolumità. Su questa strada, a cause di clamorose condizioni di insicurezza, hanno perso la vita centinaia di persone, l’allarme è diffuso nelle comunità e non è più tempo di ulteriori dilazioni. Servono risposte certe e immediate”.

L’interrogazione urgente proposta in commissione

Al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Premesso che:

  • Dal 1996, ovvero da quando è in vita il Sistema Statistico Nazionale di Localizzazione degli Incidenti Stradali a cura della Direzione Studi e Ricerche ACI, lungo la SS 106 Jonica nel suo intero percorso ha fatto registrare ben circa 500 sinistri che hanno provocato oltre 25.000 feriti (migliaia con danni permanenti), ed il decesso di 590 persone, dato che sale a 750 se si considerano tutti i decessi comunque riferibili alle conseguenze degli incidenti avvenuti sull’arteria;
  • Attualmente risultano finanziati i lavori di costruzione del terzo Megalotto della S.S. n. 106 “Jonica” dall’innesto con la SS 534 (km 365+150) a Roseto Capo Spulico (km 400+000), per un importo complessivo di 1.335,118 milioni di euro di cui 969,4 Ml€ (delibere CIPE 103/07, 30/08 e 88/11 e Decreti Interministeriali n.88 e n.89 del 07/03/2013), e 365,7 Ml€ previsti nel Contratto di Programma 2016-2020 a valere sul Fondo Unico Anas;
  • Per quanto riguarda la 1^ tratta (dal km 0+000 al km 18+863), in data 10/08/2016 il CIPE ha approvato con Delibera n.41 il Progetto Definitivo, rinviando a nuova istruttoria il Progetto Definitivo della 2^ tratta e subordinando l’esecuzione dei lavori all’approvazione di quest’ultima (la pubblicazione della Delibera è avvenuta in data 01/08/2017 sulla Gazzetta Ufficiale);
  • Per la seconda tratta, in data 28/02/2018 il CIPE ha approvato con Delibera n.3 il Progetto Definitivo della 2^ tratta dal km 18+863 al km 37+661, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale in data 02/08/2018;
  • In data 08/05/2018 è stato emesso l’Ordine di Inizio attività per la progettazione esecutiva e per le attività propedeutiche al concreto avvio dei lavori relativi alla 1^ tratta dal km 0+000 al km 18+863 che sono state ormai concluse;
  • In data 18/09/2018 è stato emesso l’Ordine di Inizio attività per la progettazione esecutiva e per le attività propedeutiche al concreto avvio dei lavori relativi alla 2^ tratta dal km 18+863 a fine lotto che sono ancora in corso;
  • In data 15/04/2019 il Contrante Generale ha consegnato il progetto esecutivo della 2^ tratta;
  • Anas ha avviato la verifica e il controllo sul progetto esecutivo delle due tratte e le previste attività istruttorie risultano attualmente tutt’ora in corso;
  • Risulta inoltre che si stia procedendo alla predisposizione della documentazione necessaria per la Verifica di Ottemperanza da parte dei Ministeri competenti;
  • Per l’approvazione del progetto esecutivo, da effettuarsi comunque dopo la chiusura della predetta Verifica di Ottemperanza, sono previsti contrattualmente 240 giorni durante i quali dovranno svolgersi le attività istruttorie di Anas, l’eventuale integrazione del decreto di Pubblica Utilità e le revisioni progettuali da parte del Contrante Generale:
  • Si tratta di tempi che procrastinerebbero ulteriormente l’iter di approvazione che è ormai in essere dal 2001, di un’opera attesa dalle popolazioni locali e indispensabile all’intero Paese e su cui purtroppo si continua ancora a morire;

Si chiede pertanto di sapere anche in considerazione di quanto riportato in premessa quali sono le iniziative che il Governo per quanto di sua competenza intende assumere nei confronti di Anas per definire un cronoprogramma preciso per il concreto avvio dei lavori del terzo Megalotto della S.S. n. 106 “Jonica” dall’innesto con la SS 534 (km 365+150) a Roseto Capo Spulico (km 400+000) considerata la rilevanza dell’opera in oggetto e la sua purtroppo nota pericolosità.