ASCOLTA RLB LIVE
Search

Cooperative: continua la protesta

COSENZA – La protesta non si ferma. i dipendenti delle cooperative, anche stamattina hanno ripreso il sit in di protesta contro il Comune. le parole del sindaco Mario Occhiuto e dei comnponenti della sua Giunta, intenzionati ad aprire un dialogo con i manifestanti, non sono stste ritenute dagli stessi dipendenti delle cooperative convincenti. Dalle prime luci dell’alba di oggi,m piazza dei Bruzi è ancora una volta il luogo simbolo della protesta, polizia e carabinieri presidiano l’area, tenendo sotto controllo la sotuazione. Si spera che, alla fine, prevalga il buon senso. “Non molliamo, siamo esseri umani con bisogni ed esigenze. Lo stato di incertezza in cui viaviamo, non ci basta, siamo stanchi di promesse e parole, vogliamo fatti, Soprattutto azioni concrete. Fino a quando da parte del sindaco, dei suoi assessori o di chi di dovere, non avremo precise garanzie e impegni seri, vergati nero su bianco, non metteremo fine alla protesta. Le banche non ci fanno piu’ credito, molti di noi siamo monoreddito e andare avanti con l’acqua alla gola non è una bella condizione. Ad alcuni di noi, è stato staccato il telefono, tagliata la luce e siamo in ritardo con il pagamento dell’affito, condizione che fra qualche giorno, sara’ identica anche per altri colleghi. Ci fa male pensare che siamo solo buoni per veicolare voti. Siamo essere umani, con esperienze anche difficili alle spalle, ma per questo non significa che non meritiamo di ricevere da parte di chi governa, il rispetto della nostra dignita’. umana e professionale”.