Santa Sofia d’Epiro: Garante per i diritti dei detenuti visita la Rems «indispensabili alcuni interventi»

Per il Garante Luca Muglia «conciliare le esigenze di sicurezza con il diritto alla cura e al reinserimento sociale». Le REMS sono residenze sanitarie di accoglienza per gli autori di reato affetti da disturbi mentali e socialmente pericolosi

SANTA SOFIA D’EPIRO (CS) –

La residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza, in acronimo REMS, in Italia, indica una struttura sanitaria di accoglienza per gli autori di reato affetti da disturbi mentali e socialmente pericolosi.

Il Garante regionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, Luca Muglia, nell’ambito di un monitoraggio dei luoghi di privazione della libertà personale ha visitato la Residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza di Santa Sofia d’Epiro, insieme al Garante della Provincia di Cosenza, Francesco Cosentini. All’incontro erano presenti il Direttore sanitario della Rems Patrizia Nicotera, il Coordinatore delle strutture sociosanitarie della Cooperativa sociale “Il Delfino” e referente dell’ente gestore Gianfranco Tosti, l’educatrice e Coordinatore dell’equipe Giovanna Mele, la psicologa Maria Canadè, l’assistente sociale Federica Calabrese, l’infermiere Franco Pellegrino, l’educatrice Ilaria Ceramella, gli Oss Antonello Nigro e Janeth Garcia.

La residenza ha raggiunto la capienza massima di 20 posti. “Durante la visita – dichiara Muglia – abbiamo avuto occasione di intrattenerci e colloquiare con i responsabili della struttura al fine di intercettare le carenze e i bisogni, riscontrando un clima positivo tra le professionalità operanti e un approccio interdisciplinare e sinergico. Nell’incontro sono emerse varie criticità, alcune delle quali già segnalate dalla Rems. Non a caso il referente dell’ente gestore, di concerto con il Direttore sanitario, ha rinnovato di recente la richiesta di adeguamenti tecnico-strutturali alle autorità preposte”.

“Personalmente – ha precisato il Garante regionale – reputo indispensabili alcuni interventi. Occorre potenziare l’organico, dotandolo di un tecnico della riabilitazione psichiatrica e garantire la disponibilità di una camera di decompressione (cosiddetta “de-escalation”), atteso che quella esistente è occupata dal ventesimo paziente. La sala in questione, da realizzare in ottemperanza alla normativa vigente, lungi dall’essere utilizzata ai fini della contenzione fisica è in grado di tutelare il paziente che pone in essere comportamenti auto od etero aggressivi”.

“Invero, attualmente, laddove le strategie di negoziazione non sortiscano effetti positivi, in assenza di una camera di decompressione da utilizzare per il tempo minimo della crisi, il personale si vede costretto ad attivare la procedura per il trattamento sanitario obbligatorio del paziente. Tale evenienza, a dir poco invasiva, andrebbe scongiurata e praticata solo come extrema ratio”.

Muglia spiega anche che è necessario “implementare i programmi riabilitativi e formativi, individuali e di gruppo, finalizzati all’acquisizione o al recupero delle abilità sociali e attrezzare l’area esterna per le attività ricreative ed i colloqui con i familiari. Occorre immaginare, infine, modifiche importanti alle barriere esterne, capaci di ridurre gli effetti negativi dell’impatto emotivo”.

“Nei prossimi giorni attenzionerò le questioni indicate agli organismi sanitari regionali e alle autorità istituzionali competenti. L’internamento nelle Rems – ha concluso il Garante regionale – riveste carattere transitorio ed eccezionale, applicabile solo nei casi in cui sono acquisiti elementi dai quali risulti che è la sola misura idonea ad assicurare cure adeguate ed a fare fronte alla pericolosità sociale dell’infermo o seminfermo di mente. Ciò premesso, si tratta di conciliare le esigenze di sicurezza con il diritto alla cura ed al reinserimento sociale dei pazienti psichiatrici autori di reato, rammentando che secondo l’Organizzazione mondiale della sanità la salute mentale è un diritto umano fondamentale”.

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Tragico incidente sulla Statale 106 Jonica, muore un giovane di 28 anni

CROPANI (CZ) - Ennesimo incidente stradale sulla Strada Statale 106 jonica. Secondo quanto emerso, nell'impatto che ha visto coinvolti un'auto e una motocicletta, un...

A Montalto Uffugo bassa l’affluenza alle 12 al ballottaggio: 12,3% degli aventi diritto

MONTALTO UFFUGO (CS) - Si sono regolarmente aperte stamattina le operazioni di voto nei tre comuni della Calabria interessati al turno di ballottaggio per...

“Valli dell’innovazione”: l’Unione europea premia 16 regioni, anche la Calabria

BRUXELLES - Piemonte, Liguria, Lombardia, Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria, provincia autonoma di Bolzano e di Trento, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche e...

Si Cobas Calabria esulta per le assunzioni a tempo indeterminato della figura di Oss

CATANZARO - Il Si Cobas Calabria rappresentato dai coordinatori regionali Roberto Laudini e Simone Scandale esprime soddisfazione per le assunzioni a tempo indeterminato della...

Cosenza: nasce il centro studi su “Salute, Società e Territorio” dell’Unical, coinvolti 9 dipartimenti

COSENZA - La presentazione si terrà martedì 25 giugno alle 17, presso la Casa delle Culture di Cosenza. Il Centro Studi su Salute, Società...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Tragico incidente sulla Statale 106 Jonica, muore un giovane di 28...

CROPANI (CZ) - Ennesimo incidente stradale sulla Strada Statale 106 jonica. Secondo quanto emerso, nell'impatto che ha visto coinvolti un'auto e una motocicletta, un...

A Montalto Uffugo bassa l’affluenza alle 12 al ballottaggio: 12,3% degli...

MONTALTO UFFUGO (CS) - Si sono regolarmente aperte stamattina le operazioni di voto nei tre comuni della Calabria interessati al turno di ballottaggio per...

“Valli dell’innovazione”: l’Unione europea premia 16 regioni, anche la Calabria

BRUXELLES - Piemonte, Liguria, Lombardia, Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria, provincia autonoma di Bolzano e di Trento, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche e...

Si Cobas Calabria esulta per le assunzioni a tempo indeterminato della...

CATANZARO - Il Si Cobas Calabria rappresentato dai coordinatori regionali Roberto Laudini e Simone Scandale esprime soddisfazione per le assunzioni a tempo indeterminato della...

Cosenza: nasce il centro studi su “Salute, Società e Territorio” dell’Unical,...

COSENZA - La presentazione si terrà martedì 25 giugno alle 17, presso la Casa delle Culture di Cosenza. Il Centro Studi su Salute, Società...

La strage al cimitero di San Lorenzo del Vallo, catturato l’ergastolano...

COSENZA - E' stato catturato nella notte appena trascorsa, dai carabinieri di Cosenza e di Salerno, Luigi Galizia, destinatario di ordine di carcerazione emesso...