Bisignano, dopo 20 anni riapre una delle più importanti scuole di liuterie della Calabria

Riapre la scuola di Liuteria di Bisignano istituita nel 1994 per assicurare la conservazione e la valorizzazione della tradizione liutaria bisignanese rappresentata dalla dinastia dei fratelli De Bonis

BISIGNANO (CS) – Riapre dopo 20 anni la scuola di Liuteria di Bisignano istituita nel 1994 per assicurare la conservazione e la valorizzazione della tradizione liutaria bisignanese, rappresentata dalla dinastia dei fratelli De Bonis, e chiusa nel 2003.

La storia della liuteria italiana con i Fratelli De Bonis

Questa, è una di quelle storie da raccontare lentamente. Da prenderti per mano e fartici entrare dentro che se non ti aiuti con il tatto, lento anche quello, e con l’olfatto, questa storia qui mica la puoi sentire. Bisignano, nella provincia di Cosenza, custodisce uno dei più antichi tesori di arte, di mestiere e di tradizione: una scuola di Liuteria, intitolata ai fratelli Nicola e Vincenzo De Bonis.

Questi, arrivati a Bisignano intorno al 1700, sicuramente chiamati dalla corte dei Principi di Sanseverino, divennero in questo periodo i liutai più importanti nella costruzione della chitarra. 

De Bonis liutaio

Il maestro Vincenzo De Bonis, morto nel 2013 all’età 84 anni Bisignano, insieme al fratello Nicola, furono avviati dal padre Giacinto alla difficile e meravigliosa arte del liutaio. Per anni la famiglia De Bonis ha costruito strumenti caratterizzati da un suono particolarmente dolce e vibrante, dovuto ad una combinazione di elementi tra i quali la scelta dei legni, le proporzione, le colle utilizzate. Nella vecchia bottega nel rione della Giudecca, infatti, la famiglia De Bonis ha realizzato strumenti preziosi per artisti come Domenico Modugno, Angelo Branduardi e i fratelli Bennato. “Mastru Vicianzu”, com’era affettuosamente chiamato dai suoi compaesani, prima di morire aveva donato tre opere per il nascente museo della liuteria, struttura realizzata a Collina Castello.

Liuteria Fratelli De Bonis

Nel 2003 l’ultimo corso della scuola di liuteria di Bisignano

L’ultimo corso risale al 2003 e “solo” vent’anni dopo, grazie all‘Associazione Liutaria Bisignanese, questo luogo d’incanto, si fà di nuovo bellezza  e riapre le sue porte a una nuova stagione di corsi, in questo caso di costruzione del violino, grazie al Maestro Liutaio, Andrea Pontedoro.

È l’odore del legno che, in quei corridoi, ti guida fra le aule che tu, non puoi far altro che seguire quella grandezza che sa di storia antica e che ti si mette addosso come un abbraccio.  Qui, il tempo lo costruisci tu, che l’unico tempo di cui tener conto, è quello del legno che prende forma dietro una progettazione attenta e sapiente.

Scuola di liuteria Bisignano

Scalpelli, pialle, riccioli dorati che si muovono fra banchi e pavimento ed ecco che lo strumento inizia a formarsi fra curve ancora da definire e verniciature che, neanche a dirlo, avvengono nel laboratorio chimico appositamente dedicato e nutrito di materie prime pregiate e naturali.Otto lunghi anni di progettazione e incontri istituzionali, hanno reso possibile, oggi, la riapertura, ci dice Luca Gencarelli, vicepresidente della ALB.

Si tratta di un progetto finanziato dalla Regione Calabria con la quale il comune di Bisignano ha siglato un accordo di programma per il recupero e valorizzazione del patrimonio artistico e culturale della scuola di Liuteria.

Molto impegno, adesso, spetta a Pontedoro, Giancarelli e Massimo Leuzzi, legale rappresentante della I.S.I.M, agenzia formativa, che ha vinto il bando per la gestione della struttura. “È un progetto ambizioso  programmare il futuro di questa scuola, ha dichiarato Leuzzi, ma l’esperienza trentennale nel settore della formazione ci fa ben sperare. I collaboratori sono assolutamente all’altezza della situazione e soprattutto, ci crediamo e andremo avanti. Una grande opportunità, inoltre, anche per chi frequenta il corso, quella di imparare un nuovo antico mestiere per l’immissione nel mondo del lavoro”.

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

“Calabria, un diamante grezzo”: a San Nicola Arcella forum su ambiente, mare, turismo

SAN NICOLA ARCELLA (CS) - “Calabria. Storia, paesaggi, 800 km di coste da Mar Jonio e Mar Tirreno che le conferiscono la conformazione di...

Ballottaggio a Montalto Uffugo, alle 19 affluenza al 25,2%. Al primo turno aveva votato...

MONTALTO UFFUGO (CS) - Resta inferiore rispetto alla precedente tornata, l'affluenza alle urne a Montalto Uffugo dove sono in corsa, al turno di ballottaggio...
Vaccarizzo albanese panorama

Vaccarizzo Albanese, partono i lavori di ammodernamento sulla Provinciale 180

VACCARIZZO ALBANESE (CS) - La SP 180 sarà chiusa al traffico veicolare da lunedì 24 giugno fino al 2 agosto, per consentire in massima...

Cosenza: al via il concorso letterario di narrativa breve ‘Riccardo Sicilia’

COSENZA - E' stato bandito dall’Associazione Biblioteca delle donne Fata Morgana e dall’Associazione culturale Il Filo di Sophia, la seconda edizione del concorso letterario...

Praia a Mare: Italia Nostra «a rischio un altro platano monumentale su viale della...

PRAIA A MARE (CS) - Italia Nostra - sezione Alto Tirreno Cosentino - lancia l'allarme su un altro grande platano monumentale del Viale della...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Emergenza siccità, sarà un’estate difficile in Calabria: sorgenti in calo del...

COSENZA - Emergenza siccità: “la situazione idrica in Calabria desta molta preoccupazione, in alcune aree si registrano cali di produzione delle sorgenti anche del...

Montalto Uffugo: urne aperte per il ballottaggio tra Faragalli e D’Acri....

MONTALTO UFFUGO (CS) - Alle 7:00 di questa mattina seggi aperti a Montalto Uffugo per il turno di ballottaggio. Chiusa la tornata elettorale dell'8...

Spezzano Albanese: Scuola di Alta formazione Magna Grecia. Certifica le tue...

SPEZZANO ALBANESE (CS) - La scuola di Alta formazione Magna Grecia si inserisce nel complesso panorama del mondo del lavoro. Trovare opportunità lavorative, soprattutto...

Disservizi telefonici con Rabona: dopo la diffida si risolve la questione:...

COSENZA - A 24 ore dall’ultima diffida, si risolve la questione relativa ai disservizi telefonici segnalati dai clienti Rabona. L’associazione per i diritti dei...

Caldo infernale a Cosenza: nella Valle del Crati 40 gradi. Si...

COSENZA - Anche oggi caldo infernale a Cosenza e nell'area urbana, dove le temperature sono mediamente attorno ai 38 gradi. Va decisamente peggio in...

Il Governo firma il decreto sul fermo pesca obbligatorio 2024: «passo...

COSENZA - Fermo pesca obbligatorio 2024: Il Ministro dell'Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida, ha firmato il decreto sul fermo pesca...