Carabiniere muore dopo un litigio a Paola: una condanna a 3 mesi per minacce

Il Maresciallo dei carabinieri Antonio Carbone è morto di infarto a Paola il 16 agosto 2021 dopo che un 28enne cosentino si scagliò verbalmente contro di lui

PAOLA (CS) – I giudici hanno condannato a tre mesi, per minacce, il cosentino – all’epoca dei fatti 28enne – che il pomeriggio del 16 agosto 2021 si scagliò verbalmente – secondo i testimoni con pesanti minacce – contro il Maresciallo maggiore dei carabinieri Antonio Carbone, di stanza a Ciriè nel torinese, ma in vacanza a Paola. Carbone, dopo l’acceso scontro, muore a causa di un infarto. 

La Procura ha ipotizzato che il malore del maresciallo fosse riconducibile all’aggressione. Di fatto, al giovane cosentino, è stata mossa anche l’accusa di morte come conseguenza di altro reato. Ma, dei due capi d’accusa, il 30enne è stato condannato solo per minacce. 

La vicenda

Il pomeriggio del 16 agosto 2021   il Maresciallo dei carabinieri Antonio Carbone si trova sulla spiaggia della sua infanzia insieme alla famiglia e ad alcuni amici quando si accorge che un bagnante ha appena gettato sul bagnasciuga la cicca di una sigaretta. Al suo rimprovero di non sporcare il mare segue la reazione del giovane vicino di ombrellone. Ne nasce una discussione che in pochi minuti degenera e che coinvolge anche la famiglia di un 28enne di Cosenza, che secondo le testimonianze di alcuni bagnanti, avrebbe rivolto, durante il diverbio, pesanti illazioni al militare. Antonio si allontana per sedersi sulla sdraio, ma è visibilmente agitato. Di lì a poco il suo cuore cederà. Il militare muore infatti durante il trasporto in ambulanza al vicino ospedale cittadino.

Lo scorso gennaio l’amministrazione comunale ha dedicato al maresciallo maggiore una strada che conduce proprio alla sua amata spiaggia, al suo amato mare.

“Morto per futili motivi”

“Quando uscì la notizia– dice a quicosenza il fratello del carabiniere, Vincenzo intervistato in occasione dell’anniversario della morte di Antonio –  ricordo che molti giornali riportavano che la morte di mio fratello sarebbe avvenuta per futili motivi. Questa cosa mi ha fatto male, mi ha ferito profondamente: il motivo , al contrario, è quanto di più nobile ci possa essere ed ha a che fare con la difesa del mare”. Il docente poi confessa di aver combattuto a lungo contro un altro ignobile pregiudizio: “La gente mi diceva “perché non si è fatto gli affari suoi?”. Ecco questo è quello che va combattuto con più ferocia: quali sono per un calabrese gli “affari suoi?”. Mio fratello ha fatto solo il proprio dovere, quando ha chiesto al giovane di non sporcare il mare, stava facendosi esattamente gli affari suoi”.

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Lucano-naufragio-Cutro

Lucano: «a un anno dal naufragio di Cutro il mondo è peggiorato»

CROTONE - "La causa principale di quello che accade nel Mediterraneo è del neocolonialismo e di chi obbliga le persone a intraprendere questo viaggio,...
auto carabinieri

Ancora intimidazioni a Pannaconi: dopo il parroco presa di mira un’operatrice culturale

CESSANITI (VV) - Una lettera anonima contenente insulti e minacce è stata fatta recapitare a Pannaconi, frazione di Cessaniti, in provincia di Vibo Valentia,...
Granata_Caracciolo

Granata attacca il sindaco di Montalto: «dica ai cittadini cosa ha fatto sulla depurazione»

MONTALTO UFFUGO (CS) - "Pietro Caracciolo deve dire ai cittadini cosa ha fatto sulla depurazione in questi anni". Così esordisce Maximiliano Granata, presidente del...
insieme-per-il-futuro-castrovillari

Centro per l’impiego, anche da Castrovillari l’accordo per avvicinare gli studenti al lavoro

CASTROVILLARI (CS) – É stato presentato presso l’Aula Magna dell'Istituto Tecnico Industriale "E. Fermi" di Castrovillari il protocollo d’intesa "I Network Territoriali per le...

Ennesima tragedia sulla statale 106 jonica: pedone travolto e ucciso da un’auto

CATANZARO - Tragico incidente lungo la strada statale 106 "Jonica" a Sellia Marina, in provincia di Catanzaro. Secondo cause in corso di accertamento, un'autovettura...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Cosenza, agente ferito per sedare una rissa: il Questore dispone la...

COSENZA - Il Questore di Cosenza, Giuseppe Cannizzaro, ha disposto la chiusura del noto locale, del centro di Cosenza, dove nella notte di lunedì...

Annunziata: “il reparto di Chirurgia d’Urgenza mi ha salvato. La buona...

COSENZA - "È passato un mese ma non dimentico". Inizia così la lettera di Alessandro, un nostro lettore, salvato dalla sanità cosentina. "Dopo due giorni...

Cosenza, tragedia sulla SS107. Simone perde la vita a 26 anni:...

COSENZA - Ha lasciato un dolore inspiegabile Simone Virdò il 26enne di Rovito che, stanotte sulla SS 107 ‘Silana-Crotonese’, in contrada Malavicina, ha perso...

Violento incidente nel Cosentino, mezzo pesante sbanda e si ribalta: un...

FIRMO (CS) - Violento incidente questa mattina sull'Autostrada A2 del Mediterraneo tra Frascineto e Firmo in direzione sud. Secondo i primi accertamenti un mezzo...

Cosenza, centro antiviolenza Roberta Lanzino: “in un anno abbiamo accolto 109...

COSENZA - Il centro antiviolenza Roberta Lanzino, un presidio di legalità e aiuto alle donne.  L’omicidio di Giulia Cecchettin ha scosso profondamente il Paese...

Rende, violento impatto all’incrocio dello stadio Lorenzon: sul posto due ambulanze

RENDE - Violento impatto, questo pomeriggio, a Rende. Il sinistro è avvenuto, nello specifico, tra una Smart bianca e una Ford Focus di colore...