La nuova funivia di Lorica pronta per Natale. Ad ottobre l’installazione di cabinovia e seggiovia (AUDIO INTERVISTA) - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Provincia

La nuova funivia di Lorica pronta per Natale. Ad ottobre l’installazione di cabinovia e seggiovia (AUDIO INTERVISTA)

Avatar

Pubblicato

il

Proseguono senza sosta i lavori a Lorica che presto avrà una modernissima cabinovia, una seggiovia biposto, uno sklift e nuove piste da sci. Potrebbe diventare realtà il sogno di un unico comprensorio sciistico con Camigliatello

LORICA (CS) – La luce dopo il tunnel ed una nuova grande opportunità per la stazione sciistica di Lorica (CS), località storica per tutti gli amanti dello sci e degli sport invernali in Calabria, che dopo anni di crisi e promesse mai mantenute potrebbe finalmente tornare a respirare turismo invernale, che darebbe una seconda vita alla “Perla della Sila”. Sabato pomeriggio, nello splendido scenario del lago Arvo, sono stati presentanti i lavori della nuova telecabina di Lorica che, entro dicembre, dovrebbero essere terminati e consegnati.

Un impianto moderno ed efficiente, con un’ innovativa seggiovia biposto, ma principalmente con una cabinovia nuova di zecca prodotta dalla svizzera Bartholet, società leader al mondo nella costruzione di impianti di risalita, che consentirà anche l’accesso ai disabili (nella cabina può comodamente entrare ed uscire una carrozzina). I lavori di installazione e messa in posa sono stati affidati alla ditta Barbieri Costruzioni (aggiudicataria dell’appalto) che, dopo aver smantellato i piloni vecchia Cestovia e aver iniziato l’opera di spianamento a monte e a valle, entro il 15 ottobre effettuerà l’installazione delle cabine e della seggiovia che arriveranno tra poco più di due settimane dalla Svizzera.

Una fase di costruzione delle cabine per l'impianto di risalita nello stabilimento della Bartholet

Le cabine per l’impianto di risalita in costruzione nello stabilimento della Bartholet

Ma nel frattempo si lavora su altri fronti, visto che c’è da mettere mano anche alle piste da sci che saranno rivoluzionate rispetto ai vecchi tracciati e dotate di un impianto di innevamento artificiale. La prossima fase prevede una gara d’appalto per il taglio di alcuni alberi e il tracciamento del novo sentieri, oltre a tutto ciò che riguarderà l’accesso agli impianti del Cavaliere compresi nuovi e ampi parcheggi. Un’opera importantissima per Lorica, quasi avveniristica, con un investimento complessivo di 16.500.000 euro che prevede l’installazione di una cabinovia automatica (Valle Cavaliere/Codecola di Coppo) e sarà utilizzata per chi scierà sulla pista di sci alpino denominata di “rientro”, l’installazione della seggiovia biposto (Cavaliere/Marinella di Coppo) che verrà usata per le tre piste di sci alpino esistenti e di una per lo snowboard e l’installazione di un moderno skilift sciovia monoposto a servizio delle piste in zona Valle dell’Inferno.

I lavori di sbancamento a valle degli impianti di risalita a Lorica

I lavori di sbancamento a valle degli impianti di risalita

Nell’investimento è previsto anche il progetto Skipass Sila, ovvero la gestione privata delle opere realizzate e delle altre strutture di supporto alle attività sciistiche per 25 anni, come previsto dal PISL “Lorica Hamata in Sila amena” del Por Calabria . Un successo anche dell’attuale amministrazione comunale di Pedace e del suo sindaco, l’avvocato Marco Oliverio, che dal primo giorno in cui si è insediato sulla poltrona di primo cittadino, sta seguendo i lavori passo passo, facendo il possibile (e anche l’impossibile) per rimanere nei tempi imposti dalla Comunità Europea e non perdere i fondi stanziati per la realizzazione di un impianto che potrà portare Lorica ad essere punto di riferimento degli sport invernali sugli appennini.

Nuova Cabinaovia Bartlet Lorica2

A Lorica si lavora ininterrottamente giorno dopo giorno, per rispettare la consegna dei lavori che dovrà avvenire entro il 31 dicembre 2015. “noi vogliamo dare la possibilità a Lorica di poter sciare entro Natale e se lavoriamo tutti insieme sono sicuro che ci riusciremo. Queste le dichiarazione dell’amministratore delegato della società svizzera Bartholet, durante la presentazione dei lavori, che insieme ad altri partnes si occuperanno personalmente della gestione degli impianti. La produzione è pronta, stiamo aspettando solo il completamento delle fondamenta per i nuovi piloni che verranno trasportati in elicottero per poter poi iniziare l’installazione dei bilici della cabinovia. Il 5 di ottobre inizieremo con il montaggio delle stazioni e delle telecabine a monte ed a valle e delle stazioni fisse della seggiovia. A fine ottobre, massimo entro la prima settimana di Novembre provvederemo a montare i piloni”. 

Nuova Cabinaovia Bartlet Lorica4

Nuova Cabinaovia Bartlet Lorica3

Il sindaco di Pedace, Marco Oliverio, è intervenuto anche in diretta su RLB Radioattiva per parlare di questo importante progetto in fase di realizzazione.

ASCOLTA L’AUDIO INTERVISTA
[audio_mp3 url=”http://www.quicosenza.it/news/wp-content/uploads/2015/08/Sindaco-di-Pedace-Oliverio-su-impianti-Lorica.mp3″]

Provincia

Finisce l’incubo di un sottufficiale di polizia accusato di cessione di cocaina. Assolto

L’accusa nasceva a margine di una maxioperazione antidroga sul territorio dell’allora comune di Rossano. L’uomo ha rifiutato la prescrizione e a processo è stato assolto

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CASTROVILLARI (CS) – Assolto perché il fatto non sussiste. Questa la sentenza del Tribunale di Castrovillari che ha accolto in tolto la tesi del difensore, avvocato Ettore Zagarese, ed ha assolto C.C., 40 anni, sottoufficiale di Polizia, originario di Corigliano-Rossano, attualmente assegnato ad altra sede.

IL FATTO – Il sottoufficiale all’epoca dei fatti era stato accusato di aver agevolato la cessione di stupefacente, del tipo cocaina. L’accusa nasceva a margine di una maxioperazione antidroga sul territorio dell’allora comune di Rossano e si fondava sul contenuto di alcune intercettazioni ambientali dalle quali gli inquirenti avevano tratto la convinzione che, attraverso l’uso di un linguaggio criptico, C.C. fosse coinvolto in un’attività di intermediazione tra i cessionari e gli assuntori dello stupefacente, traendone così il sospetto di lucrosi guadagni.

L’indagato fin dall’inizio ne aveva protestato la propria innocenza 

Il processo, composto da numerose udienze destinate all’assunzione delle prove ed alla trascrizione dell’enorme mole di materiale intercettato dalle forze dell’ordine, era giunto alle soglie della prescrizione, ma, l’imputato, consapevole della propria innocenza, con l’avallo del suo difensore, aveva rifiutato che venisse applicato l’istituto della prescrizione preferendo affrontare il processo.

I fatti gli hanno dato ragione essendo stato scagionato con formula piena da tutte le accuse.  Al deposito delle motivazioni della sentenza l’avvocato Ettore Zagarese ha dichiarato la propria soddisfazione per l’esito ed ha tenuto ad evidenziare come il proprio cliente non abbia mai perso la fiducia nella Giustizia e da innocente, ha preferito evitare il comodo rimedio della prescrizione affrontando il processo.

Continua a leggere

Ionio

Scontro tra un’auto e una moto. Grave a Cosenza un giovanissimo

Due i feriti, che erano a bordo di un ciclomotore. Un giovane, in condizioni gravi, trasportato d’urgenza all’Annunziata di Cosenza

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CORIGLIANO – ROSSANO (CS) – Scontro tra un’auto e uno scooter a Corigliano Rossano, in via Torre Lunga nell’area urbana di Corigliano. Ferite due persone che erano a bordo del mezzo a due ruote. Uno, un giovane, in condizioni gravi, è stato trasportato d’urgenza nell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza. Il fatto è accaduto nella tarda serata di ieri sul tratto di strada che collega lo scalo con il centro storico e su cui già si sono verificati simili incidenti anche nelle ore diurne, visto che vi si affacciano diverse scuole. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del Reparto operativo di Corigliano Rossano e i sanitari del 118.

Continua a leggere

Provincia

Civita, positivi 7 ospiti del centro Sprar. Tutti negativi gli operatori esterni

A comunicarlo è stato il primo cittadino del comune italo – albanese, Alessandro Tocci “auguro, di cuore, una pronta e completa guarigione”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CIVITA (CS) – Sette cittadini extracomunitari ospiti del Sai/Sprar di Civita sono risultati positivi al Covid tramite un tampone antigenico. A comunicarlo è stato il primo cittadino del comune italo – albanese, Alessandro Tocci, con un post pubblicato sulla pagina Facebook. Tocci, con lo stesso post, ha comunicato che nella giornata di venerdì le ultime persone di Civita che risultavano positive al Covid si erano negativizzate. “Tutti e sette i nuovi positivi, al momento – aggiunge il sindaco di Civita – sono asintomatici e tutti gli operatori esterni che operano all’interno del centro sono risultati negativi al tampone antigenico, che sarà ripetuto tra qualche giorno. La situazione è costantemente tenuta sotto controllo. È stata già effettuata la sanificazione degli spazi comuni, degli uffici, della cucina e delle camere degli ospiti. Una nuova sanificazione degli stessi ambienti sarà effettuata al termine della positività dei sette ospiti. Ringrazio, a nome mio e dell’intera comunità, tutti coloro che sono stati vicini e lo saranno ancora agli ospiti del Sai/Sprar a cui auguro, di cuore, una pronta e completa guarigione”

Continua a leggere

Di tendenza